• Condividi su Facebook

W3C annuncia le migliori pratiche per il web mobile

  • 23374
  • CORDIS - NEWS 16/12/2010
  • INFORMAZIONE

Il World Wide Web Consortium (W3C) ha portato operatori chiave del settore della telefonia mobile alla tavola virtuale per raggiungere un accordo sulle migliori pratiche per il contenuto web mobile, ha annunciato il gruppo. Il quadro, 'Mobile Web Application Best Practices', ha lo scopo di favorire la collaborazione tra i giganti dell'industria per costruire un'esperienza più positiva nell'ambiente mobile.

Il progetto è in parte finanziato da MOBIWEBAPP ('Mobile web applications for future internet services') che è sovvenzionato nell'ambito del tema 'Tecnologie dell'informazione e della comunicazione' (TIC) del Settimo programma quadro (7° PQ) dell'UE. MOBIWEBAPP è coordinato da W3C, un consorzio industriale comprendente oltre 350 membri del settore della ricerca e dell'industria, diretto da Sir Tim Berners-Lee, l'inventore del web.

'Le migliori pratiche delle applicazioni web mobili' condensano l'esperienza di molte parti interessate al web mobile in consigli pratici per creare contenuti che funzionino bene su qualsiasi dispositivo mobile. Gli sviluppatori e gli altri produttori di contenuto valuteranno l'esperienza condivisa di come creare applicazioni web che rendano la navigazione comoda sui dispositivi mobili e per evitare i trabocchetti conosciuti.

Oggi si possono visitare quasi tutti i siti web da un telefono cellulare a una velocità e con un costo ragionevoli, una volta stipulato un piano con la propria compagnia di telefonia. Si possono mandare e ricevere email dal proprio conto regolare. Per i consumatori, è comodo e persino cool. Per gli uomini d'affari, può costituire uno strumento mobile indispensabile.

Rimane comunque tutt'altra cosa rispetto all'uso di internet su un personal computer (PC). E questo è uno dei motivi dietro il progetto MOBIWEBAPP che riunisce un gruppo di ricercatori, accademici ed esperti di tecnologia per discutere su come far diventare l'internet mobile una macchina che funziona senza intoppi.

In particolare, le migliori pratiche sono state sviluppate da un gruppo di lavoro formato da rappresentanti di alcuni dei giganti industriali europei e statunitensi tra cui AT&T, Deutsche Telecom, France Telecom, Google, Hewlett-Packard, Opera Software, Vodafone, Volantis.

Uno dei loro obiettivi era di stilare una lista delle migliori pratiche che tutte le aziende che si occupano di internet mobile dovrebbero seguire. La catena comprende produttori di telefoni, sviluppatori di software per browser telefonici ed email, portatori di telefoni cellulari e aziende che progettano pagine web, tanto per cominciare.

Il senso comune dietro queste pratiche, che sono appena state pubblicate, è infatti un modello di come i PC dovrebbero comportarsi sul web - ma non sempre lo fanno. Se si seguono le linee guida, l'universo dei telefoni cellulari potrebbe essere come una versione definita e matura del tipo di internet dei PC.

C'e voluto diverso tempo perché questo documento progredisse fino a questo punto, principalmente a causa della moltitudine di applicazioni web. Gruppi di lavoro su Notificazioni web, Eventi web e geolocalizzazione stanno presentando una grande quantità di API (application programming interfaces) JavaScript che promettono di ridurre la distanza tra web e applicazioni native in molti computer.

Ci si aspetta una simile tendenza anche nei dispositivi mobili. Il documento esamina in dettaglio quali tecnologie web siano rilevanti per i dispositivi mobili; mette in luce varie API per l'uso di applicazioni Web; e spiega come seguire i suggerimenti che offre e cosa significa ogni suggerimento.

'Sono molto contenta di questo documento, che io ho già usato per assicurare che W3C Cheat Sheet, un'applicazione web mobile, funzioni non solo sui dispositivi mobili, ma su tutti i dispositivi,' ha detto Dominique Hazael-Massieux, leader dell'iniziativa web mobile W3C. 'Queste linee guida comprendono consigli solidi da parte di sviluppatori di applicazioni web reali, aziende di telecomunicazioni e fornitori di browser.'

Fonte: W3C

Link
Quadro di finanziamento
  • 7FP-ICT : TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: priorità tematica 3 nell'ambito del programma specifico “Cooperazione” recante attuazione del Settimo programma quadro (2007-2013) di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione
Area di interesse
  • Unione Europea