• Condividi su Facebook

In futuro i telefoni saranno più intelligenti

  • 22593
  • CORDIS - NEWS 01/09/2010
  • ATTUAZIONE DI PROGRAMMA

logoI telefoni cellulari di prossima generazione saranno in grado di fare sempre più cose - in maniera sicura ed efficiente. Un team finanziato dall'UE ha creato una piattaforma software che consente l'utilizzo della tecnologia multi-core su dispositivi informatici mobili per mezzo di tecniche di virtualizzazione. La soluzione tecnologica multi-core e di virtualizzazione sviluppata dal team di EMUCO ('Embedded multi-core processing for mobile communication systems') permette una capacità di elaborazione più elevata a bassi consumi, con il valore aggiunto della sicurezza e flessibilità. Il progetto ha ottenuto quasi 3 milioni di euro a sostegno del tema 'Tecnologie dell'informazione e della comunicazione' (TIC) del Settimo programma quadro (7° PQ) dell'UE.

Il progetto EMUCO è partito da un'idea sviluppata alcuni anni fa da studiosi europei e partner industriali del mercato della telefonia mobile incorporata. Il loro scopo era quello di esplorare i principi, l'idoneità e la fattibilità commerciale della tecnologia multi-core e della virtualizzazione come un modo per andare incontro all'esigenza di elevate capacità di calcolo e di flessibilità con basso consumo energetico.

Il progetto biennale, coordinato dalla Ruhr-Universität Bochum, in Germania, ci è riuscito grazie ad una piattaforma software basata su un piccolo sistema operativo kernel. Il kernel, che è accompagnato da una serie di componenti del sistema operativo, permette un'ampia varietà di usi.

La tecnologia multi-core si riferisce ai processori che funzionano usando due o più processori. La tecnologia, adottata nella progettazione dei personal computer da diversi anni, garantisce prestazioni superiori sfruttando meno potenza grazie alla parallelizzazione.

La virtualizzazione, invece, isola il software dall'hardware sottostante in modo che non vi sia un accesso diretto e di controllo. In questo modo è possibile proteggere il proprio dispositivo e scaricare le applicazioni in modo sicuro, senza il timore di contrarre dei virus.

Il dottor Attila Bilgic della Ruhr-Universität Bochum, ha dichiarato: 'Oggi gli utenti di smart phone desiderano scaricare applicazioni e personalizzare i loro telefoni individualmente, secondo le proprie esigenze e preferenze'.

La piattaforma sviluppata nell'ambito di EMUCO assicura applicazioni più ampie per i telefoni cellulari (grazie alle capacità di trasformazione più elevate determinate dalla tecnologia multi-core) e più flessibili (a seguito di virtualizzazione).

Adam Lackorzynski del Politecnico di Dresda, in Germania, ha spiegato che il sistema crea accesso alle più recenti architetture embedded multi-core che propongono una programmazione efficace e il trattamento di una vasta gamma di applicazioni diverse. Queste applicazioni possono variare dalle 'applicazioni per scopi speciali', quali l'esecuzione dei protocolli, fino ai sistemi operativi integralmente virtualizzati'.

'Si prevede che l'emergente tecnologia multi-core e di virtualizzazione rivoluzionerà il modo in cui un telefono cellulare sarà percepito e aprirà nuovi modelli commerciali nel mercato delle telecomunicazioni', ha concluso la dottoressa Maria Elisabetta Gonzalez della Ruhr-Universität Bochum.

Oltre alla Ruhr-Universität Bochum, del consorzio EMUCO fanno parte l'Infineon (Germania), il Politecnico di Dresden (Germania), il Politecnico di Timisoara (Romania), IBM Rational (Svezia), Architecture for the Digital World (Regno Unito) e l'Università di York (Regno Unito).

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ICT : TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: priorità tematica 3 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea