• Condividi su Facebook

Orientamenti etici sull'intelligenza artificiale: proseguono i lavori della Commissione

  • 44504
  • RAPID - COMMISSIONE EUROPEA 08/04/2019
  • COMUNICATO STAMPA

Partendo dal lavoro del gruppo di esperti indipendenti nominati nel giugno 2018, la Commissione ha avviato l'8 aprile 2019 una fase pilota per garantire che sia possibile applicare nella pratica gli orientamenti etici per lo sviluppo e l'utilizzo dell'intelligenza artificiale (IA).

La Commissione si rivolge all'industria, agli istituti di ricerca e alle autorità pubbliche invitandoli a testare la lista di controllo dettagliata che il gruppo di esperti ad alto livello ha messo a punto ad integrazione degli orientamenti.

Quanto presentato è un risultato atteso della strategia per l'IA che la Commissione ha presentato nell'aprile 2018 e i cui obiettivi sono: aumentare gli investimenti pubblici e privati portandoli ad almeno 20 miliardi di € l'anno nei prossimi dieci anni, mettere a disposizione più dati, promuovere il talento e garantire la fiducia.

La Commissione sta adottando un approccio articolato in tre fasi:

  • definizione dei requisiti fondamentali per un'IA affidabile
  • avvio di una fase pilota su larga scala per raccogliere le osservazioni delle parti interessate
  • impegno volto al raggiungimento di un consenso internazionale per un'IA antropocentrica.

Inoltre per garantire lo sviluppo etico dell'IA, la Commissione, entro l'autunno del 2019, varerà una serie di reti di centri di eccellenza per la ricerca sull'IA, inizierà la creazione di reti di poli dell'innovazione digitale e insieme agli Stati membri e alle parti interessate avvierà discussioni per sviluppare e attuare un modello per la condivisione dei dati e per utilizzare al meglio gli spazi di dati comuni.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea