FONTE (*)

TIPO DI NOTIZIA (*)

IDENTIFICATIVO DEL BANDO

TITOLO (*)

TITOLO BREVE

ABSTRACT

TESTO

REFERENTE

  • Condividi su Facebook

NEWS

Fisici delle astroparticelle pubblicano una «tabella di marcia per le stelle»

News n.: 15929

Fonte: CORDIS - NEWS - 27944 del 28/06/2007

Tipo informazione: RISULTATO

immagineIl progetto ERA-NET ASPERA (AStroParticle European Research Area - Spazio europeo della ricerca astroparticellare) e il consorzio ApPEC (Astroparticle Physics European Coordination - Coordinamento europeo per la fisica delle astroparticelle) hanno pubblicato una nuova tabella di marcia che definisce un piano strategico comune per la fisica astroparticellare. La «tabella di marcia per le stelle», che rappresenta il tentativo di raccogliere il consenso internazionale sulle esigenze della comunità della fisica astroparticellare in termini di strutture per il futuro, fa seguito a un'analisi sull'avvenire della disciplina, cui hanno partecipato tutti i fisici delle astroparticelle, effettuata da ApPEC e ASPERA. I fisici delle astroparticelle cercano di rispondere a domande sulla composizione dell'universo, sull'origine dei raggi cosmici e sulla natura della gravità. Questi studiosi cercano anche di rafforzare la conoscenza di fenomeni come le esplosioni delle supernove, le stelle di neutroni e i buchi neri. I rapidi progressi compiuti nella fisica delle astroparticelle hanno permesso di creare nuove infrastrutture, tra cui laboratori sotterranei e telescopi e antenne di nuova generazione che, assieme a nuovi metodi di rilevazione, hanno permesso di osservare un'ampia serie di particelle cosmiche: neutrini, raggi gamma, raggi cosmici di elevatissma energia, onde gravitazionali e particelle di materia oscura. La tabella di marcia è ancora agli albori, ma individua già quattro grandi infrastrutture di cui potrebbe avvalersi la fisica delle astroparticelle: il Cherenkov Telescope Array, un osservatorio per raggi gamma ad alta energia, un rivelatore bolometrico per la ricerca criogenica sulla materia oscura (EURECA), un rivelatore per il decadimento dei protoni e l'astronomia neutrinica (LAGUNA) e il telescopio Einstein, un'antenna per onde gravitazionali di prossima generazione. La tabella di marcia viene descritta come «il primo passo verso un coordinamento europeo della fisica astroparticellare». Il professor Stavros Katsanevas, coordinatore di ASPERA, ha dichiarato: «Sarà la prima volta che le agenzie europee aderenti al progetto concentreranno i finanziamenti della fisica delle astroparticelle su obiettivi stabiliti di comune accordo.» Delle infrastrutture individuate nella tabella di marcia si discuterà in occasione di un workshop che si terrà a settembre ad Amsterdam. I partecipanti alla conferenza confronteranno anche le priorità della comunità della fisica astroparticellare europea con quelle di ricercatori non europei. Il progetto ERA-NET ASPERA, finanziato nell'ambito del Sesto programma quadro (6PQ), riunisce agenzie nazionali di finanziamento responsabili della fisica astroparticellare di 12 paesi europei, nonché il Centro europeo per la ricerca nucleare (CERN). ApPEC è stato fondato nel 2001, quando sei agenzie scientifiche europee decisero di coordinarsi per promuovere la fisica astroparticellare in Europa. Fonte: CERN
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP-COORDINATION : Sostegno al coordinamento delle attività: programma specifico volto a rafforzare le basi dello Spazio europeo della ricerca del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro
Nome del mittente (*)
Cognome del mittente (*)
Email del mittente (*)
Email del destinatario (*)
Testo del messaggio (*)