• Condividi su Facebook

Emergenza Covid-19: accordo tra BEI e Unicredit da 200 milioni a favore di PMI e Mid-cup

  • 48460
  • VARIE - UE 07/09/2020
  • INFORMAZIONE

UniCredit e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno concordato di fornire nuove risorse per stimolare la ripresa dell'economia colpita dalla pandemia.

I due istituti hanno appena firmato un accordo che vedrà la BEI stanziare 200 milioni di euro a favore di UniCredit per erogare prestiti a favore di PMI e Mid-cap.

La nuova linea di credito è stata concepita per far fronte all'attuale emergenza e può essere utilizzata per finanziare nuovi progetti di investimento per periodi fino a cinque anni e per coprire il fabbisogno di capitale circolante alla luce di questo periodo straordinario per l'economia italiana. Il finanziamento è destinato alle imprese di tutta Italia e di tutti i settori produttivi.

I fondi della BEI possono essere utilizzati per progetti con costi individuali fino a 25 milioni di euro. Possono coprire il 100% dei costi del progetto, a condizione che non superino i 12.5 milioni di euro.

UniCredit e la BEI hanno concordato di applicare a questa linea di credito per le imprese criteri di ammissibilità straordinari.

In particolare, i prestiti possono essere utilizzati per finanziare il capitale circolante, inclusi gli stipendi, gli oneri fiscali, i contributi pensionistici, i costi amministrativi e altri costi operativi, nonché le linee di credito multifunzionali, anche se si tratta di proroga o rinnovo di prestiti di capitale circolante. Rimangono escluse le sole operazioni puramente finanziarie e/o immobiliari.

La linea di credito integra il sostegno previsto dal Decreto italiano sulla liquidità, il che significa che i fondi della BEI possono essere combinati con la garanzia diretta del Fondo di garanzia per le PMI o di SACE (l'agenzia italiana per l'esportazione e l'internazionalizzazione), con evidenti benefici in termini di prezzo finale.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea