NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA SI OCCUPA?

OBIETTIVO 2 - periodo 2000-2006 - Regione Emilia-Romagna Misura 1.1 'Sviluppo delle attività produttive'

  • Ob.2 RER Misura 1.1
  • 2000 - 2006
  • Commissione Europea - Politica regionale
  • Regione Emilia-Romagna
  • Regionale - EMILIA-ROMAGNA

Di cosa si occupa?

Misura 1.1 “Sviluppo delle attività produttive” dell’Asse 1 “Sostegno alle imprese” del Documento Unico di Programmazione per le aree Obiettivo 2 – periodo 2000–2006 della Regione Emilia-Romagna. La misura si propone di favorire il consolidamento, lo sviluppo e la qualificazione del sistema produttivo delle aree selezionate e di rafforzare la competitività delle imprese industriali ed artigiane. In particolare, lo sviluppo delle attività produttive è perseguito attraverso:
  • attrazione di nuovi investimenti e consolidamento del tessuto produttivo locale;
  • consolidamento e riqualificazione delle attività esistenti operanti nell’industria e nell’artigianato;
  • promozione dell’innovazione tecnologica.

Quali attività possono essere realizzate?

La misura prevede incentivi a sostegno dei programmi di investimento delle piccole e medie imprese finalizzati alla realizzazione delle seguenti iniziative:
  • costruzione di nuovi impianti produttivi;
  • ampliamenti;
  • ammodernamenti;
  • ristrutturazioni;
  • riconversioni;
  • riattivazioni;
  • trasferimenti.

Chi può partecipare?

Sono ammesse a partecipare alla misura
  1. piccole e medie imprese operanti nei settori estrattivo e manifatturiero, imprese di produzione e distribuzione di energia elettrica, vapore ed acqua calda e di costruzioni, con le esclusioni e le limitazioni derivanti dalla normativa UE per i settori:
    • siderurgico
    • della cantieristica navale
    • delle fibre sintetiche
    • dell’industria automobilistica e
    • dell’ industria alimentare, delle bevande e del tabacco.
  2. piccole e medie imprese fornitrici di servizi potenzialmente dirette ad influire positivamente sullo sviluppo delle predette attività produttive agevolabili. Sono soggetti a limitazione ed esclusione dalle agevolazioni alcuni settori regolamentati dalla normativa comunitaria, in particolare:
    • Esclusione: settore dei trasporti; settore della produzione, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’allegato 1 del Trattato; settore della pesca.
    • Notifica e, possibili, ulteriori restrizioni: settore siderurgico; cantieristica navale; alla fabbricazione di fibre sintetiche; all’industria automobilistica; i grandi progetti di investimento

Entità del Finanziamento

L’intensità di aiuto di cui la singola impresa potrà beneficiare non potrà superare il 15% ESL per le piccole imprese ed il 7,5% ESL per le medie imprese della spesa di investimento globale. Per le aree ritenute ammissibili alla deroga di cui all’art 87.3.c del Trattato di Amsterdam la misura di aiuto risulterà così determinata: 8% ESN + 15%ESL per le piccole imprese; 8% ESN + 10% ESL per le medie imprese.

Come accedere al finanziamento?

Le domande di finanziamento devono essere presentate in seguito alla pubblicazione di un apposito bando. Le domande di agevolazione saranno presentate alle banche concessionarie, responsabili degli adempimenti istruttori propedeutici alle concessioni delle agevolazioni, i cui rapporti con il Ministero sono regolamentati da apposite convenzioni.

Chiusi: 2

Normativa

DocUP Obiettivo 2 RER

Documento Unico di Programmazione Obiettivo 2 Regione Emilia Romagna 2000-2006 approvato con decisione della Commissione Europea del 14 novembre 2001 e relativa documentazione