• Condividi su Facebook

Il sistema Galileo contribuisce a rafforzare il partenariato euro-mediterraneo

  • 6024
  • CORDIS - NEWS 26/02/2003
  • INFORMAZIONE
Diversi funzionari e dirigenti d'impresa dell'UE e della regione mediterranea hanno tenuto un incontro per identificare gli ambiti di interesse comune nel settore dei sistemi globali di navigazione satellitare (GNSS). Il primo seminario euromediterraneo sui sistemi GNSS, organizzato dalla Commissione europea al Cairo dal 16 al 17 febbraio, rientra in una serie di iniziative finalizzate a rafforzare il partenariato tra l'UE e la regione mediterranea grazie ai sistemi globali di navigazione satellitare. I partner mediterranei dell'UE, che fanno parte del progetto MEDA, sono il Marocco, l'Algeria, la Tunisia, l'Egitto, Israele, la Giordania, l'Autorità palestinese, il Libano, la Siria, la Turchia, Cipro e Malta. La manifestazione è riuscita ad aumentare la sensibilizzazione dei decisori e dei rappresentanti dell'industria in merito alle applicazioni potenziali del sistema europeo di navigazione satellitare Galileo nella regione mediterranea, favorendo l'inizio di molti contatti utili. A seguito del seminario, si stanno avviando attività di dimostrazione e formazione e si stanno svolgendo dibattiti per istituire nella regione un ufficio di cooperazione incentrato sulle attività GNSS. Diversi paesi hanno avanzato la propria candidatura per ospitarlo. Esaminando gli ambiti in cui la tecnologia satellitare potrebbe apportare benefici alla regione, i partecipanti si sono concentrati su settori come la sicurezza dei trasporti, l'agricoltura, la pesca, la gestione delle acque, l'industria mineraria e il commercio. Le collaborazioni attuali e future nell'ambito dei sistemi GNSS comprendono:
  • i voli di prova MIDAN effettuati all'aeroporto del Cairo, che hanno dimostrato le capacità dei sistemi europei di navigazione satellitare;
  • i servizi GNSS che dovranno coprire le zone marittime del Mediterraneo meridionale;
  • il progetto AMED per sviluppare una piattaforma di simulazione aerea destinata a localizzare pescherecci e fuoriuscite di petrolio in tutta la regione;
  • programmi congiunti per estendere l'attuale servizio EGNOS nella zona del Mediterraneo occidentale comprendente paesi come l'Algeria, il Marocco, la Spagna, la Francia e il Portogallo.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP- AEROSPACE : Aeronautica e spazio: priorità tematica 4 nell'ambito del gruppo di attività 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro