• Condividi su Facebook

Novartis e Fondazione Cariplo lanciano BioUpper, l’acceleratore di start up nelle scienze della vita

  • 34265
  • VARIE - NAZIONALI 01/10/2015
  • BANDO

Novartis Italia e Fondazione Cariplo hanno presentato oggi presso il Ministero della Salute il progetto BioUpper a sostegno dei giovani talenti che vogliono creare una start up nelle scienze della vita. L’iniziativa è promossa in collaborazione con PoliHub, l’incubatore della Fondazione Politecnico di Milano, e Humanitas, gruppo ospedaliero e avanzata struttura di ricerca.

Alla presentazione hanno partecipato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, l’Head of Region Europe di Novartis Pharma Guido Guidi, il Presidente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti e il Consigliere delegato di PoliHub Stefano Mainetti.

BioUpper – nato da una partnership di due anni firmata da Novartis e Fondazione Cariplo – aiuterà i giovani startupper a elaborare, formalizzare e presentare progetti innovativi di prodotto o di processo nel campo delle scienze della vita. I più meritevoli verranno accompagnati in un percorso personalizzato e strutturato che consentirà loro di accedere a risorse, strutture e relazioni in un settore all’avanguardia come quello medico-scientifico. I tre migliori gruppi di lavoro riceveranno inoltre un contributo economico per sviluppare ulteriormente i loro piani.

“Con questa iniziativa – ha dichiarato Guido Guidi, Head of Region Europe di Novartis Pharma – vogliamo sostenere la crescita di un settore, quello delle biotecnologie, che è tra i più dinamici e promettenti del panorama scientifico ed economico italiano, contribuendo a colmare il gap tuttora esistente tra l’eccellenza della ricerca nazionale in questo ambito e la sua traduzione in attività imprenditoriali competitive e sostenibili. Il nostro intervento, in partnership con Fondazione Cariplo, PoliHub e Humanitas, è un atto concreto in favore dello sviluppo dell’innovazione nelle bioscienze, che Novartis considera un settore strategico per il futuro del nostro Paese, in linea con gli indirizzi dell’attuale governo, che per la prima volta identifica l’Italia come potenziale hub della farmaceutica europea.”

“La filantropia a sostegno della ricerca scientifica – ha dichiarato Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo – è da tempo una realtà concreta in Italia: in questi venticinque anni la nostra Fondazione ha sostenuto più di 1.500 progetti in questo ambito, con oltre 350 milioni di euro. Non credo vi sia organizzazione filantropica che abbia fatto di più in Italia. Ora stiamo vivendo un nuovo corso sempre più orientato a collaborazioni con chi, nel pubblico e nel privato, ha a cuore la ricerca che abbia anche un fine sociale, con ripercussioni concrete sulle persone che hanno bisogno”.

Da oggi fino al 15 novembre, sul sito www.bioupper.com sarà aperto il bando per candidare il proprio progetto negli ambiti delle biotecnologie orientate alle scienze mediche, degli strumenti digitali al servizio della salute e dei dispositivi medicali e dei servizi orientati al paziente o alla sanità. I venti migliori team accederanno a una settimana di formazione, un percorso della durata di cinque giorni che prevede momenti di lezioni frontali alternati a incontri con i principali imprenditori nazionali e internazionali operanti nel settore. Saranno inoltre previste attività individuali e in team con la supervisione di figure professionali competenti, così da approfondire la proposta progettuale e predisporre una presentazione efficace.

Al termine della settimana di formazione, i progetti verranno presentati in una sessione di elevator pitch davanti a una giuria costituita da rappresentanti di Novartis, Fondazione Cariplo, PoliHub, Humanitas e altri esponenti della startup community, che selezionerà fino ad un massimo di dieci progetti per accedere al programma di accelerazione.

Il programma di accelerazione, della durata di due mesi, sarà pensato e progettato appositamente sulle specifiche esigenze dei progetti selezionati e consentirà di potenziare le competenze tecniche e le attitudini imprenditoriali e di supportare concretamente i gruppi di lavoro nello sviluppo del proprio progetto d’impresa. Saranno previsti momenti formativi, visite guidate ad aziende e distretti anche esteri, incontri di networking con i principali finanziatori nazionali e internazionali, come per esempio business angel, venture capitalist, piattaforme di crowdfunding o imprenditori di successo. Al termine della fase di accelerazione, ciascun team sarà chiamato a presentare i risultati raggiunti. I tre migliori riceveranno un contributo di 50.000 euro, che permetterà loro di usufruire in modo personalizzato e flessibile di ulteriori consulenze specializzate e di servizi e attività per lo sviluppo del proprio progetto d’impresa, così da facilitare e rendere efficace il percorso di accesso al mercato.

La giuria sarà costituita da soggetti provenienti dal mondo delle imprese, della ricerca, della finanza e delle istituzioni, attivi nello sviluppo di nuove imprese ed esperti nelle aree di supporto all’imprenditorialità: Danny Bar Zohar (Chief Scientific Officer, Novartis Farma Italy), Giovanni Ferrara (Venture Partner, Novartis Venture Fund), Stefano Firpo (Direttore generale per la politica industriale, la competitività e le PMI, Ministero dello Sviluppo Economico), Guido Guidi (Head of Region Europe, Novartis Pharma), Riccardo Luna (Digital Champion, referente per l’Italia dell’Agenda Digitale Europea), Stefano Mainetti (Consigliere Delegato, PoliHub), Carlo Mango (Direttore Area Ricerca Scientifica, Fondazione Cariplo), Alberto Mantovani (Direttore Scientifico, Istituto Clinico Humanitas), Marco Pierotti (Senior Group Leader, Istituto FIRC di Oncologia Molecolare), Diana Saraceni (Founder and Managing Partner, Panakè) e Roberto Scrivo (Capo della Segreteria Tecnica, Ministero della Salute).

L’iniziativa, promossa da Novartis Italia e Fondazione Cariplo, vedrà il supporto di PoliHub, uno dei maggiori incubatori internazionali che vanta una consolidata esperienza nel sostegno di imprese innovative ad alto contenuto tecnologico; mentre il focus sull’ambito scientifico-medicale è garantito dalla collaborazione con l’Istituto Humanitas di Milano, gruppo ospedaliero tra i più innovativi in Italia per la ricerca e riconosciuto a livello internazionale per il suo modello di gestione.

“Quindici anni di esperienza ci hanno permesso di sviluppare conoscenze e competenze distintive nel mondo dell’imprenditoria tecnologica e di essere riconosciuti tra i migliori incubatori internazionali – afferma Stefano Mainetti, Consigliere Delegato di PoliHub – La scelta di PoliHub da parte di Novartis e Fondazione Cariplo quale migliore performing partner per l’iniziativa BioUpper è un’ulteriore conferma dei risultati ottenuti. La nostra natura di hub ci consente di operare con un reale approccio multidisciplinare, unendo le competenze ingegneristiche garantite dal Politecnico di Milano con quelle medico-scientifiche offerte da Humanitas, quale partner specializzato nell’ambito delle scienze della vita.”

L'iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e dalla Conferenza dei Rettori delle Università italiane (CRUI).

Scadenze
  • : Termine per la presentazione delle domande
Link
Area di interesse
  • Territorio nazionale