• Condividi su Facebook

Covid-19: si complicano i negoziati sul bilancio europeo 2021-2027

  • 47027
  • VARIE - UE 31/03/2020
  • INFORMAZIONE

Si fanno ancora più difficili le negoziazioni sul futuro budget europeo a lungo termine, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 che impegna le agende di tutti i governi europei e rende imprevedibile la situazione dei prossimi mesi.

La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che presenterà una nuova proposta per il budget 2021-2027 al fine di mantenere le finanze in equilibrio dopo la crisi Covid-19. Questa proposta includerebbe anche un piano di recupero per far fronte all’inevitabile shock economico che seguirà l’emergenza.

Tuttavia le negoziazioni, già normalmente complesse, sono rese più difficoltose dalle priorità che gli Stati membri stanno affrontando a livello interno. Le possibilità di approvazione del bilancio di 1.095 miliardi di euro sono al momento limitate.

Secondo i termini dell'attuale Quadro Finanziario Pluriennale (QFP), la Commissione ha la facoltà di prorogare il bilancio per almeno un anno. In pratica, ciò significa che, a parte il Regno Unito che ha lasciato l'UE a gennaio, i 27 Stati membri verserebbero nel bilancio dell'UE una quota con la stessa formula del PIL del 2020, pertanto la ricerca otterrebbe la stessa quota dell'anno in corso.

L'opzione di una proroga di un anno non richiederebbe alcuna legislazione speciale oltre alla normale procedura di bilancio annuale. Pertanto, Parlamento, Consiglio e Commissione potrebbero prorogare la decisione sul QFP, ma potrebbero autorizzare insieme un bilancio per il 2021.

Se necessario, questo processo potrebbe arrivare a conclusione entro la fine del 2020.

Un'altra opzione potrebbe essere che la Commissione operi di mese in mese a partire da gennaio 2021, reiterando le proroghe a seconda delle necessità. Ciò significherebbe che le nuove iniziative, come le Missions e le Partnerships in Horizon Europe non potranno avere avvio.

Ma i finanziamenti per i progetti esistenti continuerebbero e la Commissione avrebbe la possibilità di indirizzarli verso le nuove priorità politiche, come per il COVID-19 e il Green Deal.

Link
Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea