• Condividi su Facebook

L'intelligenza artificiale nel sistema sanitario europeo

  • 50014
  • VARIE - UE 03/02/2021
  • INFORMAZIONE

L'utilizzo delle applicazioni di intelligenza artificiale (AI) nel settore sanitario è in rapido aumento nell’UE, che nel panorama internazionale si posiziona leggermente dietro la Cina, ma alla pari con gli Stati Uniti.

La pandemia COVID-19 ha accelerato l’adozione di tecnologie di IA in ambito sanitario, fondamentali per esempio per lo sviluppo di applicazioni per tracciare i contatti in tempo reale e monitorare così la diffusione del virus o per la produzione di nuovi vaccini.

Secondo uno studio del JCR, l'UE è in grado di garantire elevati standard globali di IA nel settore sanitario in materia di sicurezza, affidabilità, trasparenza e responsabilità. A tal fine, la Commissione europea sta preparando un pacchetto completo di misure per affrontare le questioni poste dall'introduzione dell'IA, compreso un quadro giuridico europeo per tutelare i diritti e affrontare i rischi e le responsabilità delle nuove tecnologie.

Sempre secondo l’analisi del JRC, l'Europa investe nelle aziende biotecnologiche e dispone così di un ecosistema di ricerca e innovazione forte e diversificato nel settore "IA e salute". Infatti, attraverso il programma quadro di R&I dell’UE, il finanziamento di progetti di IA nel settore sanitario è aumentato nel tempo, raggiungendo oltre 100 milioni di euro nel 2020.

Un esempio è BioNTech, una delle prime aziende ad aver sviluppato un vaccino efficace contro il COVID-19, che ha beneficiato dei finanziamenti UE per un valore di quasi dieci milioni di euro, dimostrando la forza delle capacità di ricerca e innovazione dell'Europa per generare soluzioni innovative e rivoluzionare il settore.

Inoltre, l'analisi del JRC suggerisce che per sfruttare appieno il potenziale dell'IA europea nel settore sanitario, l'Europa ha bisogno di creare un sistema che consenta di tradurre i risultati della ricerca in prodotti commerciabili e di sostenerne poi la commercializzazione.

Il settore sanitario europeo dispone di una vasta gamma di dati industriali, di ricerca e del settore pubblico in grado di alimentare lo sviluppo di modelli di intelligenza artificiale e fondamentali per affrontare la concorrenza di grandi piattaforme digitali che stanno entrando nel mercato sanitario europeo. Tuttavia, l'attuale frammentazione degli archivi di dati europei e le norme sulla protezione dei dati rendono difficile per gli operatori industriali utilizzare dati sanitari sensibili.

L'implementazione dello Spazio europeo dei dati sulla salute mira ad affrontare tali sfide per garantire la raccolta, l’utilizzo, l’interoperabilità e la circolazione transfrontaliera di dati sanitari di alta qualità in un ambiente sicuro.

In conclusione, nonostante il progresso registrato, rimangono ancora alcune sfide che l’UE deve affrontare per diventare leader globale nel settore.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea