NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA SI OCCUPA?

Sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica (Euratom) di attività di ricerca e formazione nel settore nucleare

  • 6FP-EURATOM
  • 2002 - 2006
  • Commissione Europea - Ricerca
  • Unione Europea

Di cosa si occupa?

Decisione del Consiglio relativa al Sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica (Euratom) di attività di ricerca e formazione nel settore nucleare, volto anche a contribuire alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (2002-2006) per conseguire gli obiettivi concernenti la ricerca nucleare e le attività di formazione, come previsto dal trattato Euratom, e per contribuire alla creazione dello Spazio europeo della ricerca. Il programma specifico si concentra sui seguenti settori:
  1. AREE TEMATICHE PRIORITARIE DI RICERCA 1.1. Fusione termonucleare controllata (EURATOM - FUSION) 1.2. Gestione dei residui radioattivi (EURATOM - WASTE) 1.3. Radioprotezione (EURATOM - PROTECT)
  2. ALTRE ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLE TECNOLOGIE E DELLA SICUREZZA NUCLEARI (EURATOM - NUTECH)
  3. ATTIVITÀ NUCLEARI DEL CENTRO COMUNE DI RICERCA (EURATOM - JRC) 3.1. Sicurezza nucleare 3.2. Misure e materiali di riferimento

Quali attività possono essere realizzate?

1.STRUMENTI PER L'ENERGIA DA FUSIONE Nel campo della ricerca sull'energia da fusione la specificità delle attività in questo settore richiede l'adozione di modalità particolari di attuazione. I progetti avviati sono realizzati secondo le procedure definite:
  • nei contratti di associazione,
  • nell'accordo “European Fusion Development agreement” (EFDA),
  • in altri accordi multilaterali conclusi tra la Comunità e le organizzazioni associate e/o i soggetti giuridici che possono essere istituiti, previo parere del comitato consultivo competente,
  • in altri contratti di durata limitata, in particolare con organismi degli Stati membri o degli Stati associati al programma quadro Euratom,
  • negli accordi internazionali che riguardano progetti realizzati nell'ambito di una cooperazione con paesi terzi, come ITER.
Le attività di coordinamento e di sostegno della ricerca sull'energia da fusione potranno riguardare studi di sostegno a queste attività, il sostegno agli scambi di informazioni, il ricorso a competenze esterne, compresa la valutazione indipendente di attività, borse, azioni di formazione, pubblicazioni e altre azioni che favoriscano i trasferimenti tecnologici. 2. STRUMENTI IN ALTRI SETTORI Nel campo della gestione dei residui radioattivi e della radioprotezione nonché ad altre attività di ricerca la Comunità, fatti salvi programmi e norme di partecipazione specifici, contribuisce:
  • a Reti di eccellenza destinate a rafforzare e a sviluppare l'eccellenza scientifica e tecnologica della Comunità mediante l'integrazione, a livello europeo, delle capacità di ricerca attualmente esistenti o emergenti sia a livello nazionale che regionale,
  • a Progetti integrati, destinati ad imprimere un maggior slancio alla competitività della Comunità o ad affrontare le principali esigenze della società mobilitando una massa critica di risorse e competenze di sviluppo delle attività di ricerca e tecnologiche,
  • a Progetti specifici mirati , destinati all'acquisizione di nuove conoscenze, per migliorare in modo considerevole o mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o per rispondere ad altre esigenze della società e delle politiche comunitarie o destinati a provare la validità delle nuove tecnologie che offrono un vantaggio economico potenziale ma che non possono essere commercializzate come tali,
  • ad Azioni volte a favorire le risorse umane e la mobilità,
  • ad Azioni di coordinamento, che mirano a stimolare e sostenere iniziative coordinate di vari soggetti della ricerca e dell'innovazione in vista di una maggiore integrazione,
  • ad Azioni di sostegno specifico, ad esempio azioni destinate alla valorizzazione dei risultati della ricerca e al trasferimento delle conoscenze e azioni a sostegno delle infrastrutture di ricerca connesse ad esempio con l'accesso transnazionale o i lavori tecnici di preparazione (inclusi studi di fattibilità),
  • a Iniziative integrate relative alle infrastrutture , che combinino in una sola azione varie attività essenziali al rafforzamento e allo sviluppo di infrastrutture di ricerca per la prestazione di servizi su scala europea.
3.AZIONI DIRETTE - CENTRO COMUNE DI RICERCA Le azioni dirette verranno realizzate dal CCR.

Chi può partecipare?

I destinatari dell'intervento di bilancio della Comunità in azioni indirette (vale a dire quelle non realizzate dal CCR) sono i centri di ricerca, le università, le imprese e gli organismi nazionali o internazionali situati negli Stati membri e negli Stati europei associati che svolgono attività di ricerca. Questi ultimi possono anche fungere da intermediari dell'intervento di bilancio della Comunità. Qualora ciò fosse necessario per il conseguimento degli obiettivi del programma, le organizzazioni internazionali e gli organismi dei nuovi Stati indipendenti (NSI) possono, in via eccezionale, beneficiare di finanziamenti comunitari. La partecipazione al programma nel suo complesso è aperta a tutti i paesi che hanno concluso accordi di associazione con la Comunità a tal fine. Altri paesi terzi possono partecipare al presente programma attraverso accordi di cooperazione bilaterali. I ricercatori e le organizzazioni dei paesi terzi possono parimenti partecipare ai progetti caso per caso. In base al principio di sussidiarietà, i progetti devono essere transnazionali, ossia possono partecipare soltanto consorzi formati da partner di diversi paesi membri e associati; per le azioni di mobilità e formazione i borsisti devono recarsi in un paese diverso da quello di origine o di residenza. Le attività che possono essere meglio eseguite a livello nazionale o regionale, ossia senza cooperazione transfrontaliera, non sono ammissibili nell'ambito del programma quadro.

Entità del Finanziamento

Come accedere al finanziamento?

La presentazione di proposte deve avvenire in occasione della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee di appositi bandi relativi ai programmi specifici. Le proposte vanno presentate conformemente alle condizioni degli inviti. Per presentare una proposta, un proponente deve consultare:
  • il presente programma di lavoro,
  • l’invito a presentare proposte pertinente, pubblicato nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee, e
  • la guida del proponente.

News

RISULTATI - 30/01/2008

Accelerazione del decadimento radioattivo mediante la trasmutazione

Il progetto integrato EUROTRANS sta cercando di individuare possibili alternative allo stoccaggio sotterraneo delle scorie radioattive, mediante lo sviluppo di metodi di trasformazione e l'accelerazione del decadimento radioattivo
RISULTATI - 23/08/2006

L'UE rende note le proposte per l'impresa comune ITER

La Commissione europea ha pubblicato le proposte relative all'impresa comune concernente il progetto ITER (reattore sperimentale termonucleare internazionale), un'iniziativa internazionale di ampio respiro per lo sviluppo dell'energia di fusione.
RISULTATI - 07/07/2005

Progetto paneuropeo valuta la sicurezza e il valore delle tomografie computerizzate (TC)

Ricercatori di dieci gruppi in sette paesi dell'Unione europea stanno collaborando per valutare la sicurezza e l'efficacia delle tomografie computerizzate (TC)

Chiusi: 10

Topic / Descrizione

Settimo termine per la presentazion

Sesto termine per la presentazione

Quinto termine per la presentazione

Quarto termine per la presentazione

Terzo termine per la presentazione

Secondo termine per la presentazion

Primo termine per la presentazione

Scadenza

11/04/2006

11/10/2005

12/04/2005

18/10/2004

14/04/2004

14/10/2003

06/05/2003

Topic / Descrizione

Termine per la presentazione delle

Scadenza

31/01/2006

Topic / Descrizione

Nuovo termine per la presentazione

Nuovo termine ultimo per la richies

Scadenza

02/04/2004

22/03/2004

Normativa

Decisione relativa al VI PQ Euratom di attività di ricerca e formazione nel settore nucleare, volto anche a contribuire alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (2002-2006)

[GUCE L232 del 29-08-2002 - Decisione n. 668/2002/euratom del Consiglio del 3 giugno 2002 relativa al sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica (Euratom) di attività di ricerca e formazione nel settore nucleare, volto anche a contribuire alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (2002-2006)]

Regolamento relativo alle regole di partecipazione delle imprese, dei centri di ricerca e delle università nell'attuazione del sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica

GUCE L355 del 30-12-2002 - Regolamento (EURATOM) n. 2322/2002 del Consiglio del 5 novembre 2002 relativo alle regole di partecipazione delle imprese, dei centri di ricerca e delle università nell'attuazione del sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica (2002-2006)