• Condividi su Facebook

Finanziamento della ristrutturazione energetica degli edifici con i fondi della politica di coesione

  • 31218
  • VARIE - UE 13/03/2014
  • PUBBLICAZIONE

Aiutare le autorità di gestione a pianificare e distribuire gli investimenti in energia sostenibile negli edifici nell’ambito dei rispettivi programmi operativi della politica di coesione: questo è il principale obiettivo della guida tecnica sul finanziamento della ristrutturazione energetica degli edifici con i fondi della politica di coesione. Affrontare la questione del consumo energetico negli edifici europei è imprescindibile. Quasi il 40% del consumo energetico finale, come pure il 36% di tutte le emissioni di gas serra, è attribuibile ad abitazioni, uffici, esercizi commerciali e altri edifici appartenenti al settore pubblico e privato. Affinché l’Unione europea raggiunga gli obiettivi climatici ed energetici fissati per il 2020, si impone un aumento significativo e prolungato degli investimenti pubblici e privati. Nel periodo 2014-2020, i fondi della politica di coesione svolgeranno un ruolo di rilievo nella ristrutturazione degli edifici, in quanto è prevista l’assegnazione di almeno 23 miliardi di euro per investimenti a favore della transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio, in cui rientrano l’efficienza energetica e l’impiego di energia rinnovabile negli edifici.
La guida informa le autorità di gestione dei requisiti europei in materia di edifici ed efficienza energetica, fornisce un elenco di approcci di buone pratiche e studi di casi ed esamina i diversi meccanismi di finanziamento che le autorità di gestione possono utilizzare per finanziare i progetti di energia sostenibile con l’obiettivo di promuovere investimenti su larga scala nella ristrutturazione energetica degli edifici e per attirare maggiori investimenti da parte del settore privato.

Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea