• Condividi su Facebook

Israele rinnova la partecipazione al programma di ricerca dell'Unione europea

  • 15999
  • CORDIS - NEWS 17/07/2007
  • INFORMAZIONE
immagine L'Unione europea e Israele si sono accordati al fine di rinnovare la loro cooperazione scientifica e tecnologica, che consente a ricercatori, accademie e imprese d'Israele il pieno accesso al Settimo programma quadro per la ricerca dell'Unione europea (7°PQ). In base a questo accordo, Israele contribuirà con oltre 440 Mio EUR al bilancio complessivo di 50 Mrd EUR del nuovo programma quadro. L'associazione consentirà quindi ai ricercatori israeliani di partecipare al 7°PQ e di ricevere finanziamenti alle stesse condizioni degli studiosi degli Stati membri dell'Unione europea. I rappresentanti di Israele avranno inoltre l'opportunità di prendere parte, in qualità di osservatori, ai comitati e agli organismi di attuazione del 7°PQ. «Nel corso degli ultimi due anni, la partecipazione di Israele al programma quadro ha dimostrato di essere un vantaggio reciproco per entrambe le parti. Mentre lo Spazio europeo della ricerca beneficerà della prestigiosa eccellenza della comunità di ricerca israeliana, Israele otterrà il pieno accesso al più grande programma di ricerca del mondo», ha dichiarato Janez Potocnik, commissario europeo per la Scienza e la ricerca, nel corso della cerimonia delle firme tenutasi a Bruxelles. «La firma di oggi, assieme alla sottoscrizione di altri strumenti di associazione con paesi del SEE-EFTA [Spazio economico europeo-Associazione europea di libero scambio], con i paesi dell'allargamento e la Svizzera significa aver creato uno Spazio europeo della ricerca realmente allargato, che consentirà agli scienziati, alle accademie e alle aziende di 36 paesi di condurre ambiziosi progetti di ricerca congiunti nei prossimi sette anni», ha aggiunto il commissario. L'accordo è stato firmato dal commissario Potocnik e dal ministro portoghese della Scienza, tecnologia e istruzione superiore, José Mariano Gago e da Ghaleb Majadele, ministro della Scienza, della cultura e dello sport, in rappresentanza di Israele. Tale accordo fa dell'Unione europea la seconda maggiore risorsa finanziaria di Israele per la ricerca, dopo la Israel Science Foundation. Israele dovrebbe svolgere un ruolo fondamentale nell'ambito del 7°PQ. Un esempio del suo coinvolgimento nella ricerca è l'iniziativa tecnologica congiunta «Clean Sky», alla quale partecipa attualmente come unico paese terzo. Israele ha registrato risultati positivi anche nell'ambito del Sesto programma quadro (6°PQ). Gli organismi di ricerca israeliani hanno preso parte a oltre 600 progetti di ricerca collaborando con gli omologhi europei, tra cui molti attivi nei settori delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni (TIC) e delle scienze della vita. Fonte: Delegazione della Commissione europea in Israele
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro