• Condividi su Facebook

Rendimento economico e ritorno sociale: "La finanza di impatto per i cambiamenti climatici"

  • 41204
  • ASTER 03/04/2018
  • PUBBLICAZIONE

AICCON, con il supporto del Forum per la Finanza Sostenibile, di cui ASTER è socio e grazie al supporto di Climate-KIC, ha pubblicato recentemente un rapporto sulla finanza di impatto per i cambiamenti climatici.

La crescente attenzione del mondo della finanza per modelli di investimento che guardino con attenzione agli impatti generati è recentemente stato confermato dalla nuova “strategia” individuata da uno dei più grandi fondi di investimento USA, BlackRock. Gli investimenti responsabili, sostenibili e in particolare quelli a impatto, sono in costante aumento nel contesto europeo e nazionale: basti pensare che la stima del valore degli investimenti che seguono criteri ESG è di più di 700 miliardi di euro, pari al 5% del PIL dell’Area Euro.

Tre sono gli elementi di contesto che rendono necessario un interesse verso questa tipologia di investimenti:

  • l’attenzione posta sugli investimenti in infrastrutture sociali in Europa, con la pubblicazione del report a cura di una High Level Task Force della Commissione Europea;
  • l’intenzione di rendere più sostenibili gli investimenti, come emerge dal rapporto sulla finanza sostenibile del High Level Expert Group della Commissione Europea;
  • la previsione di modelli di finanza a impatto per le startup e l’imprenditoria sociale, attraverso l’integrazione di strumenti integrati tra fondi ESIF e EFSI. In tal senso, il Social Impact Accelerator è una delle iniziative di punta del Fondo Europeo degli Investimenti.


Il particolare contesto della finanza di impatto da solo conta più di 100 miliardi di euro di investimenti in asset strategici per lo sviluppo del territorio. Questa particolare categoria di investimenti è guidata da alcuni principi chiave, con l’obiettivo di generare un impatto sociale misurabile e compatibile con un rendimento economico:

  • l’intenzionalità dell’investitore di generare un impatto sociale;
  • l’aspettativa di un rendimento economico che motiva l’investitore;
  • la flessibilità del tasso di rendimento atteso che può posizionarsi al di sotto del livello medio di mercato o allinearsi ai rendimenti di mercato;
  • la varietà degli strumenti finanziari utilizzati e delle forme di intervento che spaziano dal debito all’equity puro;
  • la misurabilità dell’impatto, fondamentale per assicurare trasparenza e accountability.


Per il contesto italiano, alcune stime parlano di un mercato potenziale di offerta di capitali per investimenti in finanza di impatto pari a 250 miliardi di euro.

Quadro di finanziamento
  • EIT Climate KIC : Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione sul Clima (Climate KIC) nell'ambito dell'Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT)
Area di interesse
  • Territorio nazionale