• Condividi su Facebook

UE e Russia rafforzano la cooperazione spaziale

  • 6268
  • CORDIS - NEWS 21/03/2003
  • POLITICA GENERALE
Il 19 marzo, il commissario europeo per la Ricerca Philippe Busquin e il direttore generale dell'agenzia spaziale russa (Rosaviakosmos) Yuri Koptev, hanno compiuto un passo avanti verso un ulteriore rafforzamento della cooperazione nel settore spaziale. Busquin ha invitato la Federazione russa a partecipare al comitato direttivo del programma satellitare GMES (monitoraggio globale per l'ambiente e la sicurezza) , mentre Koptev ha reso disponibile l'accesso ai dati rilevati dai satelliti russi di osservazione della Terra. Durante l'incontro, tenutosi a Bruxelles, Busquin e Koptev hanno discusso della collaborazione, attuale e futura, fra UE e Russia nel settore spaziale ed, in particolare, della necessità di una ricerca comune nell'ambito del programma GMES, dei lanciatori e dei sistemi di posizionamento satellitare Galileo e GLONASS. Busquin ha colto l'opportunità, inoltre, per esortare l'UE a trarre insegnamento dall'esempio russo. 'La cooperazione in campo spaziale offre vantaggi sia all'UE che alla Russia: si tratta di una scelta strategica di competitività industriale per entrambi i nostri paesi. L'Unione europea deve puntare a raggiungere l'autonomia in materia spaziale. I russi continuano a mantenere il primato in questo settore e la loro esperienza è preziosissima per noi'. Busquin ha sottolineato, tuttavia, che il trasferimento di conoscenze sarà reciproco: 'L'Europa dispone di un vasto know-how in materia di trasferimento tecnologico e di trasformazione delle tecnologie sviluppate per l'impiego nello spazio in applicazioni industriali e commerciali non spaziali. Per la prima volta, la Russia potrà partecipare a pieno titolo e su un piano di parità ai progetti comunitari nell'ambito del sesto programma quadro. Nel maggio del 2002 era già stato garantito il rafforzamento della cooperazione con la firma di una dichiarazione congiunta UE-Russia sulla cooperazione spaziale. L'accordo è stato concluso ai massimi livelli e siglato dal premier russo Vladimir Putin, dal presidente della Commissione Romano Prodi e dall'allora presidente di turno del Consiglio europeo José Maria Aznar.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP- AEROSPACE : Aeronautica e spazio: priorità tematica 4 nell'ambito del gruppo di attività 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro