• Condividi su Facebook

Alta formazione: la Regione finanzia 30 borse triennali di dottorato nei settori innovativi dell'economia emiliano-romagnola

  • 44686
  • Regione Emilia-Romagna 24/04/2019
  • INFORMAZIONE

La Regione Emilia-Romagna investe nell’alta formazione con 30 borse triennali di dottorato per valorizzare le connessioni tra formazione, ricerca e trasferimento tecnologico in settori innovativi e ad alto valore aggiunto e per costruire e trasferire nuove competenze necessarie al sistema economico regionale. Ogni borsa triennale prevede un finanziamento di quasi 87.000 euro, per un totale complessivo di oltre 2.600.000 euro.

Sono due gli ambiti di ricerca su cui le Università regionali sono state chiamate a presentare progetti di dottorati innovativi e internazionali: Risorse umane per un’economia digitale: big data e intelligenza artificiale e Risorse umane per la specializzazione intelligente.

  • RISORSE UMANE PER UN’ECONOMIA DIGITALE: BIG DATA E INTELLIGENZA ARTIFICIALE:

competenze che aprono nuove opportunità di crescita e progresso scientifico e permettono di cogliere il potenziale di innovazione dell’economia digitale in diversi ambiti tra cui ICT, life science, agri-food, materiali, bioindustria, automazione, ambiente, energia, climate change, smart cities, safety & security. Sono stati approvati 12 dottorati di ricerca triennali in questi ambiti su cui la Regione sta investendo: dal Tecnopolo di Bologna destinato a diventare il cuore dei sistemi di supercalcolo di tutta Europa, alle iniziative realizzate per attrarre sul territorio regionale nuovi investimenti; fino ai percorsi di formazione sui big data rivolti ai neolaureati di qualsiasi indirizzo, finanziati per fornire ai giovani competenze chiave da spendere nella ricerca di un’occupazione e, allo stesso tempo, per introdurre nelle imprese competenze altamente innovative che generino nuove opportunità di competitività su scala globale.

  • RISORSE UMANE PER LA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE:

sono stati approvati 18 dottorati triennali. I progetti permettono di formare alte competenze per la ricerca e l’innovazione finalizzate a concorrere agli obiettivi della Strategia di specializzazione intelligente della Regione Emilia-Romagna che individua 4 priorità strategiche e 5 aree di specializzazione tra pilastri dell’economia regionale e ambiti emergenti ad alto potenziale di espansione: agroalimentare, edilizia e costruzioni, meccatronica e motoristica, industrie della salute e del benessere, industrie culturali e creative. I progetti approvati, in particolare, focalizzano la propria azione sulle filiere più rilevanti, coerenti con gli ambiti di attività dei Clust-ER.

 

Link
Area di interesse
  • Regionale - EMILIA-ROMAGNA