NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA SI OCCUPA?

Misure specifiche a sostegno della cooperazione internazionale: attività specifiche concernenti un settore di ricerca più ampio nell'ambito del programma 'Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST

  • 6FP-INCO
  • 2002 - 2006
  • Commissione Europea - Ricerca
  • Unione Europea

Di cosa si occupa?

L’obiettivo generale delle attività di cooperazione internazionale eseguite nell’ambito del programma quadro è contribuire all’apertura dello Spazio europeo della ricerca nei confronti del resto del mondo. Queste attività costituiscono il contributo particolare del programma quadro a questo processo di apertura che richiederà uno sforzo congiunto della Comunità e degli Stati membri. A tal fine, le attività si prefiggono gli obiettivi seguenti:
  • aiutare i ricercatori europei, le imprese e le organizzazioni di ricerca dell’Unione e dei paesi associati al programma quadro ad accedere alle conoscenze e alle competenze esistenti altrove nel mondo;
  • aiutare a garantire una partecipazione forte e coerente alle iniziative di ricerca svolte a livello internazionale, per far progredire le conoscenze o aiutare a risolvere i grandi problemi mondiali, ad esempio in materia di sanità o di ambiente;
  • apportare un sostegno, nel campo scientifico e tecnologico, all’attuazione della politica estera e della politica di aiuto allo sviluppo della Comunità
Oltre all’apertura delle attività delle sette aree tematiche prioritarie alla partecipazione di ricercatori e istituzioni di paesi terzi, le azioni di cooperazione internazionale assumeranno la forma di attività specifiche. Svolte a sostegno della politica esterna e della politica di aiuto allo sviluppo della Comunità, queste attività specifiche riguardano tre gruppi di paesi: i paesi terzi mediterranei compresi i Balcani occidentali, la Russia ed i paesi NSI ed i paesi in via di sviluppo. Queste attività saranno attuate in modo da integrare la partecipazione di ricercatori ed entità di questi paesi alle reti di eccellenza e ai progetti integrati, cui peraltro possono partecipare con modalità diverse in funzione dei temi e dei paesi. Le priorità di ricerca di questa categoria di attività sono definite in funzione degli interessi e degli obiettivi del partenariato politico della Comunità con i vari gruppi di paesi, nonché delle esigenze economiche e sociali particolari di questi ultimi. Potrebbero riguardare in particolare:
  • per i paesi in via di sviluppo, i problemi sanitari e di sanità pubblica, di sicurezza alimentare e di sfruttamento razionale delle risorse;
  • per i paesi terzi mediterranei, nell’ambito dello sviluppo del partenariato euromediterraneo, le problematiche dell’ambiente, della sanità, dell’acqua e della tutela del patrimonio culturale. Si terranno nel debito conto, se del caso, gli aspetti dello sviluppo rurale sostenibile e, per i Balcani occidentali, a sostegno della stabilità della regione, le questioni inerenti ai rimedi da apportare agli effetti della guerra sull’ambiente e sulle strutture sanitarie, agricole e industriali;
  • per la Russia ed i paesi NSI, la stabilizzazione del potenziale di R&S, le questioni legate alla trasformazione del sistema di produzione industriale, alla protezione dell’ambiente e della salute, e a vari aspetti di sicurezza.
Queste attività saranno svolte mediante progetti di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione di portata limitata, azioni di coordinamento delle attività nazionali e, se necessario, misure specifiche di sostegno. Le attività di cooperazione con la Russia e i paesi NSI saranno svolte soprattutto mediante la struttura INTAS istituita congiuntamente dalla Comunità e dagli Stati membri. In ogni caso, uno degli obiettivi principali è contribuire a rafforzare, stabilizzare, sviluppare o adeguare i sistemi di ricerca locali. In questa prospettiva, le attività svolte nel programma quadro mirano a rafforzare il coordinamento e le complementarità con le azioni svolte mediante strumenti finanziari come il programma MEDA per i paesi terzi mediterranei, il programma Tacis per la Russia ed i paesi NSI nonché il FES (Fondo europeo di sviluppo) e il fondo ALA (America Latina/Asia) per i paesi in via di sviluppo. Queste azioni possono infatti contribuire allo sviluppo, in questi paesi delle risorse umane per la ricerca, delle infrastrutture di ricerca e delle capacità di innovazione e valorizzazione dei risultati.

Quali attività possono essere realizzate?

Ai fini dell’attuazione del programma specifico “INCO” e in conformità alla decisione n. 1513/2002/CE e alle norme per la partecipazione e per la divulgazione, in tutti gli ambiti del settore scientifico e tecnologico la Commissione potrà avvalersi di diversi strumenti:
a. NUOVI STRUMENTI
  • Partecipazione della Comunità a programmi avviati da più Stati membri Articolo 169 A norma dell'articolo 169 del trattato, questo strumento riguarda programmi adeguatamente definiti e attuati dai governi, dalle autorità nazionali o regionali, o dalle organizzazioni di ricerca. L'esecuzione congiunta di tali programmi prevede il ricorso ad una struttura specifica di attuazione e si può basare su programmi di lavoro armonizzati e inviti a presentare proposte comuni, congiunti o coordinati.
b. ALTRI STRUMENTI
  • Progetti specifici mirati nel campo della ricerca I progetti specifici mirati nel campo della ricerca sono intesi a migliorare la competitività europea. Essi dovrebbero concentrarsi su settori chiaramente definiti e assumeranno una o l'altra delle due forme seguenti o entrambe combinate:
    1. progetto di ricerca e sviluppo tecnologico destinato ad acquisire nuove conoscenze per migliorare in modo considerevole o mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o per rispondere ad altre esigenze della società e delle politiche comunitarie;
    2. progetto di dimostrazione destinato a comprovare la validità delle nuove tecnologie che offrono un vantaggio economico potenziale ma che non possono essere commercializzate come tali.
    I progetti specifici mirati nel campo dell'innovazione mirano a sperimentare, convalidare e diffondere su scala europea nuovi concetti e metodi in materia di innovazione.
  • Azioni volte a favorire le risorse umane e la mobilità Le azioni volte a favorire e sviluppare le risorse umane e la mobilità sono condotte a scopi di formazione, sviluppo delle competenze o trasferimento delle conoscenze. Consistono in un sostegno ad azioni condotte da persone fisiche, strutture di accoglienza, tra cui reti di formazione, come pure da squadre europee di ricerca. I soggetti provenienti da Stati Terzi possono partecipare solamente ad alcune azioni.
  • Azioni di coordinamento Le azioni di coordinamento mirano a stimolare e sostenere iniziative coordinate di vari soggetti operanti nel campo della ricerca e dell'innovazione in vista di una maggiore integrazione. Comprenderanno attività quali l'organizzazione di conferenze e riunioni, la realizzazione di studi, scambi di personale, scambio e diffusione di buone pratiche, creazione di sistemi di informazione e di gruppi di esperti e potranno includere, se necessario, un sostegno alla definizione, all'organizzazione e alla gestione di iniziative congiunte o comuni.
  • Azioni di sostegno specifico Le azioni di sostegno specifico integrano l'attuazione del presente programma e possono essere utilizzate per contribuire a preparare le attività future della politica comunitaria di ricerca e sviluppo tecnologico, comprese quelle di controllo e di valutazione. Queste azioni, che possono combinarsi a seconda dei casi, consistono, in particolare, in conferenze, seminari, studi e analisi, premi e concorsi scientifici di alto livello, gruppi di lavoro e di esperti, sostegno operativo e attività di diffusione, informazione e comunicazione. Possono altresì includere azioni di sostegno alle infrastrutture di ricerca riguardanti, per esempio, l'accesso transnazionale o lavori tecnici preparatori (tra cui studi di fattibilità) e lo sviluppo di nuove infrastrutture.

Chi può partecipare?

Possono partecipare al programma le persone giuridiche (istituti di ricerca, università e imprese comprese le PMI) e sono ammesse a partecipare anche le persone fisiche. Si applicano regole di partecipazione e di finanziamento diverse a seconda dei differenti paesi di appartenenza dei partner e dei distinti strumenti di partecipazione. Per i progetti mirati specifici nel campo della ricerca e le azioni di coordinamento il numero minimo di partecipanti stabilito dal programma di lavoro non può essere inferiore a:
  • DEVELOPING COUNTRIES (DEV): tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati Membri o Stati Associati diversi di cui almeno due sono Stati Membri o Paesi Candidati Associati più tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati DEV della stessa regione.
  • MEDITERRANEAN PARTNER COUNTRIES (MPC): tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati Membri o Stati Associati diversi, di cui almeno due sono Stati Membri o Paesi Candidati Associati più tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati MPC.
  • WESTERN BALKAN COUNTRIES: tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati Membri o Stati Associati diversi, di cui almeno due sono Stati Membri o Paesi Candidati Associati più due soggetti giuridici indipendenti stabiliti in due Stati Balcani occidentali.
Le azioni di sostegno specifico possono essere attuate da un solo soggetto giuridico.

Entità del Finanziamento

Come accedere al finanziamento?

News

RISULTATI - 05/05/2010

Energia solare per alimentare i frigoriferi del nord Africa

Un progetto finanziato dall'UE è riuscito ad installare un impianto solare per refrigerare merci deperibili in un'azienda vinicola tunisina e in un caseificio marocchino, dimostrando così la sostenibilità economica della refrigerazione tramite energia solare
RISULTATI - 21/12/2009

Progetto dell'Unione europea per lo sviluppo di strumenti per decisioni politiche prese su basi certe

Ricercatori finanziati dall'Unione europea hanno ideato, nell'ambito del progetto SUPPORT, una serie di strumenti per aiutare la politica ad assumere decisioni sulla base delle migliori ricerce disponibili
PUBBLICAZIONI - 09/07/2009

Secondo una relazione, la cooperazione UE-Russia potrebbe essere migliore

La relazione è stata elaborata nell'ambito del progetto RUSERA EXE, che si proponeva di incentivare la cooperazione UE-Russia nella ricerca, creando e sostenendo i legami tra i ricercatori individuali nelle due regioni
RISULTATI - 21/05/2008

Progetto finanziato dall'UE sviluppa metodo di rigenerazione del suolo

Il progetto CLEANSOIL ha riunito otto partner provenienti dal mondo della ricerca e da quello industriale, dall'UE e da fuori, e ha ricevuto circa 750.000 € in finanziamenti nell'ambito del sesto Programma quadro con ulteriori contributi per 200.000 € provenienti da altre fonti
RISULTATI - 18/12/2007

Progetto UE porta il pesce sul cellulare

Una guida sul telefonino, sviluppata nell'ambito del progetto europeo INCOFISH, aiuta i consumatori ad acquistare specie ittiche catturate in maniera sostenibile
RISULTATI - 22/10/2007

Il progetto MELIA: divulgare informazioni sull'acqua

Il progetto è volto in particolare a sensibilizzare politici e governi su pratiche di gestione dell'acqua che sono state applicate con successo in altri paesi
RISULTATI - 06/04/2007

Progetto per allungare la vita dei manufatti cartacei europei

Il progetto Papertech, finanziato dall'UE, ha individuato nuove tecniche per prolungare la vita dei manufatti cartacei
RISULTATI - 04/04/2007

Nuova speranza per i bambini con infezione letale

Un'infezione batterica che può provocare l'invalidità e persino la morte è l'oggetto di studio del nuovo progetto ASSIST, finanziato dall'UE, al quale collaborano scienziati indiani ed europei che si occupano del batterio streptococco
RISULTATI - 22/03/2007

Un aiuto dalle mangrovie dal progetto europeo PUMPSEA

PUMPSEA, un progetto finanziato dall'Unione europea, ha ideato un sistema per il trattamento delle acque reflue che utilizza le mangrovie; questo, secondo i partner del progetto, è il metodo economicamente più efficace per alleviare l'inquinamento costiero provocato dalle acque di scarico nei paesi subtropicali e tropicali
RISULTATI - 12/03/2007

Un progetto UE per proteggere le torbiere tropicali

Il progetto finanziato dall'UE CARBOPEAT si propone di individuare i temi fondamentali e le lacune maggiori riguardo alle nostre conoscenze sulle dinamiche del carbonio prodotto dalle torbiere tropicali
RISULTATI - 14/02/2007

Progetto UE-Cina per la creazione di centrali elettriche a carbone pulito

Un nuovo progetto finanziato dall'UE riunirà ricercatori europei e cinesi con l'obiettivo di mettere a punto e costruire in Cina centrali elettriche alimentate a carbone più ecologiche
RISULTATI - 13/02/2007

ERA-Can dirigerà il traffico della ricerca tra Europa e Canada

ERA-Can si pone come obiettivo di moltiplicare le occasioni di collaborazione tra le comunità di ricerca canadesi ed europee attraverso strumenti elettronici e manifestazioni
RISULTATI - 25/10/2006

Acqua potabile sicura grazie al sole

È stato avviato un nuovo progetto finanziato dall'UE volto a sviluppare una tecnica semplice ed economica per fornire acqua potabile sicura alle popolazioni dei paesi in via di sviluppo
RISULTATI - 22/03/2006

Elogiati i progetti comunitari di gestione delle acque, ma occorre una comunicazione più incisiva dei risultati

Secondo un gruppo di esperti internazionali, il modello utilizzato dalla Commissione europea per finanziare progetti di ricerca relativi alla gestione integrata delle risorse idriche non solo funziona, ma potrebbe essere utilizzato da altre sezioni della DG Ricerca della Commissione per internazionalizzare la ricerca
POLITICA GENERALE - 15/02/2006

Commissione e accademie africane analizzano sfide e opportunità per una più stretta cooperazione in campo scientifico

La Commissione europea si è riunita con i rappresentanti di accademie scientifiche, ambasciate e ministeri africani, allo scopo di analizzare gli aspetti pratici di una più stretta cooperazione nel campo della scienza e della tecnologia
POLITICA GENERALE - 10/10/2005

Il Commissario Potocnik accoglie con favore il dibattito sulla cooperazione internazionale e la ricerca europea

Il Commissario per la Scienza e la ricerca ha inaugurato una conferenza intitolata 'The international dimension of the Europe of Knowledge - a common interest to Europe and to the world' sottolineando la crescente internazionalizzazione della ricerca e l'esigenza di cooperare per affrontare le sfide globali
RISULTATI - 12/09/2005

Progetto per avvicinare l'innovazione russa a quella europea

TechBrid si propone di agevolare l'interazione tra gli operatori dell'innovazione comunitari e russi e di promuovere tra i medesimi il trasferimento di tecnologia e lo scambio delle migliori prassi
RISULTATI - 18/07/2005

Sudafrica e UE vogliono promuovere una collaborazione più stretta nella ricerca

Il Dipartimento sudafricano di Scienza e Tecnologia ha lanciato una piattaforma dedicata per promuovere la cooperazione scientifica e tecnologica tra il Sudafrica e l'Unione europea
RISULTATI - 18/05/2005

Progetto INCO aiuta le comunità costiere a far fronte a El Niño

L'UE ha deciso di finanziare un progetto di quattro anni volto a integrare le conoscenze esistenti sugli effetti provocati da El Niño e La Niña su risorse e ambienti marini costieri
POLITICA GENERALE - 01/04/2005

Internazionalizzazione della R&S: le opportunità sono superiori ai rischi, afferma Potocnik

L'Europa deve anche intensificare una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, nell'ambito della ricerca, sia con le economie sviluppate che con quelle emergenti
POLITICA GENERALE - 31/03/2005

L'UE e il Giappone rafforzano la collaborazione nell'ambito della ricerca sul cambiamento climatico

Dopo aver sottolineato il proprio impegno a intensificare la collaborazione, le due parti hanno individuato alcuni temi di ricerca emergenti di interesse comune
RISULTATI - 10/03/2005

Analisi partecipazione area INCO

POLITICA GENERALE - 07/02/2005

La ricerca collaborativa è la chiave di una prosperità duratura nei Balcani occidentali, afferma Potocnik

Il commissario dell'UE per la Scienza e la ricerca ha affermato che 'la cooperazione scientifica, nei programmi quadro o in altri programmi, è un mezzo per rafforzare pace e prosperità durevoli nell'area'
POLITICA GENERALE - 19/11/2004

'La pertinenza dell'evento IST 2004 va ben oltre i confini dell'Europa', dichiara il ministro sudafricano

L'evento IST 2004 - tenutosi all'Aia dal 15 al 17 novembre - ha offerto l'opportunità di valutare e far progredire la cooperazione dell'Europa con i suoi partner mondiali
RISULTATI - 18/11/2004

L'UE incoraggia la partecipazione russa al 6PQ

Un progetto finanziato dall'UE lanciato recentemente si propone di incentivare la collaborazione tra UE e Russia nell'ambito del Sesto programma quadro

Chiusi: 18

Topic / Descrizione

Settimo termine per la presentazion

Sesto termine per la presentazione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

06/03/2006

07/09/2005

07/03/2005

08/09/2004

08/03/2004

04/09/2003

11/03/2003

Topic / Descrizione

Settimo termine per la presentazion

Sesto termine per la presentazione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

06/03/2006

07/09/2005

07/03/2005

08/09/2004

08/03/2004

04/09/2003

11/03/2003

Topic / Descrizione

Settimo termine per la presentazion

Sesto termine per la presentazione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

06/03/2006

07/09/2005

07/03/2005

08/09/2004

08/03/2004

04/09/2003

11/03/2003

Topic / Descrizione

Settimo termine per la presentazion

Sesto termine per la presentazione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

06/03/2006

07/09/2005

07/03/2005

08/09/2004

08/03/2004

04/09/2003

11/03/2003

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Termine per la presentazione delle

Termine per la presentazione delle

Scadenza

13/09/2005

13/09/2005

07/03/2005

Topic / Descrizione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

07/03/2005

08/09/2004

08/03/2004

04/09/2003

11/03/2003

Normativa

Decisione che adotta un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: «Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca»

GUCE L 294 del 29-10-2002 - Decisione del Consiglio del 30 Settembre 2002 che adotta un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: «Integrare e rafforzare lo Spazio europeo della ricerca» (2002-2006)

Regole per la partecipazione e per la diffusione dei risultati della ricerca, nell'ambito del sesto programma quadro della Comunità europea (2002-2006)

GUCE L 355 del 30-12-2002 - Regolamento (CE) n.2321/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 relativo alle regole di partecipazione delle imprese, dei centri di ricerca e delle università, nonché alle regole di diffusione dei risultati della ricerca, per l'attuazione del sesto programma quadro della Comunità europea (2002-2006)