• Condividi su Facebook

La Commissione annuncia che UE e USA sono 'ad un passo' dall'accordo sull'interoperabilità del sistema Galileo

  • 6243
  • CORDIS - NEWS 20/03/2003
  • INFORMAZIONE
Il commissario europeo per l'Energia e i Trasporti Loyola de Palacio ha affermato che le discussioni fra l'UE e gli Stati Uniti sull'interoperabilità dei sistemi di navigazione satellitare Galileo e GPS si trovano in una fase avanzata e che si è ormai prossimi ad un accordo. Il Commissario, inoltre, ha avvertito gli Stati membri che, nel caso in cui essi non superassero le divergenze in merito al finanziamento del progetto, la possibilità di rispettare la data del lancio operativo del sistema, fissata per il 2008, risulterebbe compromessa. 'Le difficoltà attualmente esistenti fra alcuni Stati membri in seno all'Agenzia spaziale europea [ESA] non forniscono un'impressione positiva dell'avanzamento del programma [Galileo]', ha dichiarato la de Palacio. Il Commissario ha espresso il proprio rammarico per l'atteggiamento negativo dimostrato dai paesi dell'UE nel momento in cui si è cercato di trovare una soluzione alle loro differenze, soprattutto alla luce del fatto che tutti hanno riconosciuto l'importanza del programma Galileo e la necessità di procedere rapidamente alla sua attuazione. Secondo la de Palacio, tuttavia, tali ostacoli saranno superati. A sostegno della propria opinione, il Commissario ha ricordato che, malgrado l'attuale periodo di declino economico e di contrazione della spesa, l'impasse è dovuta non ad una mancanza, bensì ad un'eccedenza di fondi: '[...] una dimostrazione, se ancora fosse necessaria, dell'importanza che gli Stati membri attribuiscono al progetto'. La de Palacio ha espresso tali osservazioni in occasione della giornata informativa su Galileo tenutasi il 18 marzo a Bruxelles, organizzata a favore de rappresentanti delle industrie che nutrono un interesse per il progetto. Grazie a questa manifestazione, ha affermato il Commissario, 'per la prima volta abbiamo assistito ad un dialogo fra tutti gli attori coinvolti'. La de Palacio, inoltre, ha illustrato i progressi che la Commissione ha compiuto nelle ultime settimane, spiegando che è stata la prova dell'esistenza di una volontà politica a fare dell'UE uno dei principali attori nel settore della navigazione satellitare per il XXI secolo. Il Commissario ha rivolto un messaggio diretto al pubblico: 'La volontà politica non basta. Dev'essere sostenuta dallo slancio fornito dalle imprese europee, in particolare da quelle che voi oggi rappresentate e che possiedono le capacità di costruire il sistema, garantirne il funzionamento e, soprattutto, sviluppare i necessari servizi che lo accompagneranno'. Grazie ad una comunicazione della Commissione sul progetto Galileo, il Consiglio dei ministri ha potuto definire i servizi da includere nei primi bandi di gara, i quali, ha reso noto la de Palacio, saranno pubblicati entro breve sia dall'ESA che dall'impresa congiunta per il progetto Galileo.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP- AEROSPACE : Aeronautica e spazio: priorità tematica 4 nell'ambito del gruppo di attività 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro