• Condividi su Facebook

Ricercatori finanziati dall'UE per un controllo genetico della qualità e sicurezza alimentare

  • 21793
  • CORDIS - NEWS 31/03/2010
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

Un partenariato internazionale finanziato dall'Unione europea sta indicando la strada per quanto riguarda la qualità e la sicurezza alimentare. Guidato dalla University of the West of England (UWE) nel Regno Unito, il progetto, che coinvolge otto istituti di sette paesi, studierà gli aspetti genetici della qualità alimentare per migliorare gli standard di sicurezza.

La dottoressa Olena Doran dell'UWE, che guida il team di ricerca, ha dichiarato: 'Questo progetto è la continuazione di un precedente progetto dell'UE sulla qualità e sicurezza alimentare, svolto dall'UWE, che ha coinvolto 20 organizzazioni di 12 paesi.

'Stiamo raccogliendo competenze a livello internazionale per sviluppare nuovi strumenti e approcci efficaci per il miglioramento della qualità alimentare. L'esperienza e le strutture dei partner verranno utilizzati per creare e sviluppare una rete internazionale per la genetica e qualità alimentare, che possa garantire una collaborazione internazionale e programmi di formazione a lungo termine, sia per i giovani ricercatori che per il personale di grado superiore'.

L'iniziativa EXCELMEAT fa parte delle azioni Marie Curie, si tratta di un International Research Staff Exchange Scheme, finanziato nell'ambito del programma 'Persone' del Settimo programma quadro (7° PQ). Il progetto riunirà competenze pluridisciplinari provenienti da molte fonti, tra cui l'Institute of Bio-sensing Technology (IBST), il Centre for Research in Biomedicine e il Centre for Research in Analytical Materials and Sensor Technology, tutti nel Regno Unito.

Il progetto sarà suddiviso in vari pacchetti di lavoro. Il team dell'UWE guiderà il pacchetto di lavoro sullo sviluppo di nuove tecnologie veloci e poco costose per la valutazione della qualità della carne.

Il dottor Doran ha spiegato: 'La qualità degli alimenti ha un impatto diretto sulla salute umana ed è quindi uno dei temi principali sull'agenda dei responsabili e degli organismi di finanziamento nazionali e internazionali. Per esempio, la composizione degli acidi grassi e dei lipidi nei prodotti alimentari è legata allo sviluppo del cancro, dell'obesità, delle malattie coronariche e di molte altre patologie. Un modo per migliorare la qualità della carne è l'allevamento selettivo di animali di genotipo con caratteristiche desiderabili. Questo è legato all'individuazione di geni e alla comprensione delle vie metaboliche che controllano tali tratti. Inoltre, sono necessarie nuove tecnologie per una valutazione rapida ed efficace della qualità dei prodotti alimentari.

'Uno degli aspetti di questo progetto sarà il miglioramento della qualità della carne di maiale - che è la carne più consumata in Europa - che può essere stagionata e trasformata in delizie come il prosciutto di Parma in Italia e il chorizo in Spagna. L'impatto del nostro lavoro è di vasta portata, visto che influenzerà le politiche dell'UE in materia di animali di allevamento e produzione di carne'.

Del team britannico fanno parte scienziati dell'Istituto di ricerca e tecnologia agroalimentare (IRTA) e dell'Università di Lleida (entrambi in Spagna), dell'Iowa State University (Stati Uniti), dell'Università di Bologna (Italia), dell'Accademia cinese di scienze agricole, dell'Accademia ucraina delle scienze, dell'Istituto per l'allevamento dei suini (Ucraina) e dell'Università di Lovanio (Belgio).

Inoltre, gli scienziati dell'UWE e dell'IBST stanno conducendo ricerche su tre modi diversi per migliorare la qualità alimentare: un metodo per rilevare la ripartizione del grasso con una tecnica di impedenza e un metodo basato sulle particelle magnetiche, lo sviluppo di un sistema di coltura cellulare 3D (tridimensionale) per consentire uno studio attento dei meccanismi che regolano la qualità degli alimenti, e l'individuazione di geni candidati fisiologici e marcatori genetici per le caratteristiche qualitative degli alimenti.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-PEOPLE : PERSONE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea