NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA DI OCCUPA?

SCHEDA

RICERCA A FAVORE DELLE PMI nell'ambito del programma specifico “Capacità” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione

Acronimo: 7FP-SME

Durata: 2007 - 2013

Ente erogatore: Commissione Europea - Ricerca

Area: Unione Europea

Stampa scheda programma

Di cosa si occupa?

L'azione RICERCA A FAVORE DELLE PMI si propone di rafforzare la capacità di innovazione delle PMI europee ed il loro contributo allo sviluppo di prodotti e mercati basati sulle nuove tecnologie, favorendo l’esternalizzazione della loro attività di ricerca, l’incremento del loro impegno di ricerca, l’estensione delle loro reti, la migliore valorizzazione dei risultati della ricerca e l’acquisizione di know how tecnologico, colmando il divario esistente tra ricerca e innovazione.

Le azioni specifiche a sostegno delle PMI sono destinate a sostenere PMI o associazioni di PMI che hanno necessità di esternalizzare le loro attività di ricerca. Si tratta principalmente di PMI A BASSA-MEDIA TECNOLOGIA CHE DISPONGONO DI POCA O NESSUNA CAPACITÀ DI RICERCA.

Le PMI ad alta intensità di ricerca possono partecipare in qualità di fornitori di servizi di ricerca o appaltare esternamente la ricerca ad integrazione della loro capacità interna.

Tali azioni riguarderanno l'INTERO SPETTRO DELLE ATTIVITÀ SCIENTIFICHE E TECNOLOGICHE CON UN APPROCCIO 'BOTTOM-UP'.

Le azioni comprenderanno il sostegno alla dimostrazione e ad altre attività volte ad agevolare lo sfruttamento dei risultati della ricerca, assicurando la complementarità con il programma quadro 'Competitività e innovazione'. Nel valutare le proposte di progetti si terrà debito conto dell’incidenza economica prevista sulle PMI.

Gli strumenti finanziari saranno distribuiti in base a due meccanismi:

  • RICERCA PER LE PMI: sostenere piccoli gruppi di PMI innovative affinché risolvano problemi tecnologici comuni o complementari.

    I progetti, relativamente a breve termine, debbono essere imperniati sulle esigenze d'innovazione delle PMI che affidano l’attività di ricerca ad esecutori di RST e debbono denotare un chiaro potenziale di valorizzazione da parte delle PMI interessate.

  • RICERCA PER LE ASSOCIAZIONI DI PMI: sostenere le associazioni di PMI e i raggruppamenti di PMI per sviluppare soluzioni tecniche per problemi comuni a un grande numero di PMI in settori industriali o segmenti specifici della filiera, attraverso la ricerca necessaria, ad esempio, a sviluppare norme europee o per conformarvisi, e per rispettare requisiti normativi in settori quali la sanità, la sicurezza e la tutela dell'ambiente.

    I progetti, che possono durare diversi anni, devono essere promossi da associazioni di PMI, che commissionano attività di ricerca ad esecutori di RST per conto delle imprese aderenti, e devono coinvolgere un certo numero di singole PMI.

Quali attività possono essere realizzate?

In generale, tra le attività che possono essere realizzate oltre alla RICERCA sulla quale si pone l'accento, si segnalano:

  • attività volte all’assimilazione e all’effettiva valorizzazione dei risultati della ricerca
  • attività di dimostrazione
  • attività di formazione
  • il trasferimento di tecnologia
  • la gestione delle conoscenze
  • la tutela dei diritti di proprietà intellettuale

Nell'ambito dello strumento Ricerca a favore di associazioni di PMI, i progetti dovrebbero inoltre comprendere attività volte alla reale diffusione dei risultati della ricerca alle PMI aderenti all’associazione ed eventualmente, oltre tale cerchia.

Chi può partecipare?

Per le azioni nell'ambito della RICERCA PER LE PMI possono partecipare:

  • almeno 3 Piccole e Medie Imprese indipendenti stabilite in 3 differenti Stati Membri o Stati Associati. Per la definizione di PMI si veda la lezione di F1RST 'Definizione di micro, piccola e media impresa (PMI)'. Tuttavia, le PMI che sono centri di ricerca, istituti di ricerca o enti di consulenza non possono partecipare come PMI beneficiarie.
  • almeno 2 esecutori di ricerca indipendenti dagli altri partecipanti intesi come entità legali in grado di portare avanti attività di ricerca e sviluppo tecnologico a beneficio delle PMI beneficiarie.
  • altre imprese o utilizzatori finali che contribuiscano al progetto o rispondano a particolari problemi o bisogni delle PMI purché non abbiano un ruolo dominante


Per le azioni nell'ambito della RICERCA PER LE ASSOCIAZIONI DI PMI possono partecipare:

  • almeno 3 associazioni di PMI indipendenti stabilite in 3 differenti Stati Membri o Stati Associati oppure 1 associazione di PMI europea stabilita in uno Stato Membro o Associato che sia composta da almeno 2 entità legali indipendenti stabiliti in 2 differenti Stati Membri o Stati Associati
  • almeno 2 esecutori di ricerca indipendenti dagli altri partecipanti intesi come entità legali in grado di portare avanti attività di ricerca e sviluppo tecnologico a beneficio delle associazioni di PMI beneficiarie
  • altre imprese o utilizzatori finali che contribuiscano al progetto o rispondano a particolari problemi o bisogni delle associazioni di PMI purché non abbiano un ruolo dominante

NEWS

ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

SILICERAM - Studies aiming at assisting legislation and encouraging continual improvement strategies in the field of respirable crystalline silica

Progetto finanziato nell'ambito della priorità Ricerca a favore delle PMI del VII PQ coordinato dall'Associazione Nazionale dei Produttori di Piastrelle di Ceramica e di Materiali Refrattari di Sassuolo e partecipato da MAREF SPA di Ferrara, dal Centro Ceramico di Bologna, dall'ARPA di Reggio Emilia, da EUROFILTER SPA di Reggio Emilia e da Ceramiche Settecento Valtresinaro Spa di Fiorano Modenese

PUBBLICAZIONE

Pubblicato il report annuale sulle PMI europee

Le Piccole e Medie Imprese non solo rappresentano la maggioranza delle imprese europee, ma costituiscono il maggiore motore di creazione di posti di lavoro e il report annuale sulle PMI europee rivela che la crisi economica ha causato uno stallo temporaneo a tale motore

ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

Progetto dell'UE per potenziare il settore edilizio

Il progetto FACOMP, sostenuto dall'UE con 954.000 euro nell'ambito del Settimo programma quadro, è determinato a scoprire un nanomateriale e un nuovo sistema per rimpiazzare l'acciaio e l'alluminio dei profilati strutturali

ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

Un grande passo per le PMI nel combattere le malattie

La Commissione europea ha aiutato un team composto da università e PMI europee a conseguire gli obiettivi del progetto MACROCEPT e del progetto KINACEPT suo successore, per scoprire una cura per l'artrite reumatoide

BANDI CHIUSI

EVENTI CHIUSI

NORMATIVE

Regolamento che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del VII PQ e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2013)

GUUE L 391 del 30-12-2006 - Regolamento n. 1906/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 che stabilisce le regole per la partecipazione di imprese, centri di ricerca e università alle azioni nell'ambito del settimo programma quadro e per la diffusione dei risultati della ricerca (2007-2013)

MODULISTICA

PARTNERS