• Condividi su Facebook

I primi 5 anni dell’ERC festeggiati a Roma

  • 27308
  • APRE 16/07/2012
  • INFORMAZIONE

Un bilancio estremamente positivo dell'Erc è stato fatto il 25 giugno a Roma nella sede del Cnr, nel corso della manifestazione per festeggiare i 5 anni di attività del Consiglio europeo della ricerca. Al convegno, organizzato da APRE, in collaborazione con il Cnr, il Miur, l'Erc e la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, non hanno voluto mancare la presidente dell'Erc Helga Nowotny, il ministro Francesco Profumo, il presidente del Cnr Luigi Nicolais e numerosi rappresentanti delle istituzioni europee.

Nei suoi primi 5 anni di attività, lo European Research Council (ERC) ha  inanziato più di 2500 ricercatori di 53 nazionalità diverse, sparsi in circa 480 istituzioni in tutta Europa.
L' ERC è uno strumento fondamentale per supportare l'eccellenza e contrastare il "brain drain", permettendo ai ricercatori più talentuosi di restare in Europa, conquistare l'indipendenza scientifica e formare una nuova generazione di giovani ricercatori reclutati come "team members" dei progetti grazie ai finanziamenti dell'ERC.

L' ERC finanzia la ricerca di base in qualsiasi disciplina scientifica, spaziando dallo studio di malattie come la malaria o il Parkinson, al potenziamento di infrastrutture critiche come le reti di comunicazione o di trattamento delle acque, alla creazione di nuovi prototipi, fino alla scoperta o conservazione di tesori archeologici.

In soli 5 anni, l'ERC è diventato un marchio di eccellenza riconosciuto dalla comunità scientifica a livello mondiale. Il sistema di valutazione, l'ammontare e la durata dei grant, così come la flessibilità nella gestione, sono diventati degli elementi chiave per dare uno slancio alla carriera dei ricercatori migliori.

Allo stato attuale, tra i Principal Investigator (PI)di un grant ERC spiccano 4 premi Nobel, 3 Field Medallist e più di 30 vincitori di prestigiosi premi internazionali.
Secondo la Presidente dell'ERC Helga Nowotny, "Non si esagera se si afferma che l'ERC ha cambiato il panorama scientifico dell'Europa, facendo emergere una nuova cultura dell'eccellenza scientifica. Ci riempie di gioia vedere che i PI fioriscono nelle università e istituti di ricerca in Europa e sono convinta che l'ERC continuerà a dare contributi significativi alla ricerca di frontiera, generando ulteriori benefici e stimolando la concorrenza per l'eccellenza in tutta Europa e nel mondo".

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-IDEAS : IDEE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea