NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA SI OCCUPA?

Scienza e società: programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: 'Strutturare lo Spazio europeo della ricerca' del VI Programma Quadro di RST

  • 6FP-SOCIETY
  • 2002 - 2006
  • Commissione Europea - Ricerca
  • Unione Europea

Di cosa si occupa?

Oggi, e ancora di più nella società della conoscenza di domani, la scienza e la tecnologia pervadono tutti gli aspetti dell’economia e della vita quotidiana. Perché possano realizzare appieno il loro potenziale di garanzia di una qualità della vita sempre migliore per i cittadini europei, sarà necessario instaurare nuove relazioni e un dialogo più costruttivo fra la comunità scientifica, gli industriali, i responsabili della politica e la società nel suo complesso, nonché un pensiero scientifico critico e una sensibilizzazione verso i temi che preoccupano la nostra società. Il ruolo di questa attività specifica è sviluppare i nessi strutturali tra le istituzioni e le attività interessate e fornire un filo conduttore mediante quadri comuni di riferimento e attraverso lo sviluppo di strumenti e impostazioni idonei volti a indirizzare le attività nel settore contemplate nelle diverse parti in cui si articola il programma quadro. Sarà attuato mediante l’istituzione di reti, benchmarking, lo scambio di migliori pratiche, lo sviluppo e la promozione della consapevolezza delle metodologie e degli studi disponibili, nonché mettendo in comune le attività nazionali. Si dovrebbero inoltre creare sinergie appropriate in relazione all’attuazione del piano di azione «Scienza e società». In casi particolari si provvederà, se del caso, a sostenere attività di ricerca specifiche. AZIONI PREVISTE
  1. Avvicinare la ricerca alla società L’obiettivo è esaminare sistematicamente le varie componenti della questione «scienza e governance», in modo da creare le condizioni che consentano di prendere decisioni politiche che soddisfino più adeguatamente i bisogni della società, siano fondate su basi scientifiche più solide e al tempo stesso tengano conto delle preoccupazioni della società civile. È necessario pertanto: individuare i processi di dialogo efficaci su temi emergenti di carattere scientifico e tecnologico, che in ultima analisi si ripercuotono sullo sviluppo futuro delle politiche; sviluppare strumenti idonei per la creazione di riferimenti scientifici e la trasmissione dei pareri scientifici ai responsabili delle decisioni politiche; dotare questi ultimi di strumenti per valutare e gestire incertezze scientifiche, rischi e il principio di precauzione.
    • Scienza e governance: analisi e sostegno alle migliori pratiche; sviluppare nuovi meccanismi di consultazione (come i forum per i cittadini) per promuovere un coinvolgimento più produttivo della società civile e dei soggetti interessati alla formulazione e attuazione delle politiche, compresa la divulgazione delle informazioni scientifiche necessarie al processo decisionale in termini facilmente comprensibili dalla società civile e dagli altri interessati; monitoraggio delle attività concernenti il funzionamento dei processi di elaborazione delle politiche, per valutare l’interazione tra gli esperti, l’industria, la società civile e i responsabili delle politiche.
    • Consulenza scientifica e sistemi di riferimento: scambio di esperienze e buone pratiche; monitoraggio della produzione di pareri scientifici su scala mondiale e delle modalità di messa a disposizione di tali pareri nel processo decisionale; sviluppo di metodologie nuove e migliori per realizzare sistemi di riferimento attendibili e riconosciuti; garantire il buon funzionamento e l’uso efficace, tra l’altro, dell’ente europeo consultivo della ricerca e dei suoi sottocomitati, in modo da fornire consulenza scientifica finalizzata allo sviluppo dello Spazio europeo della ricerca.
  2. Ricerca e applicazione responsabili delle scienze e delle tecnologie L’obiettivo è garantire che il rapido progresso della scienza non confligga con i principi etici fondamentali. Le attività promuoveranno una «ricerca responsabile» in Europa, in cui le esigenze di libertà di ricerca si adattino meglio alle responsabilità di carattere sociale e ambientale legate allo sviluppo e all’applicazione della scienza e della tecnologia, nonché il dialogo pubblico, il monitoraggio e l’individuazione tempestiva di tematiche etiche e sociali e dei rischi che risultano da nuovi sviluppi tecnologici, a beneficio dei responsabili delle decisioni politiche e di altri gruppi interessati.
    • Etica: collegamento in rete degli organismi che si occupano di etica e delle attività in materia in Europa nonché promozione del dialogo sull’etica nella ricerca con altre regioni nel contesto globale; sensibilizzazione e attività di formazione in materia di etica; coordinamento e sviluppo di codici di condotta per le attività di ricerca e gli sviluppi tecnologici; ricerca sull’etica nei suoi rapporti con la scienza, gli sviluppi tecnologici e loro applicazioni, ad esempio in relazione alla società dell’informazione, alle nanotecnologie, alla genetica umana, alla ricerca biomedica e alle tecnologie alimentari.
    • Incertezza, rischi e applicazione del principio di precauzione: analisi e sostegno alle migliori pratiche nell’applicazione del principio di precauzione in diversi settori dell’elaborazione delle politiche e nella valutazione, gestione e comunicazione dei fattori di incertezza e situazioni di rischio.
  3. Incentivare il dialogo fra scienza e società e la presenza delle donne nella scienza Il sostegno allo sviluppo responsabile della scienza e della tecnologia non richiede soltanto un dialogo continuo tra le parti interessate, ma anche una maggiore sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui progressi scientifici e tecnologici e sulle loro possibili implicazioni, nonché una più ampia comprensione della cultura della scienza e dell’innovazione. Esistono altresì esigenze specifiche che impongono di stimolare l’interesse dei giovani per la scienza, di rafforzare l’interesse esercitato dalle carriere scientifiche e di fare ulteriori passi in avanti verso la parità fra i generi nel settore della ricerca, contribuendo così a migliorare le risorse umane e a innalzare il livello di eccellenza della ricerca europea.
    • Comprensione e fiducia da parte del pubblico: sostenere le iniziative atte a promuovere la sensibilizzazione e il riconoscimento dei risultati conseguiti dalla ricerca europea; analizzare i fattori che influenzano l’opinione pubblica, compreso il ruolo dei media e dei divulgatori scientifici; sviluppare nuovi metodi per accrescere la consapevolezza e la conoscenza da parte del pubblico; incoraggiare ampi dibattiti fra i protagonisti e stimolare la consapevolezza dell’innovazione nella società.
    • Interesse dei giovani per le carriere scientifiche: iniziative volte a incoraggiare le giovani generazioni a partecipare al dibattito su scienza e tecnologia e sul loro impatto sociale, nonché a sensibilizzare i giovani nei confronti della S&T (ad esempio attraverso una formazione pratica per gli studenti e una collaborazione con le scuole); sostegno allo sviluppo di approcci più adeguati alla scienza per i giovani nell’ambito del sistema di istruzione ufficiale e al di fuori di esso e iniziative atte a promuovere una migliore comprensione dell’interesse esercitato dalla carriera in campo scientifico e dagli aspetti sociali legati a una scelta di questo tipo.
    • Donne e scienza: azioni atte a stimolare il dibattito politico a livello nazionale regionale per mobilitare le donne di scienza e dare impulso alla partecipazione del settore privato; migliorare l’efficacia del sistema di vigilanza sulle questioni di genere e le attività correlate atte a promuovere la parità uomo/donna nell’intero programma quadro; azioni specifiche per sviluppare una migliore comprensione della questione di genere nella scienza.

Quali attività possono essere realizzate?

Ai fini dell’attuazione del programma specifico “Society” e in conformità alla decisione n. 1513/2002/CE e alle norme per la partecipazione e per la divulgazione, in tutti gli ambiti del settore scientifico e tecnologico la Commissione potrà avvalersi di:

a. NUOVI STRUMENTI
  • Partecipazione della Comunità a programmi avviati da più Stati membri Articolo 169 A norma dell'articolo 169 del trattato, questo strumento riguarda programmi adeguatamente definiti e attuati dai governi, dalle autorità nazionali o regionali, o dalle organizzazioni di ricerca. L'esecuzione congiunta di tali programmi prevede il ricorso ad una struttura specifica di attuazione e si può basare su programmi di lavoro armonizzati e inviti a presentare proposte comuni, congiunti o coordinati.
b. ALTRI STRUMENTI
  • Progetti specifici mirati nel campo della ricerca la cui impostazione corrisponderà ad una delle due seguenti forme se pertinenti riguardo al tema, o ad una combinazione di entrambe:
    • progetto di ricerca e sviluppo tecnologico, che riguarda l’acquisizione di nuove conoscenze, per migliorare in modo considerevole o mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o per rispondere ad altre esigenze della società e delle politiche comunitarie;
    • progetto di dimostrazione, destinato a comprovare la validità delle nuove tecnologie che offrono un vantaggio economico potenziale, ma che non possono essere commercializzate come tali.
  • Azioni di coordinamento che mirano a stimolare e sostenere iniziative coordinate di vari soggetti della ricerca e dell’innovazione. Comprendono un insieme di attività come l’organizzazione di conferenze, di riunioni, la realizzazione di studi, scambi di personale, scambio e diffusione di buone pratiche, creazione di sistemi di informazione e di gruppi di esperti e possono includere, se necessario, un sostegno alla definizione, all’organizzazione e alla gestione di iniziative congiunte o comuni.
  • Azioni di sostegno specifico che integrano l’attuazione del Programma quadro e possono essere utilizzate per contribuire ai preparativi per le future attività della politica comunitaria nel campo della ricerca e dello sviluppo tecnologico, ivi comprese le attività di monitoraggio e valutazione. In particolare, queste comprendono conferenze, seminari, studi ed analisi, premi e concorsi di alto livello in campo scientifico, gruppi di lavoro e di esperti, sostegno operativo e attività di divulgazione, informazione e comunicazione o una combinazione di alcuni di questi elementi, a seconda dei casi. Possono comprendere peraltro anche azioni di sostegno per le infrastrutture di ricerca relative, ad esempio, all’accesso transnazionale o ai lavori preparatori di natura tecnica (tra cui gli studi di fattibilità) e lo sviluppo di nuove infrastrutture.

Chi può partecipare?

Possono partecipare al programma le persone giuridiche (istituti di ricerca, università e imprese comprese le PMI) provenienti da qualsiasi paese. Sono ammesse a partecipare anche le persone fisiche. Si applicano regole di partecipazione e di finanziamento diverse a seconda dei differenti paesi di appartenenza dei partner e dei distinti strumenti di partecipazione. Il numero minimo di partecipanti stabilito dai programmi di lavoro non può essere inferiore a tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre Stati Membri o Stati Associati diversi, di cui almeno due sono Stati Membri o Paesi Candidati Associati. Un gruppo europeo di interesse economico (GEIE) o qualsiasi soggetto giuridico, stabilito in uno Stato membro o Stato associato ai sensi del suo diritto nazionale e che riunisce nel suo ambito soggetti giuridici indipendenti che soddisfano le condizioni del regolamento relativo alle regole di partecipazione, può partecipare da solo ad un'azione indiretta purché la sua composizione soddisfi il numero minimo di partecipanti previsto. Le azioni di sostegno specifico possono essere attuate da un solo soggetto giuridico.

Entità del Finanziamento

Come accedere al finanziamento?

News

RISULTATI - 19/11/2009

L'istruzione tecnologica va iniziata in giovane età, consiglia un team finanziato dall'UE

Lo studio è stato sostenuto dal progetto UPDATE, finanziato dall'UE con circa 900.000 euro a cui hanno lavorato 16 partner in 11 paesi
RISULTATI - 29/09/2009

Secondo uno studio finanziato dall'UE le decisioni sulla nanotecnologia necessitano di un maggiore coinvolgimento del pubblico

Questo è quanto afferma una nuova relazione del progetto triennale DEEPEN, finanziato dall'UE e che ha riunito esperti di etica e filosofia e di scienze sociali e politiche provenienti da diversi paesi
INFORMAZIONE - 28/08/2009

Gli europei rendono stimolante la scienza a scuola

In un articolo sulla rivista Science, ricercatori del Laboratorio europeo di formazione per le scienze della vita descrivono le difficoltà cui devono far fronte gli insegnanti di scienze nelle scuole europee e spiegano come il loro programma affronta in problema
PUBBLICAZIONI - 24/06/2009

European Research on Education and Training

Pubblicazione che fornisce una panoramica dei progetti di ricerca europei portati avanti nell'ambito del VI e VII Programma Quadro di RST
RISULTATI - 15/10/2008

Nanobiotecnologia: Coinvolgere il pubblico

Il progetto NanoBio-RAISE associa la comunicazione scientifica alla ricerca etica nel campo della nanobiotecnologia e ha lo scopo di anticipare qualunque tipo di questioni sociali ed etiche che possono eventualmente presentarsi
PUBBLICAZIONI - 08/06/2007

Relazione sulle attività di ricerca nel campo della scienza e della società nell'ambito del 6PQ

La Commissione sottolinea che ancora rimane molto da fare nell'ambito del 7PQ per ampliare la portata del programma relativo alla scienza e alla società e coordinare meglio le sue attività con quelle condotte a livello nazionale
RISULTATI - 08/03/2007

I premi Cartesio assegnati a progetti e comunicatori illustri

I vincitori di quest'anno del premio Cartesio sono ricercatori che hanno sviluppato un metodo per produrre idrogeno impiegando acqua e sole, studiato un nuovo sistema telescopico e ottenuto nuove informazioni sull'apoptosi (morte cellulare programmata) che potrebbero servire a formulare terapie per il cancro e l'AIDS
RISULTATI - 07/03/2007

Donne nella scienza (come in TV)

Un progetto UE offre ad autori televisivi sovvenzioni del valore di 7.000 euro affinché sviluppino idee per serie televisive o film per la televisione di durata cinematografica in cui figurino donne con ruoli di spicco in ambito scientifico, ingegneristico o tecnologico
RISULTATI - 05/02/2007

Annunciati i candidati al Premio Cartesio

La corsa all'edizione 2007 del Premio Cartesio dell'UE per la ricerca è iniziata con l'annuncio dei 13 progetti innovativi che si contenderanno il milione di euro del premio, nonché l'onore di essere nominati vincitori del Premio Cartesio
RISULTATI - 15/01/2007

Progetto dell'UE pubblica le linee guida per gli scienziati sulla comunicazione con i media

Nell'ambito del progetto MESSENGER finanziato dall'UE è stata elaborata una nuova serie di linee guida formulate per fornire agli scienziati uno strumento che li aiuti a comunicare con efficacia con i media
POLITICA GENERALE - 09/10/2006

Il pubblico è a favore di una revisione del sistema europeo di pubblicazioni scientifiche

I partecipanti a una consultazione pubblica hanno reagito in maniera complessivamente positiva alle proposte avanzate dalla Commissione europea di rivedere il sistema europeo di pubblicazioni scientifiche
RISULTATI - 31/07/2006

Progetto UE per studiare la relazione tra genere e prassi scientifiche

Un progetto finanziato dall'UE confronterà lo sviluppo delle diverse comunità, prassi e culture scientifiche europee da una prospettiva di genere e da un punto di vista est-ovest
RISULTATI - 06/07/2006

Interessare i giovani alla scienza mediante la comunicazione scientifica

La comunità dei ricercatori concorda sul fatto che occorre incoraggiare un numero maggiore di giovani a studiare le scienze
PUBBLICAZIONI - 20/06/2006

Sondaggio rivela che gli europei guardano con più ottimismo alle biotecnologie

Dall'ultimo sondaggio condotto da Eurobarometro emerge che gli europei mostrano un maggiore ottimismo nei confronti delle biotecnologie; il 52 per cento degli intervistati si dichiara convinto che le biotecnologie miglioreranno la qualità della vita
PUBBLICAZIONI - 19/06/2006

Una nuova pubblicazione aiuterà gli scienziati a raggiungere il pubblico

La Commissione europea ha pubblicato un 'kit di sopravvivenza' per aiutare gli scienziati a divulgare in modo più efficiente le loro attività tra il pubblico
RISULTATI - 15/06/2006

I robot avvicinano ulteriormente scienza e società

Eurobot, una gara di robotica finanziata dall'UE, mostra le proprie potenzialità non solo per attirare giovani ricercatori, ma anche per comunicare la scienza al pubblico generale
RISULTATI - 31/03/2006

Un progetto BITE avvia una consultazione sull'etica in materia di biometria

La consultazione pubblica avviata da BITE intende coinvolgere i cittadini europei, il più ampio settore della biometria e i responsabili decisionali europei in un vasto dibattito sull'etica e sulle sfide sociali e politiche legate alla biometria
RISULTATI - 08/03/2006

Nuova piattaforma per far sentire la voce delle scienziate in tutta Europa

La piattaforma europea di scienziate (EPWS) mira a fornire un collegamento strutturale tra le scienziate e i responsabili politici
RISULTATI - 07/03/2006

Nuovo progetto per attirare le donne verso le nanotecnologie

Il progetto WomenInNano si prefigge l'obiettivo di incoraggiare le donne a interessarsi più attivamente alla scienza, e in particolare alle nanotecnologie, grazie all'intervento di ricercatori affermati in qualità di ambasciatori
POLITICA GENERALE - 13/12/2005

Scienziati sociali esortati a prendere l'iniziativa

In occasione di una conferenza di ricercatori nel campo delle scienze sociali e umane il commissario europeo responsabile della Scienza e della ricerca Janez Potocnik ha esortato i presenti a essere più coraggiosi nei loro sforzi di integrazione all'interno dei programmi quadro comunitari di ricerca
RISULTATI - 13/12/2005

L'UE finanzia un progetto di ricerca su chimere e ibridi

CHIMBRIDS, un nuovo progetto finanziato dall'Unione europea, è stato istituito al fine di analizzare le problematiche scientifiche, etiche, filosofiche e giuridiche sollevate dall'utilizzo di chimere e ibridi nell'ambito della ricerca europea e internazionale
RISULTATI - 05/12/2005

Le scienze sociali tra i vincitori del Premio Cartesio 2005

Il 2 dicembre, nel corso di una cerimonia presso la Royal Society di Londra, sono stati annunciati i cinque vincitori del Premio Cartesio per la ricerca di quest'anno, del valore di un milione di euro: tra di loro figurava il primo gruppo di scienziati sociali che sia mai stato insignito del riconoscimento scientifico più prestigioso dell'Unione europea
RISULTATI - 24/11/2005

Progetto 'LERU Kids University': ispirare una nuova generazione di giovani ricercatori

'Kids University' è stata organizzata dalla Lega delle università di ricerca europee (LERU), un'associazione composta da 12 istituti e volta a promuovere l'importanza della ricerca di base nell'ambito dell'istruzione superiore europea
INFORMAZIONE - 28/09/2005

Comunicazione scientifica, i progetti in gara per il Premio Cartesio

Un gruppo di alto livello che comprende eminenti scienziati, rappresentanti della stampa e specialisti della comunicazione scientifica hanno scelto i 23 progetti di quest’anno tra i 63 presentati da 16 diversi paesi
RISULTATI - 26/09/2005

Studenti provenienti da Germania, Spagna e Svizzera si aggiudicano i premi del concorso dell'UE per giovani scienziati

Selezionati in un gruppo composto da oltre 120 giovani promesse, studenti provenienti da Germania, Spagna e Svizzera hanno vinto i tre primi premi dell'edizione di quest'anno del concorso dell'Unione europea per giovani scienziati, la cui finale si è svolta a Mosca
RISULTATI - 04/08/2005

Il progetto MESSENGER lancia consultazioni in materia di scienza, società e media

Un progetto finanziato dall'UE ha avviato una serie di consultazioni a livello europeo con l'obiettivo di migliorare il dibattito informato tra scienziati, giornalisti e società civile in materia di scienza e determinare le percezioni delle informazioni scientifiche fornite dai media
RISULTATI - 13/07/2005

Annunciati i candidati al Premio Cartesio 2005

In occasione di una speciale manifestazione tenutasi a Bruxelles che ha segnato l'avvio della fase successiva del concorso scientifico annuale, la Commissione ha annunciato i 14 gruppi di ricerca selezionati che concorrono all'assegnazione del Premio Cartesio di quest'anno
RISULTATI - 13/06/2005

La Commissione lancia un nuovo sito internet per l'insegnamento delle scienze

La Commissione europea ha lanciato una nuova porta d'accesso europea per l'insegnamento delle scienze - il portale Xplora - al fine di rendere la scienza più interessante per i giovani e incoraggiare questi ultimi ad intraprendere una carriera nel campo scientifico
RISULTATI - 13/05/2005

Il progetto BITE lancia un dibattito europeo sull'etica della biometria

Finanziato a titolo della sezione Scienza e società del Sesto programma quadro, il progetto BITE (biometric identification technology ethics) riunisce nove partner di diversi contesti per rendere più agevole all'industria e al mondo accademico affrontare le questioni etiche sollevate dalla biometria, nonché avviare un dibattito pubblico sulle sue implicazioni
POLITICA GENERALE - 31/03/2005

La Commissione propone soluzioni per migliorare le pari opportunità in ambito scientifico

La Commissione europea ha redatto un documento di lavoro interno in cui delinea le principali sfide da affrontare al fine di migliorare le pari opportunità in ambito scientifico
RISULTATI - 15/03/2005

Da 'scienza e società' a 'società nella scienza' attraverso la rete ISSNET

La rete ISSNET (Improving Science Shop Networking) è stata creata per trarre i massimi risultati dalle risorse limitate degli sportelli scientifici, contribuire alla creazione di nuovi e fornire una voce effettiva per le comunità locali da essi rappresentate nel dibattito sulla ricerca
POLITICA GENERALE - 14/03/2005

Grazie a un nuovo strumento online la Commissione fornisce consulenza scientifica ai responsabili delle decisioni politiche

SINAPSE (scientific information for policy support in Europe) metterà a disposizione una biblioteca interattiva di pareri e consulenze di carattere scientifico, nonché un sistema di allarme preventivo per una più tempestiva individuazione di potenziali crisi, per esempio in relazione alla sicurezza alimentare o alla salute degli animali
POLITICA GENERALE - 31/01/2005

I delegati individuano un terreno comune per l'azione europea nell'etica della ricerca

Come è pronto a riconoscere il commisario europeo per la scienza e la ricerca, Janez Potocnik, regolamentare l'etica della ricerca continua ad essere compito degli Stati membri, nel rispetto del pluralismo etico dell'Unione
POLITICA GENERALE - 31/01/2005

Panorama su ricerca scientifica e comitati etici

POLITICA GENERALE - 29/11/2004

Il nuovo premio Descartes è essenziale per incoraggiare la partecipazione pubblica nel futuro della ricerca, afferma Potocnik

Il nuovo premio Descartes per la comunicazione scientifica è una parte essenziale della strategia della Commissione europea intesa a incoraggiare una maggiore partecipazione del pubblico nelle scelte scientifiche
RISULTATI - 12/11/2004

I robot vincitori creati dagli studenti fanno un'ultima passeggiata a Bruxelles

Nel quadro della settimana della scienza europea, alcuni dei migliori robot costruiti da studenti di età compresa tra i 17 e i 25 anni sono stati esposti il 9 novembre nel Parlamento europeo di Bruxelles
RISULTATI - 12/11/2004

Scienza e società. Lavori in corso per il nuovo Work Programme

E' attualmente in fase di compilazione il nuovo piano di lavoro 2005/2006 di Scienza e Società previsto per la metà di dicembre
RISULTATI - 22/10/2004

Una nuova rete virtuale per i giovani ricercatori che si occupano di scienza e società

La rete opera non solo come piattaforma per i ricercatori del settore scienza e società, ma anche come forum per lo scambio d'informazioni su fatti d'interesse, eventi, pubblicazioni del settore
RISULTATI - 21/10/2004

Annunciati i finalisti del premio Descartes 2004

I finalisti del premio Descartes di quest'anno sono stati selezionati tra oltre 200 gruppi di ricerca di tutti gli Stati membri e di paesi terzi
RISULTATI - 30/09/2004

L'UE finanzia un centro per donne e giovani scienziati dell'area centro-europea

La Commissione europea fornirà circa 700.000 euro per un nuovo centro di risorse destinato a promuovere le donne e i giovani scienziati nella R&S dei paesi centro-europei
RISULTATI - 22/07/2004

L'impegno è fondamentale per migliorare il ruolo delle donne scienziato nell'Europa centro-orientale

La relazione finale Enwise (enlarge women in science to East) richiama l'attenzione sulla situazione delle donne scienziato nell'Europa centro-orientale
INFORMAZIONE - 23/07/2002

Disponibili on line le statistiche sul tema 'Donne e scienza'

La DG Ricerca della Commissione europea ha varato un nuovo sito web che presenta statistiche ed indicatori sul ruolo svolto dalle donne nella scienza
POLITICA GENERALE - 08/07/2002

Un progetto in materia di scienza e società viene esteso ad altri due paesi

'Science Generation', un progetto in materia di scienza e società finanziato dall'UE e sperimentato con successo in Francia, verrà esteso prossimamente alla Svezia e all'Italia

Chiusi: 30

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Scadenza

09/03/2006

Titolo

I giovani e le scienze - 18° Edizione italiana del concorso dell'Unione europea per giovani scienziati

Il concorso si propone di avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca; individuare e incoraggiare gli studenti migliori e più promettenti; promuovere lo spirito di innovazione e collaborazione

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Scadenza

24/02/2006

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Scadenza

28/11/2005

Topic / Descrizione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

09/12/2003

28/08/2003

27/05/2003

Topic / Descrizione

Termine per la presenzione delle pr

Scadenza

09/12/2003

Topic / Descrizione

Termine ultimo per la presentazione

Termine ultimo per la richiesta dei

Scadenza

25/09/2003

05/09/2003

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Scadenza

13/05/2003

Topic / Descrizione

Termine ultimo per la presentazione

Termine ultimo per la richiesta del

Scadenza

15/10/2002

25/09/2002

Topic / Descrizione

Termine ultimo per la presentazione

Termine ultimo per la richiesta del

Scadenza

15/10/2002

25/09/2002

Topic / Descrizione

Termine ultimo per la presentazione

Termine ultimo per la richiesta del

Scadenza

15/10/2002

25/09/2002

Eventi futuri

Non sono presenti eventi futuri

Eventi passati

Normativa

Decisione che adotta un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: «Strutturare lo Spazio europeo della ricerca»

GUCE L 294 del 29-10-2002- Decisione del Consiglio del 30 settembre 2002 che adotta un programma specifico di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione: «Strutturare lo Spazio europeo della ricerca» (2002-2006)

Regole per la partecipazione e per la diffusione dei risultati della ricerca, nell'ambito del sesto programma quadro della Comunità europea (2002-2006)

GUCE L 355 del 30-12-2002 - Regolamento (CE) n.2321/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 relativo alle regole di partecipazione delle imprese, dei centri di ricerca e delle università, nonché alle regole di diffusione dei risultati della ricerca, per l'attuazione del sesto programma quadro della Comunità europea (2002-2006)