• Condividi su Facebook

COVID-19: raggiunto l'accordo tra Consiglio e Parlamento su REACT-EU

  • 49205
  • VARIE - UE 18/11/2020
  • POLITICA GENERALE

L'UE si impegna a mettere a disposizione degli Stati membri ulteriori risorse finanziarie per rafforzare la coesione e favorire la ripresa economica dalla pandemia COVID-19.

La Presidenza tedesca del Consiglio e il Parlamento europeo hanno raggiunto il 18 novembre un accordo politico su REACT-EU, un'iniziativa legislativa d'emergenza per liberare 47.5 miliardi di euro attraverso i fondi strutturali a favore degli Stati membri e delle regioni più duramente colpite. Questo finanziamento aggiuntivo verrà fornito dallo Strumento europeo per la ripresa.

Le risorse aggiuntive saranno disponibili nell'arco di due anni:

  • 37.5 miliardi di euro nel 2021
  • 10 miliardi di euro nel 2022

REACT-EU, acronimo di Recovery Assistance for Cohesion and the Territories of Europe, è destinato principalmente a sostenere i servizi sanitari, l'occupazione e le piccole e medie imprese, stimolando al contempo la doppia transizione verde e digitale.

Poiché le regioni e i settori sono stati colpiti in varia misura dalla pandemia, gli Stati membri avranno un'eccezionale flessibilità nell'utilizzo delle risorse, compreso il trasferimento di denaro tra fondi strutturali, programmi e categorie di regioni. 

Data l'urgenza della situazione, gli Stati membri possono richiedere fino al 100% dei finanziamenti UE, a differenza di altri programmi di coesione che richiedono contributi nazionali.

Inoltre, il tasso di prefinanziamento iniziale del 2021, il pagamento anticipato all'inizio di un programma, sarà pari all'11% della somma totale dedicata a quel programma.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea