• Condividi su Facebook

Il progetto SENIOR avvia il dibattito etico sulle ICT per gli anziani

  • 17434
  • CORDIS - NEWS 05/03/2008
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

progetto'Abbiamo bisogno di un'iniziativa globale che si occupi delle questioni dell'etica e della riservatezza delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione [ICT],' ha dichiarato il prof. Emilio Mordini al Notiziario CORDIS. Ma prima di imbarcarsi in un'impresa così colossale, il professore sta conducendo un'iniziativa minore, ma non per questo meno ambiziosa, che esamina le questioni sociali, etiche e di riservatezza delle soluzioni ICT destinate alla crescente popolazione degli anziani. Si tratta del progetto SENIOR finanziato dall'UE, che è stato ufficialmente avviato il 4 marzo.

Denominate Tecnologie di Assistenza (AT), queste tecnologie mirano a migliorare le attività quotidiane degli anziani, come anche delle persone disabili, per compensare la loro perdita di autosufficienza. Tuttavia, anche se da un lato queste tecnologie sono molto promettenti, dall'altro c'è il rischio che isolino ancora di più le persone che ne fanno uso.

'La tecnologia può alleviare il peso della dipendenza, permettendo alle persone di vivere autonomamente a casa o in un ambiente assistito,' ha detto il prof. Mordini al Notiziario CORDIS. 'Tuttavia, la tecnologia può anche minacciare seriamente l'autonomia e la dignità delle persone,' ha aggiunto.

Per queste ragioni il progetto mirerà a fornire una valutazione sistematica delle questioni sociali, etiche e di riservatezza coinvolte nelle ICT e nell'invecchiamento. Attraverso una serie di incontri tematici tra esperti, gli otto partner, provenienti dal settore accademico e da quello privato, analizzeranno per la prima volta le attuali tendenze tecnologiche per capire cosa si deve apprenderne, per poi pianificare le strategie future per governare le tendenze tecnologiche di domani.

Le tecnologie di sorveglianza sono solo una delle aree che sicuramente verranno sottoposte ad attenta valutazione da parte del consorzio del progetto. 'Le moderne tecnologie dell'informazione hanno aumentato le possibilità di sorveglianza. Nel campo dei servizi di assistenza, tecnologie di controllo importanti potrebbero essere, ad esempio, sensori posti sulle porte di uscita che avvisano se vi sono movimenti indesiderati o una forma di dispositivo elettronico che renda possibile la localizzazione degli anziani,' dice il prof. Mordini. 'Queste applicazioni pongono serie questioni etiche. Quale insieme di regole etiche e di riservatezza dovrebbe essere costruito per proteggere i cittadini anziani, a volte non in grado di dare il proprio assenso, dagli abusi dei ricercatori? Come si può assicurare il controllo degli utenti su questi sistemi?,' ci si chiede.

Oltre a valutare i rischi associati alle soluzioni ICT, il progetto mirerà anche a identificare i servizi e le soluzioni ICT che sono più importanti allo scopo di prevenire l'esclusione sociale, promuovendo l'inclusione delle persone anziane. Infine, esso pianificherà come i principi etici e di riservatezza possono essere integrati fin dall'inizio nella progettazione di queste nuove tecnologie.

Il principale risultato del progetto sarà un piano strategico, che, nelle speranze dei suoi autori, guiderà lo sviluppo e l'impiego futuri delle ICT per l'invecchiamento, incorporando allo stesso tempo i principi etici sulla riservatezza definiti dalla Carta dei diritti fondamentali dell'UE.


Fonte: Partecipazione del Notiziario CORDIS al seminario di lancio del progetto SENIOR

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-COOPERATION : COOPERAZIONE: programma specifico del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP-ICT : TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: priorità tematica 3 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
  • 7FP : VII PROGRAMMA QUADRO DELLA COMUNITA' EUROPEA PER LE ATTIVITA' DI RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E DIMOSTRAZIONE
Area di interesse
  • Unione Europea