• Condividi su Facebook

Progetto europeo per una maggiore sicurezza in occasione delle grandi manifestazioni

  • 14903
  • CORDIS - NEWS 08/12/2006
  • COMUNICATO STAMPA
immagine Nel corso di una conferenza presso la sede delle Nazioni Unite a New York, la Commissione europea ha presentato un progetto di ricerca finanziato dall'UE relativo al rafforzamento della sicurezza in occasione delle grandi manifestazioni. Il progetto EU-SEC, coordinato dal Centro interregionale delle Nazioni Unite per la ricerca in materia di criminalità e giustizia (UNICRI), riunisce i ministeri dell'Interno e i servizi di polizia di 10 Stati membri dell'UE, nonché l'Ufficio europeo di polizia. «A tutti noi piace assistere a grandi manifestazioni, quali la Coppa del mondo e le Olimpiadi, ma l'aspetto della sicurezza in occasione di grandi assembramenti di folla è fonte di preoccupazione», ha osservato Janez Potocnik, commissario europeo per la Scienza e la ricerca. «Il progetto presentato è un buon esempio di ricerca destinata al miglioramento della vita dei cittadini e dimostra in modo tangibile che la collaborazione ci permette di ottenere risultati migliori.» Il progetto EU-SEC è stato avviato nel 2004 e da allora i partner si sono dedicati alle attività di messa in rete, all'individuazione di programmi di ricerca nazionali pertinenti al settore e alla creazione di siti web e di manuali. Al momento il progetto intende occuparsi della creazione delle condizioni necessarie per avviare attività di ricerca congiunte e riunire le risorse nazionali in settori quali il rilevamento di esplosivi e la gestione del flusso di informazioni destinate al pubblico. I partner sperano inoltre di potenziare la collaborazione con l'Accademia europea di polizia (CEPOL) e con i 15 Stati membri dell'UE che attualmente non partecipano al progetto. La ricerca in materia di sicurezza diventerà, nell'ambito del Settimo programma quadro (7PQ), una priorità tematica e sarà dotata di un bilancio di 1,35 Mrd EUR per sette anni. Il 7PQ sosterrà la ricerca destinata a proteggere i cittadini europei da minacce quali il terrorismo, le catastrofi naturali e la criminalità. «La Commissione è disposta a impegnarsi per proteggere in modo più adeguato i nostri cittadini e finanziare sforzi di ricerca mirati a livello europeo», ha sottolineato Günter Veheugen, commissario europeo per le Imprese e l'industria. «Un solido programma europeo di ricerca sulla sicurezza contribuirà a migliorare il vantaggio competitivo dell'Europa in numerosi settori.» Fonte: Commissione europea
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 7FP-SECURITY : SICUREZZA: priorità tematica 10 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro