• Condividi su Facebook

Covid-19: il Parlamento approva l'Iniziativa CRII+ sulla flessibilità dei fondi strutturali e invita l'UE ad elaborare un piano per la ripresa

  • 47238
  • VARIE - UE 17/04/2020
  • POLITICA GENERALE

Nella sessione plenaria straordinaria del 17 aprile, il Parlamento europeo ha approvato con procedura d'urgenza l'Iniziativa d’investimento in risposta al coronavirus Plus (CRII+), proposta dalla Commissione lo scorso 2 aprile, che prevede misure aggiuntive per far sì che i fondi europei siano disponibili immediatamente e con una flessibilità eccezionale per combattere la pandemia Covid-19.

L'Iniziativa CRII+ comprende questi provvedimenti:

  • Flessibilità massima nell’uso dei fondi da parte degli Stati membri che potranno trasferire risorse tra i tre principali fondi di coesione (Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo sociale europeo e Fondo di coesione), tra categorie di regioni e tra aree prioritarie specifiche dei fondi.
  • Finanziamento al 100% dei programmi della politica di coesione relativi a Covid-19 a partire dal 1° luglio 2020 fino al 30 giugno 2021. Accelerazione dell'approvazione dei programmi e semplificazione delle revisioni contabili.
  • Prestiti e garanzie per gli agricoltori a condizioni favorevoli per coprire costi operativi fino a 200.000 euro. I finanziamenti non utilizzati per lo sviluppo rurale vengono inoltre liberati a favore della lotta al Covid-19. 
  • Misure specifiche per mitigare l'impatto nel settore della pesca e dell'acquacoltura
  • Misure a valere sul Fondo europeo di aiuto agli indigenti comprendenti la possibilità di finanziare la fornitura di dispositivi di protezione per lavoratori e volontari, il cofinanziamento temporaneo al 100% del bilancio dell'UE e misure più leggere di rendicontazione e di audit. 

Le misure entreranno in vigore nei prossimi giorni.

Inoltre, nella risoluzione parlamentare del 17 aprile, i deputati invitano l'Europa a mettere in atto un massiccio pacchetto di ripresa e ricostruzione da finanziare attraverso un aumento del bilancio UE a lungo termine, i fondi e gli strumenti finanziari europei esistenti, nonché con i "recovery bond" garantiti dal bilancio dell'UE. 

Il pacchetto di ripresa dovrà fondarsi sul Green Deal europeo e sulla trasformazione digitale per riuscire a rilanciare l'economia.

Tra le misure che i deputati auspicano vi sono la creazione dell'European Unemployment Reinsurance Scheme, del Coronavirus Solidarity Fund con un budget di almeno 50 miliardi di euro e dell'European Health Response Mechanism. Questi fondi sosterrebbero gli sforzi finanziari intrapresi dai sistemi sanitari degli Stati membri e aiuterebbero gli investimenti futuri per rafforzare questo settore, migliorando la preparazione a future emergenze simili. La risoluzione invita anche ad aumentare i finanziamenti europei alla ricerca sul vaccino.

I deputati insistono inoltre sull'apertura delle frontiere interne per garantire la circolazione di medicinali, dispositivi di protezione, dispositivi medici, alimenti e beni di prima necessità. Essi sottolineano la necessità di un approccio coordinato alla revoca del lockdown al fine di evitare una recrudescenza del virus.

Link
Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea