• Condividi su Facebook

Coronavirus: 3 milioni di euro della Commissione Europea per contrastarlo con il supercalcolo

  • 46880
  • ART-ER 12/03/2020
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

Exscalate4coronavirus: la piattaforma di supercalcolo italiana al lavoro per contrastare il COVID-19

Tra i 17 progetti selezionati dalla Commissione europea nell'ambito del programma Horizon 2020 figura anche il progetto Exscalate4coronavirus (E4C), guidato da Dompè Farmaceutici e che vede tra i partner anche il Cineca e l'Associazione BigData dell’Emilia-Romagna.

Il consorzio pubblico-privato Exscalate4CoV (E4C), a trazione italiana, si è aggiudicato 3 milioni di euro del bando della Commissione Europea per progetti di ricerca sul Coronavirus nell’ambito del programma quadro Horizon 2020.

Al centro del progetto Exscalate vi è la piattaforma di supercalcolo più performante al mondo, capace di valutare 3 milioni di molecole al secondo, da una “biblioteca chimica” di 500 miliardi di molecole. 

Obiettivo: selezionare le molecole più promettenti per contrastare l’attuale epidemia e strutturare un modello operativo di intervento efficace ed efficiente a livello europeo per eventi analoghi. I risultati saranno messi a disposizione della comunità scientifica.

Finanziamenti UE contro il COVID-19

L'invito a manifestare interesse contro il COVID-19 è stato pubblicato dalla Commissione europea a gennaio nell'ambito di H2020 con un budget iniziale di 10 milioni di €, cui si sono aggiunti altri 37,5 milioni di € a supporto della ricerca urgente sullo sviluppo di un vaccino per il COVID-19 e sulla cura e la diagnostica.

L'aumento di budget ha permesso la selezione di 17 progetti, tra le 91 proposte pervenute, che coinvolgono 136 gruppi di ricerca di ogni parte dell'UE e non solo, che inizieranno a lavorare allo sviluppo di vaccini, nuove cure, test diagnostici e sistemi medici per impedire la diffusione del coronavirus. 

Inoltre, il 3 marzo la Commissione ha pubblicato anche un bando straordinario della Innovative Medicine Initiative dedicato al Coronavirus (COVID-19), in particolare al "Development of therapeutics and diagnostics combatting coronavirus infections". Il bando, che ha la scadenza per la presentazione delle proposte al 31 marzo prossimo, ha l'obiettivo di identificare nuovi agenti terapeutici e di sistemi diagnostici precoci efficaci e affidabili. L'IMI è un partenariato pubblico-privato tra la Commissione e l'industria farmaceutica. Il budget messo a disposizione dal programma IMI per questo bando è pari a 45 milioni di € e un impegno simile è atteso dall'industria farmaceutica in modo che l'investimento totale possa raggiungere i 90 milioni di €.

Ciò significa che l'importo totale del finanziamento per la ricerca sul coronavirus, mobilitato da Horizon 2020 e dall'industria attraverso l'IMI, potrebbe raggiungere quasi € 140 milioni.

Link
Quadro di finanziamento
  • HORIZON 2020 : HORIZON 2020 Programma Quadro di Ricerca e Innovazione (2014-2020)
Area di interesse
  • Unione Europea