• Condividi su Facebook

Europa e Russia individuano gli ambiti di cooperazione nella ricerca spaziale

  • 5802
  • CORDIS - NEWS 29/01/2003
  • POLITICA GENERALE
Alcuni rappresentanti del settore spaziale russo ed europeo si sono incontrati a Mosca il 23 e 24 gennaio per identificare le aree dei progetti di ricerca comunitari entro le quali le organizzazioni russe potrebbero partecipare. In un'intervista concessa al Notiziario CORDIS, Hartwig Bischoff dell'Unità per la ricerca spaziale della Commissione ha affermato che l'esito della manifestazione ha superato le aspettative. Inizialmente, infatti, era attesa la partecipazione di 80 organizzazioni russe e 60 dell'Europa occidentale, ma in realtà circa 180 organizzazioni hanno rappresentato il paese ospitante e 120 sono giunte dal resto d'Europa. I partecipanti si sono dimostrati ben preparati, a giudizio dei moderatori, e sono stati avviati nuovi contatti che potrebbero condurre all'integrazione dei progetti di ricerca, soprattutto per quanto riguarda le iniziative Galileo (navigazione satellitare) e GMES (Monitoraggio globale dell'ambiente e della sicurezza). Bischoff ha affermato che, sebbene fossero già a conoscenza della professionalità esistente in Russia, i ricercatori dell'Europa occidentale sono rimasti colpiti dalla portata delle competenze, soprattutto dei nuovi istituti. Il sesto programma quadro dell'UE (6PQ) offre opportunità di cooperazione fra l'Europa e la Russia nell'ambito della ricerca spaziale, soprattutto nei settori della navigazione satellitare, del monitoraggio globale dell'ambiente e della sicurezza, delle comunicazioni satellitari, delle scienze fisiche e biologiche nel contesto spaziale e dell'esplorazione umana e robotizzata. Nell'ambito del 6PQ, saranno stanziati circa 1,075 miliardi di euro a favore della ricerca aerospaziale. 'Non intendiamo costruire una fortezza scientifica e tecnologica europea. Anzi, il nostro obiettivo è realizzare uno Spazio europeo della ricerca aperto al mondo e alla cooperazione con gli scienziati e l'industria russa sulle questioni spaziali, fattore di indubbio interesse reciproco', ha dichiarato il commissario europeo per la Ricerca Philippe Busquin. Il workshop è stato organizzato dalla Commissione europea, dall'Agenzia spaziale russa (Rosaviakosmos) e dall'Agenzia spaziale europea (ESA). Bischoff ha dichiarato al Notiziario CORDIS che la Commissione vorrebbe far proseguire il dibattito del workshop sul sito web per la ricerca spaziale euro-russa. Per ciascuno dei sei ambiti individuati durante l'incontro di Mosca si spera di creare dei gruppi di lavoro.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP- AEROSPACE : Aeronautica e spazio: priorità tematica 4 nell'ambito del gruppo di attività 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro