• Condividi su Facebook

Come si diventa coordinatori di un progetto di ricerca nell'ambito del 7° Programma Quadro di RST?

  • 22858
  • ASTER 20/10/2010
  • MULTIMEDIA

Il coordinatore di un progetto del Programma Quadro di RST, oltre ad adempiere agli obblighi di beneficiario, è tenuto a svolgere i compiti specifici di coordinamento stabiliti nel contratto a nome del consorzio. Il coordinatore svolge un ruolo essenziale per la buona riuscita del progetto. Ma come si diventa coordinatori? Quali i consigli per la gestione dei partner?

L'intervista, organizzata dallo Sportello APRE Emilia-Romagna e condotta da Fabrizio Binacchi si è svolta nell'ambito delle attività dello European Corner di Bologna durante la Notte dei Ricercatori 2010. Le riprese sono state effettuate da Roberto Salani di Lepida TV
.

 

 

 

I protagonisti:

Nevio Zitellini, è Dirigente di Ricerca presso ISMAR-CNR di Bologna. Dottore In Geologia presso l’Università di Bologna nel 1977 con tesi in geologia marina, Master in Geofisica Marina presso la Columbia University di New York nel 1991, Ricercatore presso l’Istituto Scienze Marine del CNR dal 1982. Abilitato al Comando di Navi mercantili fino a 5.000 ton. Ufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto durante il servizio militare. Varie borse di studio nazionale ed estere durante gli anni ‘80. Ha un lungo record di ricerche nei mari mediterranei, atlantici, antartici e Mar Rosso utilizzando tecniche geofisiche, principalmente sismica a riflessione, magnetometria e swath bathymetry. Recentemente è stato coordinatore di un progetto della European Science Foundation (acronimo SWIM, nel periodo 2003-2006) ed è attualmente coordinatore di un progetto finanziato nel VI programma quadro dalla Commissione Europea (acronimo NEAREST, nel periodo 2006-2010). Autore di numerosi articoli scientifici su riviste internazionali, è stato recentemente Direttore pro-tempore di ISMAR per una durata di 18 mesi.

Fabrizio Binacchi, giornalista, è attualmente direttore della Sede Rai per l'Emilia Romagna e ad interim della Rai per la Provincia Autonoma di Trento. Specializzato in informazione economica e delle comunicazioni, Binacchi è stato per due anni anche direttore del Centro di Produzione Rai di Milano dove ha avviato il processo di razionalizzazione, con la direzione Celli, con l'obiettivo di nuove trasmissioni a Milano, nuova pianificazione produttiva e introduzione delle tecnologie digitali. Binacchi era già stato direttore di Bologna dal 1997 al 1998. Dal 99 al 2000 ha condotto "Linea Verde "su Raiuno. Mantovano, ha cominciato la professione alla Gazzetta di Mantova, dove ha lavorato fino all' ingresso in Rai nel 1988, chiamato al Tg1 da Nuccio Fava come redattore economico sindacale. È divenuto poi conduttore al Tg1 Mattina, caposervizio alla redazione politica, con la direzione Vespa, e caporedattore della fascia Tg1 delle 13.30 con la direzione di Carlo Rossella. Ha condotto il TG1 13.30. Nella testata giornalistica regionale, chiamato dal direttore Leonardo Valente, è stato caporedattore di coordinamento, caporedattore regionale a Bologna, caporedattore centrale responsabile del Lazio e ha curato il settimanale "Ambiente Italia" in onda da Torino su Raitre. Binacchi è stato inoltre assistente del direttore di sede di Bolzano, autore e conduttore del programma "Ci vediamo" in onda su Raiuno da Milano e ideatore-conduttore per tre edizioni del settimanale Tgr "Agricoltura Regioni" su Raitre. Ha fatto anche parte del Gruppo di lavoro Rai-Bocconi per l' analisi e la valorizzazione delle risorse territoriali. Inviato e conduttore di Italia Agricoltura su Raitre. Professore a contratto, tiene corsi di comunicazione televisiva alla scuola di giornalismo dell'Università di Bologna, con laboratorio di conduzione, e al master in Diritto della Comunicazione, diretto dal professor Ugo Ruffolo. Ha condotto in diretta interregionale "Celtica 2002", prima trasmissione Rai a diffusione macroregionale. Ha collaborato a il Giorno, Gazzetta di Mantova, Gazzetta di Reggio, Gazzetta di Modena, Nuova Ferrara, l'Allevatore, l'Informatore Zootecnico e Veterinario, Terra e Vita, L'Agricoltore Bresciano. Ha pubblicato Benedetta politica, Lativa Edizioni, 1992 e Creative Note Book, Diabasis Editore, 2003. Cura una rubrica settimanale di comunicazione e tecnologie sulla Voce di Mantova. Scrive su Opinione, Pensalibero e ha collaborato sui temi del turismo con Corriere Romagna e Il Resto del Carlino.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ENVIRONMENT : AMBIENTE (COMPRESI I CAMBIAMENTI CLIMATICI): priorità tematica 6 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP-COOPERATION : COOPERAZIONE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Territorio nazionale