• Condividi su Facebook

Le azioni del 7PQ per le PMI dovrebbero concentrarsi sull'innovazione, è quanto emerso nel corso di un'audizione pubblica

  • 12827
  • CORDIS - NEWS 08/12/2005
  • POLITICA GENERALE
Il 7 dicembre, in occasione di un'audizione al Parlamento europeo di Bruxelles sul Settimo programma quadro (7PQ), sono state consigliate diverse modalità per coinvolgere le piccole e medie imprese (PMI) nei programmi di ricerca dell'UE. 'Nell'ambito del 7PQ dobbiamo puntare alla qualità dell'innovazione, non a quella della ricerca', ha dichiarato la professoressa Janet Bainnridge dell'Agenzia per lo sviluppo regionale dell'Inghilterra nord-orientale (Regional Development Agency of North East England). 'Le PMI devono concentrarsi su sfruttamento e diffusione, non sulle novità nel settore della ricerca', ha aggiunto. 'Nell'ambito del 6PQ abbiamo cercato di inserirle nelle reti di eccellenza e nei progetti integrati, ma non abbiamo ottenuto i risultati sperati'. Secondo la professoressa Bainbridge, la Commissione potrebbe conseguire risultati importanti concentrandosi sulle azioni a favore delle PMI in settori come la formazione nel campo della segnalazione e della diffusione, e forse proponendo un elenco di consulenti competenti. La professoressa ha inoltre sottolineato l'importanza di focalizzare l'attenzione sulle migliori prassi. 'Esistono molte iniziative a livello comunitario [...], ma occorre individuare le migliori prassi in modo da condividere le informazioni in modo efficace. In caso contrario l'istituzione della rete sarà costosa e non avrà un impatto significativo sull'obiettivo del tre per cento (ossia portare al tre per cento del PIL gli investimenti dell'UE nella ricerca entro il 2010). Anche Tom Barrett, direttore del Centro di competenza per l'economia della conoscenza (Centre of Expertise for the Knowledge Economy), ha espresso il proprio parere. Ha accolto con favore la nuova collaborazione tra la Commissione europea e le banche, dichiarando che il solo modo per sostenere realmente l'innovazione è un approccio di condivisione del rischio. A suo giudizio le PMI devono naturalmente godere di pari opportunità di accesso. All'audizione ha inoltre partecipato Janez Potocnik, commissario alla Scienza e alla ricerca dell'UE, che ha comunicato il proprio punto di vista sulle azioni che il 7PQ dovrebbe intraprendere a favore delle PMI. Secondo Potocnik il programma dovrebbe interessare due tipi di PMI, quelle che svolgono autonomamente attività di ricerca e quelle che invece devono ricorrere all'outsourcing. Egli si è dichiarato contrario alla determinazione di un obiettivo quantitativo per la partecipazione delle PMI (che per il 6PQ era pari al 15 per cento), sostenendo che potrebbe rivelarsi nocivo. Nel quadro del 6PQ il tasso di partecipazione oscilla attualmente tra il cinque e il 20 per cento e non sarebbe realistico determinare un obiettivo generale. Potocnik ha promesso di aumentare il sostegno finanziario accordato alle PMI, portando dal 50 al 75 per cento il contributo della Commissione ai progetti cofinanziati (il massimo che la Commissione può stanziare conformemente alle norme sugli aiuti di Stato). 'Desidero rivolgere alle PMI questo messaggio: siamo seriamente intenzionati ad aumentare la loro partecipazione', ha dichiarato. Il commissario Potocnik si è inoltre impegnato a portare avanti la procedura di approvazione del 7PQ, sebbene non sia stato ancora raggiunto un accordo sul bilancio per il programma. Il compromesso proposto dalla Presidenza britannica 'non lascia spazio a un bilancio orientato alla crescita', ha affermato. Frattanto 'non dobbiamo perdere tempo alla ricerca di un compromesso, bensì guardare avanti'. Egli ha sollecitato Jerzy Buzek, relatore al Parlamento per il 7PQ, a presentare la propria relazione in febbraio, come previsto. Fonte: CORDIS News attendance at an ALDE public hearing on FP7
Referente
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro