• Condividi su Facebook

Annunciati i vincitori dei premi Marie Curie 2004 - Premiata l'eccellenza nella ricerca europea

  • 10277
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 05/11/2004
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA
Il 7 novembre la Commissione europea ha proclamato a Varsavia i vincitori dei premi Marie Curie 2004: cinque ricercatori europei di eccezione hanno ricevuto sovvenzioni fino a 50.000 euro. I premi Marie Curie sono un riconoscimento dell'eccellenza raggiunta da ricercatori che hanno usufruito di strumenti di sostegno comunitario e sono finalizzati a imprimere slancio alla loro carriera contribuendo a farli conoscere a livello internazionale. Quest'anno sono stati premiati due scienziati tedeschi, due italiani e un israeliano, autori di scoperte scientifiche in settori quali la creazione delle galassie, le origini dell'empatia umana, la fisica quantistica, i nuovi catalizzatori e la scienza dei materiali. 'L'Unione europea possiede alcuni tra i migliori scienziati del mondo: dobbiamo riconoscere la loro eccellenza', ha dichiarato il commissario europeo per la Ricerca Louis Michel. 'I premi Marie Curie danno un contributo in tal senso, dimostrando come brillanti ricercatori europei, che hanno sfruttato al meglio le nostre borse di mobilità acquisendo e condividendo delle conoscenze, siano in grado di raggiungere risultati notevoli'. Promuovere l'eccellenza I premi assegnati sono soltanto una delle opportunità offerte da un programma quadriennale con una dotazione di 1,56 miliardi di euro, volto a finanziare la formazione e la mobilità in Europa di ricercatori provenienti dal mondo intero. Ogni anno vengono assegnati da uno a cinque premi a ex borsisti Marie Curie o ad altri ricercatori che hanno beneficiato di programmi di mobilità nel settore della ricerca finanziati dall'Unione europea. Le azioni comunitarie Marie Curie promuovono la formazione, la mobilità e l'evoluzione professionale dei ricercatori. Le borse Marie Curie, disponibili per tutte le discipline scientifiche, contribuiscono direttamente al conseguimento degli obiettivi del Sesto programma quadro comunitario per la ricerca (6º PQ 2002-2006) e della strategia di Lisbona (fare dell'Europa l'economia basata sulla conoscenza più dinamica e competitiva del mondo entro il 2010). Il Grand Jury I vincitori del 2004 sono stati selezionati da un Grand Jury di sei membri, presieduto dal professor Gerard ’t Hooft, olandese, premio Nobel per la Fisica nel 1999. Sono stati premiati progetti relativi alle seguenti discipline: chimica, ingegneria, scienze della vita, matematica e scienze dell'informazione, fisica (per maggiori informazioni si veda l'allegato). I vincitori del Premio Marie Curie 2004 sono:
  • Benedetta Ciardi (Italia) - per la sua attività sugli effetti delle radiazioni delle prime stelle sui diversi gas presenti nell'universo e sul processo di formazione delle galassie.
  • Christian Marc Keysers (Germania) - per le sue ricerche sui processi neurali volte a scoprire le modalità e le ragioni dei processi di empatia tra le persone.
  • Jens Marklof (Germania) - per i suoi studi nel campo della fisica quantistica e sulle proprietà di localizzazione degli stati quantistici caotici.
  • Gadi Rothenberg (Israele) - per la ricerca di nuovi catalizzatori combinando metodi sperimentali e computazionali avanzati.
  • Stefano Zapperi (Italia) - per le sue indagini sulle 'valanghe interne' e il crepitio in diversi materiali.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP-MOBILITY : Risorse umane e mobilità: programma specifico per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e la dimostrazione - 'Strutturare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro