• Condividi su Facebook

Industria 5.0: verso un'industria più sostenibile, resiliente e incentrata sull'uomo

  • 49682
  • VARIE - UE 07/01/2021
  • POLITICA GENERALE

La ripresa dell'Unione europea richiede l'accelerazione della doppia transizione verde e digitale, in modo da costruire una società e un'economia più sostenibili e resilienti. L'industria è uno dei principali motori di questa doppia transizione. Il rapporto "Industria 5.0" pubblicato oggi [7 gennaio 2021] riconosce la capacità dell'industria di raggiungere gli obiettivi della società al di là dell'occupazione e della crescita per diventare un fornitore resiliente di prosperità, facendo sì che la produzione rispetti i confini del nostro pianeta e ponendo il benessere del lavoratore nelle industrie al centro del processo produttivo.

Il rapporto descrive i principali elementi costitutivi dell'approccio dell'Industria 5.0, espone i principali benefici per i lavoratori, così come per l'industria stessa, e fornisce una mappatura dei progetti di ricerca e innovazione in corso e conclusi che sono pertinenti rispetto ai temi di Industria 5.0.

Industry_5.0

Tra gli elementi principali:

  • Affinché l'industria possa continuare a portare prosperità all'Europa, deve ora diventare l'acceleratore e il catalizzatore del cambiamento e dell'innovazione. L'industria 5.0 contribuisce all'aggiornamento tecnologico necessario all'industria per affermare il suo scopo come fornitore di soluzioni per la nostra società e come luogo di lavoro attraente per i giovani talenti in cerca di una vita professionale proficua.
  • La digitalizzazione offre all'industria opportunità senza precedenti. Le tecnologie digitali come l'intelligenza artificiale (IA) o la robotica consentono un'innovazione radicale del luogo di lavoro e un'ottimizzazione delle interazioni uomo-macchina. Sviluppando tecnologie innovative che tengano al centro l'uomo, l'Industria 5.0 può sostenere e potenziare, piuttosto che sostituire, i lavoratori, aumentando la resilienza delle industrie e rendendole più sostenibili.
  • Rendere l'economia più verde è l'altra faccia della medaglia. Il "Green Deal" avrà successo con l'industria europea che assumerà un forte ruolo di leadership. Gli obiettivi ambientali comuni possono essere raggiunti solo incorporando nuove tecnologie e ripensando i processi produttivi in relazione agli impatti ambientali. L'industria deve dare l'esempio nella transizione Green.
  • Un'industria trasformata avrà anche un impatto sulla società. Questo è particolarmente vero per i lavoratori dell'industria, che possono vedere il loro ruolo cambiato, essendo necessarie nuove competenze. La transizione all'Industria 5.0 richiederà un'azione in tutta una serie di settori.

Questo rapporto segna l'inizio di un processo di co-creazione con tutte le parti interessate, comprese le parti sociali a livello europeo, nazionale, regionale e locale, per rendere reale un'industria 5.0 sostenibile, resiliente e incentrata sull'uomo.

L'Industria 5.0 integra ed estende Industria 4.0. Mette in evidenza aspetti che saranno fattori decisivi, non solo economici o tecnologici, per il posto dell'industria nella futura società europea. Questi fattori hanno anche una dimensione ambientale, sociale e di diritti fondamentali. L'Industria 5.0 non deve essere intesa come una continuazione cronologica del paradigma dell'Industria 4.0 esistente, né come un'alternativa ad esso. È il risultato di un esercizio lungimirante che aiuta ad inquadrare il modo in cui l'industria europea e le tendenze e le esigenze emergenti della società possono coesistere. Il rapporto alimenta il più ampio dibattito sulla trasformazione industriale.

 

Link
Area di interesse
  • Unione Europea