• Condividi su Facebook

Semplificare il Programma Quadro di Ricerca: meno burocrazia più partecipazione

  • 22028
  • APRE 17/05/2010
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

La Commissione Europea ha pubblicato il 29 aprile una comunicazione intitolata "Simplifying the implementation of the research framework programmes". Il giorno stesso la Commissaria Europea all'Innovazione, Ricerca e Scienza, Máire Geoghegan-Quinn, durante una conferenza stampa ne ha presentato le caratteristiche auspicando che "Gli scienziati passino più tempo nei laboratori e meno negli uffici".

Nel suo intervento la Commissaria ha sostenuto la posizione delle 11.000 persone che hanno firmato la petizione a favore di uno snellimento delle regole finanziarie e del peso burocratico del 7°PQ e ha riconosciuto che il peso amministrativo è una delle maggiori cause che limitano la partecipazione anche delle PMI.
I restanti anni del 7° PQ saranno quindi caratterizzati da numerose variazioni che condurranno a delineare differenti caratteristiche dell'8°.

Già nei prossimi mesi sarà introdotto un nuovo regolamento finanziario che aprirà la strada a futuri e più radicali cambiamenti. Anche il Commissario per il bilancio Janusz Lewandowski ha espresso il suo consenso affermando che "la revisione del regolamento finanziario, sosterrà queste idee di semplificazione dei finanziamenti per la ricerca con proposte giuridiche concrete, che si riveleranno utili anche in molti altri settori strategici".

I punti principali della semplificazione sono divisi in:

  1. una prima parte che renderà possibile dei miglioramenti, alcuni dei quali sono già in corso, nell'ambito del quadro giuridico e normativo in particolare per quanto riguarda il controllo contabile, e il miglioramento della struttura e del contenuto dei bandi di ricerca;
  2. una seconda parte che comporterà la modifica delle norme finanziarie mantenendo al tempo stesso un controllo efficace, ad esempio ampliando l'utilizzo dei "metodi di calcolo dei costi medi". La Commissione sembra voler permettere che nei progetti vengano utilizzati per i fondi UE gli stessi metodi contabili richiesti per i finanziamenti di ricerca nazionali;
  3. il terzo tipo di modifica riguarda l'8° Programma Quadro, e anticipa un orientamento verso "pagamenti in funzione dei risultati", secondo il quale i beneficiari, invece di notificare le singole voci di spesa, riceverebbero somme forfettarie per svolgere la propria ricerca e dovrebbero dimostrare di averla svolta in maniera efficace ed efficiente.

Queste proposte richiedono una decisione del Parlamento europeo e del Consiglio.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Unione Europea