• Condividi su Facebook

Piano di investimenti per l'Europa: dalle valutazioni elementi a sostegno di un suo rafforzamento

  • 36839
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 30/11/2016
  • COMUNICATO STAMPA

Il piano di investimenti per l'Europa ha già dimostrato la sua utilità nell'incoraggiare un aumento sostenibile degli investimenti in tutti gli Stati membri. Dati i risultati concreti raggiunti da quando, due anni fa, la Commissione ha annunciato il piano di investimenti, il Presidente Jean Claude Juncker ha presentato nel suo discorso sullo stato dell'Unione del 14 settembre una proposta per rafforzare il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) al fine di stimolare ulteriormente gli investimenti.
A tale proposta hanno fatto seguito tre valutazioni, tra cui una valutazione indipendente prevista quando è stato istituito il FEIS.  

I risultati delle tre valutazioni, che alimenteranno il dibattito legislativo con il Parlamento europeo e gli Stati membri in merito alla proposta della Commissione, sono trattati nella proposta della Commissione che punta a raddoppiare la durata e la capacità del FEIS estendendo, in una prima fase, la sua durata sino alla fine del 2020 ed aumentando l'importo totale degli investimenti da 315 miliardi di euro ad almeno 500 miliardi di euro. La proposta presta già maggiore attenzione all'addizionalità, ai contributi del settore privato e all'aumento della trasparenza nella selezione dei progetti.

Tutte e tre le valutazioni rilevano l'esistenza di un alto potenziale nello sviluppo di nuove forme di cooperazione tra il FEIS e altre fonti di finanziamento dell'UE. La proposta della Commissione sottolinea, inoltre, i potenziali benefici derivanti dalla combinazione del FEIS con altri fondi dell'UE e dai cofinanziamenti delle banche di promozione nazionali (NPB), che costituiscono modalità essenziali per migliorare la copertura geografica del FEIS, in particolare per rafforzare il Fondo nelle regioni meno sviluppate e di transito. Il sostegno a queste regioni, tra l'altro, è quindi esteso con un riferimento esplicito a qualsiasi industria che altrimenti non sarebbe compresa negli obiettivi generali del FEIS. Al fine di creare una disponibilità costante di progetti e di piatteforme di investimento e per aumentare la combinazione di diversi fondi dell'UE, la proposta comprende anche miglioramenti del polo europeo di consulenza sugli investimenti.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea