• Condividi su Facebook

Nuovi finanziamenti per le reti transeuropee dell’energia e dei trasporti e per i programmi GALILEO e Marco Polo dal 2007 al 2013

  • 9614
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 15/07/2004
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA
La Commissione europea propone finanziamenti per oltre 22 miliardi di euro, ripartiti su sette anni, per le reti transeuropee dell’energia e dei trasporti, per il programma GALILEO e per il programma Marco Polo a favore del trasporto di merci con modi diversi dalla strada. «È giunto il momento di dotare l’Unione europea di risorse di bilancio sufficienti per incentivare gli investimenti pubblici e privati nelle grandi infrastrutture e nelle tecnologie chiave dell’energia e dei trasporti, con l’obiettivo di arrivare alla creazione di un vero mercato interno e di accrescere la competitività», ha sottolineato la signora de Palacio. Nell’ambito delle prossime prospettive finanziarie per il periodo 2007-2013, la Commissione propone una profonda revisione del bilancio delle reti transeuropee dell’energia e dei trasporti (RTE) e delle modalità di assegnazione degli aiuti finanziari. Per il settore dei trasporti, il regolamento proposto stanzia un bilancio di 20,35 miliardi di euro, concentrando gli aiuti su un numero limitato di progetti e autorizzando un tasso di incentivazione che in casi eccezionali potrà coprire il 50% del costo dei progetti transfrontalieri. Gli aiuti saranno subordinati al rispetto degli obiettivi in materia di riequilibrio modale e intermodalità. Verrà altresì chiarito il ruolo rispettivo della Commissione e degli Stati membri nella gestione degli aiuti. Il nuovo bilancio, in sensibile aumento rispetto al periodo precedente, permetterà di cofinanziare 30 progetti prioritari della rete RTE approvati dal Parlamento europeo e dal Consiglio il 29 aprile 2004[1] (per un costo totale di 225 miliardi di euro) nonché i programmi per la diffusione dei sistemi europei di gestione del traffico aereo e ferroviario. Considerando che entro il 2020 si prevede il raddoppio del traffico tra gli Stati membri, esso contribuirà a sostenere la crescita economica e l’incremento del PIL (fino allo 0,3% del PIL) nonché a ridurre del 4% le emissioni di CO2. Per il settore dell’energia, il regolamento prevede un bilancio di 340 milioni di euro per cofinanziare gli studi di fattibilità sui gasdotti e le interconnessioni elettriche necessari per completare il mercato interno e garantire la sicurezza dell’approvvigionamento. La Commissione ha presentato altri due regolamenti complementari:
  • Per sviluppare il programma esistente Marco Polo, destinato a riequilibrare il trasporto di merci trasferendolo dalla strada ad altri modi, è stato istituito il programma Marco Polo II, che prevede nuove azioni, tra cui le Autostrade del mare e le cosiddette «misure anti-traffico». Questo programma, per cui sono stati stanziati 70 milioni di euro per il periodo 2007-2013, è stato esteso agli Stati confinanti dell'UE. La Commissione ritiene che 1 euro di sovvenzione accordato nel contesto del programma Marco Polo genererà 6 euro di benefici per la società e l’ambiente.
  • È previsto uno stanziamento fino ad un miliardo di euro per contribuire finanziariamente all’avvio del sistema europeo di radionavigazione via satellite GALILEO, nelle fasi di diffusione e di gestione. A lungo termine, gli utili commerciali generati dall’impiego del sistema dovranno assicurare l’equilibrio finanziario.
Referente
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • 6FP- AEROSPACE : Aeronautica e spazio: priorità tematica 4 nell'ambito del gruppo di attività 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST
  • Marco Polo I : Marco Polo - Contributi finanziari comunitari destinati a migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto merci
Area di interesse
  • Unione Europea
Stanziamento in euro