FONTE (*)

TIPO DI NOTIZIA (*)

IDENTIFICATIVO DEL BANDO

TITOLO (*)

TITOLO BREVE

ABSTRACT

TESTO

REFERENTE

  • Condividi su Facebook

Interferenti endocrini: una strategia per il futuro per proteggere i cittadini dell'UE e l'ambiente

  • 43033
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 07/11/2018
  • COMUNICATO STAMPA

Il 7 novembre 2018 la Commissione ha adottato una comunicazione che ribadisce l'impegno a proteggere i cittadini e l'ambiente dalle sostanze chimiche pericolose.

La Commissione tiene in tal modo fede all'impegno assunto l'anno scorso, durante il lavoro con gli Stati membri sui criteri per l'identificazione degli interferenti endocrini negli ambiti dei pesticidi e dei biocidi, risponde alle preoccupazioni espresse dal Parlamento europeo e dal Consiglio e dà seguito al settimo programma d'azione per l'ambiente.

La Commissione aggiorna il suo approccio per gli anni a venire, avvalendosi delle conoscenze sempre più ampie, dell'esperienza acquisita e dei risultati ottenuti nei venti anni trascorsi dall'adozione della strategia comunitaria sugli interferenti endocrini.

L'approccio strategico dell'UE agli interferenti endocrini continuerà a basarsi fermamente sulla scienza e sull'applicazione del principio di precauzione. I suoi obiettivi sono:

  • ridurre al minimo la nostra esposizione complessiva agli interferenti endocrini, prestando particolare attenzione a periodi importanti della vita come la gravidanza e la pubertà;
  • accelerare lo sviluppo di una solida base di ricerca al servizio di processi decisionali efficaci e lungimiranti nel contesto di Horizon Europe, utilizzando le ricerche disponibili e prestando particolare attenzione ai settori che presentano lacune delle conoscenze;
  • promuovere un dialogo attivo che permetta a tutti i portatori di interessi di essere ascoltati e di lavorare insieme. In tale contesto, la Commissione organizzerà un forum a cadenza annuale sugli interferenti endocrini e intensificherà il sostegno all'attività delle organizzazioni internazionali.


L'UE sostiene già con mezzi ingenti la ricerca sugli interferenti endocrini. Ha finanziato oltre 50 progetti, investendo più di 150 milioni di € nei diversi programmi quadro di ricerca e innovazione. Altri 52 milioni di € sono stati assegnati dal programma Horizon 2020 a progetti riguardanti i metodi analitici e diagnostici.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea