• Condividi su Facebook

Capire il ruolo delle nuvole nel cambiamento climatico

  • 22247
  • CORDIS - NEWS 06/11/2009
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

logoNon è ancora chiaro il ruolo rivestito dalle nuvole nel cambiamento climatico: a questo scopo è stato istituito il progetto EUCLIPSE ('Cloud intercomparison, process study and evaluation project') che lo chiarirà mediante l'impiego di tecnologie all'avanguardia che restituiranno un quadro dettagliato della relazione esistente tra nuvole e cambiamento delle condizioni atmosferiche. Il progetto, che ha ricevuto un finanziamento di 3,5 milioni di euro da parte dell'Unione europea, mira ad aiutare i metereologi a prevedere con maggiore accuratezza il cambiamento climatico a livello mondiale.

Le nuvole sono una presenza costante nella nostra vita, ma quante volte ci fermiamo ad osservarne la complessità delle forme e delle formazioni costituite da milioni di goccioline di vapore acqueo che si condensano nei cieli e ne determinano lo sviluppo?

Accanto al ruolo rivestito negli ecosistemi, dato per scontato, le nuvole sono importanti anche nella determinazione delle condizioni atmosferiche in termini di precipitazioni, ore di sole e temperatura. Oggigiorno, le variazioni intervenute sotto il profilo delle condizioni atmosferiche, a loro volta ascrivibili al cambiamento climatico, hanno determinato un aumento dell'attenzione nei confronti delle nuvole.

Questo progetto, di durata quadriennale, analizzerà il ruolo delle nuvole in riferimento al cambiamento climatico. EUCLIPSE coinvolge 13 istituti di ricerca, coordinati dal Politecnico di Delft (TU Delft), nei Paesi Bassi e vede la partecipazione di prestigiosi istituti, come l'Istituto meteorologico reale olandese (KNMI) e l'Istituto Max Planck di meteorologia (Germania).

La ricerca verrà coordinata dal professor Pier Siebesma del TU Delft. L'obiettivo è la creazione di modelli climatici più chiari in grado di consentire una migliore comprensione del ruolo assunto dalle nuvole nei processi del cambiamento climatico.

I modelli climatici permettono di prevedere come cambia il clima. Il grado di precisione di questi modelli, attualmente insufficiente, è ascrivibile al mutamento delle condizioni determinate da questi cambiamenti. I modelli climatici esistenti mostrano che le nuvole, a causa della presenza di CO2 nell'atmosfera, reagiscono in modo poco differenziato all'interno di vari modelli. Per questo motivo, la possibilità di prevedere il comportamento delle nuvole è fondamentale per prevedere il cambiamento climatico.

Un nuovo modello climatico chiamato 'EC-Earth' verrà utilizzato per comprendere il comportamento delle nuvole in condizioni climatiche caratterizzate da temperature sempre più elevate mediante l'uso di modelli ad alta risoluzione che consentono di rappresentare le nuvole in maniera realistica.

Il progetto sarà suddiviso in una serie di fasi di lavoro e vedrà l'impiego anche di un cosidetto Earth System Modelling (ESM), ovvero di sistemi in grado di predire ed effettuare attività di simulazione. Queste attività includeranno una valutazione del comportamento delle nuvole in un clima sempre più caldo, l'analisi dello stesso in condizioni climatiche diverse, la quantificazione della sensibilità climatica atta a predire l'andamento delle nuvole in regioni diverse e la simulazione di condizioni climatiche e temperature estreme in riferimento all'andamento delle nuvole.

Nel quadro del progetto EUCLIPSE, saranno inoltre effettuati una serie di case study che vedranno l'impiego di una nuova serie di satelliti che, per la prima volta, riprodurranno le nuvole in modo tridimensionale.

Questi satelliti, dotati di un radar attivo e di sistemi lidar, saranno utilizzati per l'effettuazione di test importanti sui modelli climatici. I risultati ottenuti saranno utilizzati per la prossima relazione del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) e consentiranno di capire in modo più chiaro come il processo di formazione delle nuvole risponde al cambiamento climatico.

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ENVIRONMENT : AMBIENTE (COMPRESI I CAMBIAMENTI CLIMATICI): priorità tematica 6 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea