• Condividi su Facebook

Il progetto INTERESTED rende le cose realtà

  • 19422
  • CORDIS - NEWS 12/03/2009
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

logoIl settore informatico è costantemente alla ricerca di sistemi innovativi e all'avanguardia che possano soddisfare i requisiti adatti a creare prototipi di sistemi embedded, per esempio sistemi computerizzati a fini specifici ideati per svolgere una o più funzioni dedicate, spesso con vincoli informatici in tempo reale. Il progetto INTERESTED ('Interoperable embedded systems: tool-chain for enhanced rapid design, prototyping and code generation'), che ha ricevuto un finanziamento pari a quasi 5,4 milioni di euro nell'ambito della tematica dedicata alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) del Settimo programma quadro (7°PQ), opera proprio a questo scopo.

Partito nel gennaio del 2008, INTERESTED realizzerà il primo tool reference development environment europeo. L'obiettivo perseguito dal consorzio è di creare una tool chain integrata e aperta che riunisca lo sviluppo dei sistemi embedded e del relativo software. Il risultato finale dovrebbe essere una reference tool chain sicura, altamente affidabile ed efficiente, che permetta di dimezzare i costi di utilizzo e manutenzione. Secondo quanto affermato dai partner del progetto, la reference tool chain dovrebbe essere disponibile entro il dicembre 2010.

Il consorzio comprende fornitori europei di strumenti embedded (tra i quali figurano la Commissione francese per l'energia atomica e la britannica Artisan Software Tools), alcuni utenti di questi strumenti (per esempio la divisione tedesca di Siemens Mobility e l'italiana Magneti Marelli Powertrain) e una serie di industrie del settore aerospaziale, automobilistico e ferroviario chiamate a convalidare la reference tool chain in progetti e applicazioni reali. Nell'ambito di questo progetto il consorzio offrirà, inoltre, l'interoperabilità con le soluzioni di progettazioni commercial off-the-shelf, con le soluzioni di tipo open source nonché con quelle elaborate direttamente dagli utenti.

La tool chain del progetto INTERESTED assimilerà gli strumenti embedded in tre specifici domini di progettazione: progettazione del sistema e del software, networking e piattaforma di esecuzione e analisi del codice e delle temporizzazioni. I partner ritengono che questi domini coprano tutti gli aspetti della realizzazione dei sistemi embedded e del software come, ad esempio, la verifica e la generazione del codice attraverso il networking e le piattaforme di esecuzione RTOS (real-time operating system) fino ad arrivare alla verifica del software hardware dependent e la generazione del relativo codice.

'Il progetto INTERESTED semplificherà il processo di transizione dall'insieme di strumenti isolati, preposti ad automatizzare singolarmente funzioni particolari, verso una reference tool chain complessiva costituita da strumenti interoperabili e integrati in grado di supportare i principali processi necessari per lo sviluppo di sistemi embedded e del relativo software,' ha spiegato Eric Bantegni, direttore di Esterel Technologies nonché coordinatore del progetto. 'Questo comprende sia l'identificazione delle necessità del cliente, che l'effettiva integrazione del codice nell'applicazione di destinazione, inclusi il processo di verifica e di convalida.'

Secondo le fonti il consorzio ha dichiarato che la reference tool chain verrà innanzitutto impiegata dalle aziende che nel processo di sviluppo di complessi sistemi embedded di sicurezza o destinati ad attività 'importanti', sono tenute a soddisfare requisiti di controllo di qualità molto severi, proprio perché i sistemi da loro sviluppati rappresentano la logica di processo per sistemi durevoli che influiscono quotidianamente sull'attività di persone e imprese, spaziando dal settore aerospaziale, fino ad arrivare ai sistemi automobilistici e ai mercati finanziari.

Spesso queste aziende devono soddisfare i requisiti dei processi formali di certificazione, tra i quali la norma IEC 61508 per l'industria, la norma IEC 60880 per le centrali elettriche e il futuro standard di sicurezza automobilistica ISO 26262.

James B. Gambrell, amministratore delegato di Artisan Software Tools ha affermato: 'Il progetto INTERESTED risponderà ai requisiti relativi alla tool chain delle principali società europee operative in numerosi settori industriali, la cui posizione di leadership sulla scena internazionale dipende in misura crescente dalla creazione di sistemi embedded complessi e del relativo software.'

Al progetto partecipano anche UNIS (Repubblica ceca), Symtavision GmbH (Germania), Airbus France SAS (Francia) e Evidence Srl (Italia).

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ICT : TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: priorità tematica 3 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea