• Condividi su Facebook

Un'équipe di scienziati finanziati dall'UE cattura la prima immagine di un buco nero

  • 44544
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 10/04/2019
  • COMUNICATO STAMPA

Anche due ricercatrici dell'INAF di Bologna, Elisabetta Liuzzo e Kazi Rygl, nell'equipe che ha portato a termine l'importante scoperta. La prima osservazione di un buco nero è il risultato di un'ampia collaborazione internazionale nel settore della ricerca nel quadro di Event Horizon Telescope (EHT), in cui ricercatori finanziati dall'UE hanno svolto un ruolo fondamentale. Questo importante risultato scientifico segna un cambiamento di paradigma nella nostra comprensione dei buchi neri, conferma le previsioni della teoria della relatività generale di Albert Einstein e apre nuove linee di investigazione del nostro universo.

Nello specifico il Consiglio europeo della ricerca dell'UE ha finanziato gli scienziati coinvolti nella collaborazione EHT attraverso i seguenti progetti nell'ambito del programma quadro dell'UE Orizzonte 2020 e del 7º programma quadro:

  • progetto BlackHoleCam sostenuto da 14 Mio Euro per catturare l'immagine e a misurare e studiare i buchi neri;
  • progetto RadioNet che sostiene un consorzio di 27 istituti in Europa, Repubblica di Corea e Sud Africa che mirano a integrare infrastrutture di livello mondiale per la ricerca nel settore della radioastronomia.
Link
Area di interesse
  • Unione Europea