• Condividi su Facebook

Progetto SMILES finanziato dall'UE punta sul risparmio di acqua-energia nell'industria

  • 18437
  • CORDIS - NEWS 06/10/2008
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

L'Unione europea è determinata nel suo obiettivo di indagare e promuovere misure per assicurare un futuro più verde. In questo è appoggiata dal progetto SMILES (Sustainable Measures for Industrial Laundry Expansion Strategies: Smart Laundry-2015), che mira allo sviluppo e al lancio di 16 nuove tecnologie sostenibili per ridurre le emissioni di gas serra e assicurare un risparmio di acqua e energia, in particolare nel settore delle lavanderie industriali. Il finanziamento dell'UE per il progetto della durata di tre anni ammonta a 2,38 milioni di euro.

I partner del progetto SMILES dicono che le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano il 90% del settore delle lavanderie industriali nell'UE -27. Mentre procura lavoro a circa 170.000 persone, il settore consuma 42 miliardi di metri cubi (m3) di acqua per i lavaggi e 60 petajoule (PJ) di energia ogni anno. Ma non è tutto. Il trattamento delle acque reflue (che ammonta a circa 40 milioni di m3) e il rilascio di 3,8 milioni di tonnellate di biossido di carbonio (CO2) danneggiano anch'essi l'ambiente. SMILES ritiene che l'introduzione di elementi ecologici e reciclabili potrebbe invertire l'andamento delle cose.

Esponenti del mondo della ricerca e dell'industria di Belgio, Croazia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Polonia e Slovenia hanno unito le loro risorse per migliorare le tecnologie innovative assicurando una performance industriale migliore nel settore delle lavanderie industriali. Le tecnologie avranno applicazioni pratiche e combineranno l'uso per siti ecologici o per l'ampliamento di impianti esistenti. I partner di progetto progetteranno la 'SMART Laundry-2015', uno strumento per risparmiare energia, ridurre i consumi di acqua e energia, limitare le emissioi di CO2 e migliorare l'igiene dei tessuti.

Saranno valutate nuove tecnologie e pratiche a livello pilota, che saranno poi combinate in un progetto unificato, dicono i partner. La convalida del potenziale di risparmio energetico e la richiesta effettiva di energia sarà possibile attraverso il benchmarking parallelo e il monitoraggio dell'innovazione, hanno aggiunto.

Il progetto si articoloa in una serie di sei pacchetti di lavoro (WP - Work packages): WP1 si concentra sulla riduzione dell'acqua; WP2 sulla riduzione dell'energia/CO2; WP3 sulla riduzione delle sostanze chimiche; WP4 sul miglioramento della qualità; WP5 sull'integrazione/trasferimento; e WP6 sulla gestione del progetto.

I partner dicono che, sulla base di una diffusione totale sul mercato di tutti gli Stati membri dell'UE entro il 2015, il consumo annuale di acqua e energia dovrebbe scendere del 30 e 45% rispettivamente, mentre le emissioni di CO2 dovrebbero diminuire del 47%. Le nuove tecnologie del progetto creeranno servizi di lavanderia migliori, svilupperanno tessuti riusabili e ridurranno i prodotti usa e getta e monouso del 20%.

SMILES creerà guadagni economici per circa 940 milioni di euro nei prossimi dieci anni. I partner sostengono che il progetto sarà efficace per l'istruzione e la formazione degli impiegati e degli operai chiave, che dovranno assistere l'introduzione del SMART Laundry-2015. Informazioni e risultati ottenuti nell'ambito del progetto saranno comunicati e divulgati alle PMI, ai fornitori di strumenti commerciali e alle associazioni nazionali.

Da parte sua, la Commissione europea si è espressa favorevolmente su SMILES, perché esso aiuterà la Comunità europea a raggiungere i suoi obiettivi di un futuro più verde, focalizza in modo chiaro e positivo su questioni scientifiche e tecnologiche ed è ben equilibrato nelle esperienze.

SMILES è coordinato dalla Federazione belga per la cura del tessile. Il progetto è partito a settembre e si prevede che terminerà nel 2011.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-SME : RICERCA A FAVORE DELLE PMI nell'ambito del programma specifico “Capacità” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea