• Condividi su Facebook

Progetto finanziato dall'Unione europea accresce l'affidabilità e l'adattabilità dei software di nuova generazione

  • 19437
  • CORDIS - NEWS 16/03/2009
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

logoÈ appena partito un progetto finanziato dall'Unione europea per la progettazione e la manutenzione di sistemi software che siano affidabili e caratterizzati da una considerevole vita d'esercizio. Il progetto HATS ('Highly adaptable and trustworthy software using formal models') ha ricevuto un finanziamento di 5,27 milioni di euro nell'ambito dell'area tematica dedicata alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione del Settimo programma quadro (7°PQ).

La richiesta relativa allo sviluppo di software è significativa. Considerati i costi per lo sviluppo di grandi programmi di software, come quelli impiegati nel quadro dei servizi commerciali e governativi online, è necessario che questi programmi siano sicuri e abbiano una lunga vita d'esercizio. Inoltre, alla luce dell'importanza crescente rivestita dagli stessi nelle infrastrutture della società moderna, la loro affidabilità, vale a dire la loro funzionalità e la loro conformità alle politiche di sicurezza, riveste un ruolo essenziale.

Oltre a dover essere utilizzabili per un lungo periodo di tempo, questi programmi devono soddisfare un consistente numero di requisiti e condizioni, devono essere flessibili rispetto alla variabilità degli ambienti lavorativi e finanziari e devono avere un'elevata adattabilità in modo da rispondere alle esigenze di ogni singola azienda, a prescindere dalle dimensioni di quest'ultima. I programmi attualmente più diffusi si basano su milioni di linee di codice, caratteristica che rende impossibile l'analisi autonoma della struttura del programma nella sua complessità nonché l'anticipazione di tutte le possibili interazioni dello stesso.

Gli approcci impiegati oggi per riutilizzare e mantenere i diversi componenti di un software non sono adeguati a rispondere alle future esigenze delle applicazioni di servizi commerciali, sanitari e governativi online. Nel corso dei prossimi tre anni, i ricercatori del progetto HATS si dedicheranno a risolvere le sfide poste ai fini di garantire sicurezza, flessibilità e affidabilità dei codici che stanno alla base dei grandi programmi di software.

Secondo quanto affermato dai partner, guidati dal politecnico Chalmers (Svezia), non è sufficiente estendere a questi programmi le attuali impostazioni delle pratiche formali. Il consorzio auspica di riuscire a creare una piattaforma per lo sviluppo di metodologie e strumenti che possano consentire agli ideatori di automatizzare il processo di manutenzione dei software in costante sviluppo.

HATS si concentrerà inoltre sull'aspetto della sicurezza e dell'affidabilità sostituendo quelli che sono normalmente processi informali con processi caratterizzati da analisi rigorosamente matematiche del significato del linguaggio di programmazione utilizzato ('semantica formale').

Il fulcro del progetto è costituito da un linguaggio di modellazione di specifica comportamentale astratta (Abstract Behavioural Specification modelling language) che può essere impiegato anche per descrivere in modo estremamente accurato le caratteristiche del software e dei relativi componenti (inclusa la loro esatta ubicazione), sopperendo a una grave mancanza nell'odierno processo di sviluppo dei software. In assenza di queste descrizioni formali e dettagliate, infatti, non sarebbero possibili il controllo automatizzato della coerenza nonché l'applicazione degli standard di sicurezza.

'Nei prossimi decenni, la principale sfida nella costruzione dei software è posta dalla necessità di coniugare un alto grado di adattabilità con l'affidabilità,' affermano i partner del progetto. 'Abbiamo intenzione di utilizzare su una base formale un paradigma di sviluppo software informale, che dimostra esiti positivi a livello empirico. In particolare, applicheremo un approccio formale nello sviluppo della gamma dei prodotti software.'

La progettazione di sistemi software in grado di adattarsi automaticamente rappresenta uno degli ambiti di attività del progetto, che riunisce 12 partner europei leader nell'ambito dei linguaggi di programmazione, dei sistemi distribuiti, delle linee di prodotti software, della verifica formale e della teoria dei tipi.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ICT : TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: priorità tematica 3 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea