• Condividi su Facebook

UE - Corea del Sud: accordo per sviluppare un trattamento COVID-19 con il Raloxifene

  • 49299
  • VARIE - UE 18/11/2020
  • INFORMAZIONE

Tre istituti di ricerca coreani, il Gyeonggido Business and Science Accelerator (GBSA), il National Korean Institute of Health (NIH) e il Korea Institute of Science and Technology Information (KISTI) e due organizzazioni di ricerca finanziate dall'UE, la Dompe Farmaceutici e il Centro nazionale italiano di supercalcolo CINECA, hanno firmato una lettera di intenti e concordato di intraprendere una ricerca congiunta con l'obiettivo di accelerare lo sviluppo di un trattamento per il COVID-19. Ciò fa seguito a ricerche indipendenti condotte da entrambe le parti, compreso l'uso di supercomputer, che hanno concluso che il Raloxifene è efficace nel trattamento COVID-19.

Dal lato europeo, Exscalate4CoV, un consorzio finanziato dall'UE che utilizza il supercalcolo europeo, ha annunciato nel giugno 2020 che il Raloxifene, un farmaco generico registrato, potrebbe essere un trattamento efficace per il coronavirus. La Commissione europea sostiene il consorzio E4C con una sovvenzione di 3 milioni di euro attraverso il programma quadro di ricerca Horizon 2020 e con una sovvenzione aggiuntiva di 1 milione di euro per le sperimentazioni cliniche attraverso lo European Emergency Support Instrument. Attualmente, queste sperimentazioni cliniche sono in corso in Italia, al fine di convalidare la sicurezza e l'efficienza del Raloxifene nel bloccare la replicazione del virus nelle cellule.

Dal lato sudcoreano, le organizzazioni di ricerca finanziate dal governo stanno sviluppando trattamenti per il COVID-19 utilizzando supercomputer. Nel giugno 2020, il GBSA ha annunciato i risultati di uno studio congiunto con la Korea Disease Control and Prevention Agency (KDCA) che ha confermato gli effetti soppressivi del Raloxifene sul virus COVID-19. A ottobre, la GBSA ha presentato al Ministero coreano per la sicurezza alimentare e farmaceutica un piano di ricerca per la sperimentazione clinica del Raloxifene, aspettandosi di ricevere l'autorizzazione ad iniziare la sperimentazione molto presto.

In base all'accordo, le organizzazioni partecipanti di entrambe le parti si scambieranno informazioni sui piani di sperimentazione clinica e non clinica e sulle caratteristiche del Raloxifene, nonché su altre molecole antivirali COVID-19 scoperte attraverso l'analisi al supercomputer.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea