• Condividi su Facebook

VII PQ di RST: nuova divisione degli stanziamenti per i singoli programmi

  • 13681
  • APRE 15/05/2006
  • INFORMAZIONE
Dopo l’ultimo Consiglio Competitività del 21 aprile a Graz sembra ormai possibile che un accordo sul bilancio del 7° Programma quadro possa avvenire durante il Consiglio competitività del 29 e 30 maggio. Da questo accordo e da quello che deve essere raggiunto sul programma e il suo budget al Parlamento europeo dipende la data di presentazione della proposta riveduta della Commissione. Le tre Istituzioni tenteranno di andare avanti in modo da raggiungere un accordo in prima lettura o, se non fosse possibile, in due letture molto ravvicinate per permettere un avvio del programma al 1° gennaio 2007. Il bilancio definitivo del settimo PQ dovrebbe essere di 54,5 miliardi di euro, la Commissione propone una riduzione modulabile di tutti gli importi del programma. Dopo gli accordi raggiunti sulle prospettive finanziarie, il bilancio globale disponibile per la ricerca per il 2007/13 è inferiore del 30% a quello proposto nell'aprile 2005 dalla Commissione. Addizionando al P.Q (50,183 miliardi in prezzi correnti), i 300 milioni di euro ulteriori in prezzi 2004 (340 milioni in prezzi correnti) avuti nel dialogo a tre il 4 aprile e che non sono stati suddivisi dalla Commissione e i 4,061 miliardi del programma Euratom per il 2007/13 (ha durata di 5 anni con 2,751 miliardi per tale periodo; gli stanziamenti per il 2012/13 sono indicativi) si ha un bilancio globale di 54,584 miliardi invece dei 77 miliardi nella proposta iniziale della Commissione. Dopo tale taglio la dotazione aumenta in media annua solo del 60% in prezzi correnti: la Commissione sperava in un raddoppio degli stanziamenti per la ricerca. Nella nuova divisione degli stanziamenti che è stata presentata ai ministri durante la riunione informale a Graz il 21 aprile, la Commissione non ha tenuto conto degli ulteriori 300 milioni di euro, lasciando così un margine nel negoziato con il PE. Gli importi e le riduzioni sono: del 28% per il programma Cooperazione che riunisce attività di ricerca tematica e che fa la parte del leone (rispetto alla proposta iniziale aumenta anche in termini relativi) e del 44% per il programma Capacità che riguarda infrastrutture e PMI. A metà strada il programma Idee, ricerca esplorativa pilotata dal futuro Consiglio europeo di ricerca, principale innovazione del VII PQ,ha un taglio del 37% circa, identico a quello del programma People che riguarda la mobilità dei ricercatori. Il bilancio per il nucleare (-10%) e per il Centro comune di ricerca (-5%) non sono particolarmente penalizzati. Ecco la nuova divisione degli stanziamenti (in milioni di euro) tra parentesi gli importi formulati nella proposta iniziale: 50183 miliardi di euro(72.726) ripartiti tra:
  • programma Cooperazione: 32.202 miliardi (44.432) così ripartito: società dell'informazione: 9 080 (12 670), pari al 18% del bilancio ricercaper il periodo 2007-2013; sanità: 5.984 (8.317); trasporti, compresa aeronautica e Galileo: 4.150 (5.940); nanotecnologie e materiali: 3.467 (4.832); spazio e sicurezza compreso GMES: 2.858 (3 960); energia: 2.235 (2.931); agroalimentare e biotecnologie:1.935 (2.455) è l'unica voce che progredisce passando davanti all'ambiente; ambiente:1 886 (2 535); scienze socio economiche e umane: 602 (792);
  • programma Idee (ERC): 7.480 (11.862);
  • programma People: 4.577 (7.129);
  • programma Capacità: 4.193 (7.486) che si divide in tal modo: infrastrutture di ricerca: 2.008 (3.961); ricerca per le PMI: 1.228 (1.901) scienza nella società (azioni di comunicazione): 329 (554); potenziale di ricerca (regioni e cofinanziamento fondi strutturali): 320 (554); cooperazione internazionale: 182 (358); regioni della conoscenza (sostegno alla cooperazione transfrontaliera tra università, centri ricerca, industria e autorità regionali): 126 (158);
  • attività non nucleare del CCR: 1.751 (7.817);
  • EURATOM: 4.061 miliardi per il periodo 2007-2013, con un programma di 5 anni (2007-2011) corrispondente a 2.751 miliardi (3.092) ripartiti tra: - ricerca sulla fusione (ITER): 1.947 (2 159); - fissione nucleare e radioprotezione: 287 (394); - attività nucleari del CCR: 517 (539). Sul totale del periodo le cifre indicative permettono di arrivare a 2.900 miliardi d'euro per la fusione nucleare.
Referente
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 7FP-CAPACITIES : CAPACITÀ: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP-COOPERATION : COOPERAZIONE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP-IDEAS : IDEE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP-PEOPLE : PERSONE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro