NOTIZIA FLASH

NOME DEL PROGRAMMA

DATA

AREA (*)

ENTE

DI COSA DI OCCUPA?

Digital Europe

  • DigitalEU
  • 2021 - 2027
  • Commissione europea
  • Unione Europea

Di cosa si occupa?

Digital Europe è il prossimo programma europeo dedicato a sostenere la trasformazione digitale dell'economia e della società europee, permettendo alle imprese e ai cittadini europei di beneficiare dei suoi vantaggi.

Per il periodo 2021-2027 la proposta della Commissione europea prevede  5 settori prioritari:


1 - Calcolo ad alte prestazioni

Budget: 2,7 miliardi di euro

Obiettivi operativi:

  • implementare, coordinare a livello dell'Unione e operare nell'Unione un'infrastruttura di dati e supercalcolo a esascala integrata e di prim'ordine, accessibile su base non commerciale agli utenti pubblici e privati e per finalità di ricerca finanziate con fondi pubblici;
  • implementare tecnologia pronta per l'uso/operativa derivante da attività di ricerca e innovazione, al fine di creare un ecosistema integrato a livello dell'Unione per il calcolo ad alte prestazioni che comprenda tutti i segmenti della catena del valore scientifica e industriale, inclusi hardware, software, applicazioni, servizi, interconnessioni e competenze digitali;
  • implementare e operare un'infrastruttura post-esascala, compresa l'integrazione con le tecnologie informatiche quantistiche, e sviluppare nuove infrastrutture di ricerca in campo informatico;



2 - Intelligenza artificiale

Budget: 2,5 miliardi di euro

Obiettivi operativi:

  • sviluppare e potenziare le capacità di base dell'intelligenza artificiale nell'Unione, compresi le risorse di dati e gli archivi di algoritmi, nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati;
  • rendere queste capacità accessibili a tutte le imprese e le pubbliche amministrazioni;
  • rafforzare e mettere in rete le strutture di prova e sperimentazione per l'intelligenza artificiale esistenti negli Stati membri;


3 - Cibersicurezza e fiducia

Budget: 2 miliardi di euro

Obiettivi operativi:

  • sostenere, insieme agli Stati membri, l'acquisizione di attrezzature, infrastrutture di dati e strumenti avanzati per la cibersicurezza, nel pieno rispetto della normativa in materia di protezione dei dati;
  • sostenere l'impiego ottimale delle conoscenze, delle capacità e delle competenze europee connesse alla cibersicurezza;
  • garantire un'ampia implementazione delle soluzioni di cibersicurezza più recenti in tutti i settori economici;
  • rafforzare le capacità negli Stati membri e nel settore privato per aiutarli a ottemperare alla direttiva UE recante misure per un livello comune elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell'Unione;

 

4 - Competenze digitali avanzate

 

Budget: 700 milioni di euro

Obiettivi operativi:

  • sostenere la concezione e la realizzazione di corsi e attività di formazione a lungo termine per gli studenti, i professionisti informatici e la forza lavoro;
  • sostenere la concezione e la realizzazione di corsi e attività di formazione a breve termine per gli imprenditori, i responsabili di piccole imprese e la forza lavoro;
  • sostenere attività di tirocinio e formazione sul posto di lavoro per gli studenti, i giovani imprenditori e i laureati;


5 - Implementazione, impiego ottimale della capacità digitale e interoperabilità

Budget: 1,3 miliardi di euro

Obiettivi operativi:

  • garantire che il settore pubblico e i settori di interesse pubblico, come la sanità e l'assistenza, l'istruzione, la giustizia, i trasporti, l'energia, l'ambiente e i settori culturali e creativi, possano accedere alle tecnologie digitali più avanzate e implementarle, in particolare il calcolo ad alte prestazioni, l'intelligenza artificiale e la cibersicurezza;
  • implementare, gestire e mantenere infrastrutture di servizi digitali interoperabili a livello transeuropeo (e i relativi servizi), in complementarità con le azioni nazionali e regionali;
  • facilitare lo sviluppo, l'aggiornamento e l'utilizzo di soluzioni e quadri da parte delle pubbliche amministrazioni, delle imprese e dei cittadini europei, compreso il riutilizzo di soluzioni e quadri per l'interoperabilità;
  • consentire alle pubbliche amministrazioni di accedere ad attività pilota e di prova delle tecnologie digitali, incluso il loro utilizzo a livello transfrontaliero;
  • sostenere l'adozione da parte dell'industria dell'Unione e segnatamente da parte delle PMI delle tecnologie digitali avanzate e di tecnologie correlate, compresi, in particolare, il calcolo ad alte prestazioni, l'intelligenza artificiale, la cibersicurezza e le tecnologie emergenti future;
  • sostenere la progettazione, la prova, l'applicazione e l'implementazione di soluzioni digitali interoperabili per i servizi pubblici a livello dell'UE forniti tramite una piattaforma di soluzioni a riuso basata sui dati, promuovere l'innovazione e istituire quadri comuni per realizzare tutto il potenziale dei servizi delle pubbliche amministrazioni a favore dei cittadini e delle imprese europei;
  • garantire a livello dell'Unione la capacità costante di osservare, analizzare e adattarsi alle tendenze digitali in rapida evoluzione, nonché condividere e integrare le migliori pratiche;
  • sostenere la collaborazione alla realizzazione di un ecosistema europeo per infrastrutture affidabili che utilizzano servizi e applicazioni di registro distribuito, compresi il sostegno all'interoperabilità e alla normazione e la promozione dell'implementazione di applicazioni transfrontaliere dell'UE;
  • realizzare e potenziare la rete dei poli dell'innovazione digitale;

 

---

Digital Innovation Hubs - Poli dell’innovazione digitale


Nel primo anno di attuazione del programma è istituita una rete iniziale di poli dell'innovazione digitale. Ai fini dell'istituzione della rete, ciascuno Stato membro designa i soggetti candidati per mezzo di una procedura aperta e competitiva. La Commissione adotta una decisione relativa alla selezione dei soggetti che compongono la rete iniziale. Tali soggetti sono selezionati dalla Commissione tra i soggetti candidati designati dagli Stati membri in base a criteri supplementari.


I poli dell'innovazione digitale possono ricevere finanziamenti sotto forma di sovvenzioni. I poli dell'innovazione digitale che ricevono finanziamenti partecipano all'attuazione del programma per:

  • fornire servizi di trasformazione digitale (comprese le strutture di prova e sperimentazione) orientati alle PMI e alle imprese a media capitalizzazione, anche in settori in cui l'adozione delle tecnologie digitali e di tecnologie correlate è lenta;
  • trasferire competenze e know-how tra le regioni, in particolare mettendo in rete le PMI e le imprese a media capitalizzazione stabilite in una regione con i poli dell'innovazione digitale stabiliti in altre regioni che sono in grado fornire al meglio i servizi richiesti;
  • fornire servizi tematici - compresi quelli correlati all'intelligenza artificiale, al calcolo ad alte prestazioni e alla cibersicurezza e alla fiducia - alle amministrazioni, alle organizzazioni del settore pubblico, alle PMI e alle imprese a media capitalizzazione. I singoli poli dell'innovazione digitale possono specializzarsi in servizi tematici specifici e non sono tenuti a fornire tutti i servizi tematici citati nel presente paragrafo;
  • erogare sostegno finanziario a terzi nell'ambito dell'obiettivo specifico 4 - Competenze digitali avanzate;

 

Tipo di Finanziamento

  • Contributo nella spesa / Cofinanziamento

Entità del Finanziamento

9.2 miliardi di euro

News

POLITICA GENERALE - 26/06/2019

Digital Europe Programme: proposti 9.2 miliardi di euro di finanziamenti

Il programma favorirà la trasformazione digitale della società e dell'economia in Europa e sosterrà investimenti in vari settori quali supercomputing, intelligenza artificiale, cibersicurezza, competenze digitali avanzate
INFORMAZIONE - 11/06/2019

Digitale: gli Stati membri devono intensificare gli sforzi per assicurare una maggiore partecipazione femminile

La Commissione europea ha pubblicato il Women in Digital Scoreboard 2019 per valutare e monitorare la partecipazione delle donne nell'economia digitale
POLITICA GENERALE - 17/04/2019

Il Parlamento europeo ha approvato le priorità post 2020 nei settori della ricerca, dei trasporti, dello spazio e del digitale

Sono stati definiti gli accordi provvisori sui programmi Horizon Europe, Space programme, Digital Europe e sulle reti di trasporto transeuropee
INFORMAZIONE - 17/04/2019

L’UE intende investire 9.2 miliardi di euro nelle tecnologie digitali fondamentali

Sistemi informatici ad alte prestazioni, intelligenza artificiale, sicurezza informatica e competenze digitali: il Parlamento pronto a finanziare i progetti digitali europei per il 2021-2027
INFORMAZIONE - 15/04/2019

Superato l'ultimo ostacolo per la riforma del diritto d'autore: la Commissione accoglie con favore l'approvazione di norme aggiornate adatte all'era digitale

La nuova direttiva vuole adattare la tematica del diritto d'autore all'era digitale
INFORMAZIONE - 09/04/2019

Gli stati europei promuovono la partecipazione femminile nel settore digitale

26 Stati membri hanno firmato una dichiarazione per incoraggiare la presenza femminile nei settori digitale e tecnologico combattendo gli stereotipi socio-culturali
INFORMAZIONE - 26/03/2019

Riforma del diritto d'autore: la Commissione accoglie con soddisfazione il voto del Parlamento europeo a favore di norme aggiornate adatte all'era digitale

La nuova direttiva tutela la libertà di espressione e prevede solide garanzie a favore degli utenti
INFORMAZIONE - 14/03/2019

Nuovo accordo tra le istituzioni UE sui futuri programmi Digital Europe e Space

L'UE conterà maggiormente sulla propria autonomia tecnologica rispetto ai principali competitor, mentre restano da vedere il bilancio definitivo e la partecipazione di paesi terzi
INFORMAZIONE - 13/03/2019

Programma Europa Digitale - Il Coreper conferma la comprensione comune raggiunta con il Parlamento

Il futuro programma europeo Europa Digitale intende promuovere l'implementazione su vasta scala e l'adozione di tecnologie digitali chiave come le applicazioni di intelligenza artificiale e gli strumenti di cibersicurezza d'avanguardia
POLITICA GENERALE - 14/02/2019

La Commissione accoglie l'accordo sul programma Digital Europe per il periodo 2021-2027

Definiti i settori chiave del futuro programma Digital Europe e annunciato il rinnovamento del CEF per le infrastrutture digitali
POLITICA GENERALE - 13/12/2018

Il Parlamento si dichiara a sostegno della creazione del programma Digital Europe

I membri del Parlamento europeo sostengono la proposta di creare il primo programma europeo per incentivare gli investimenti digitali
POLITICA GENERALE - 12/12/2018

Finanziamenti nella aree cruciali a sostegno della crescita europea

I membri del Parlamento europeo vogliono impiegare risorse nelle seguenti aree prioritarie, in riferimento al budget 2021-2027: ricerca, ambiente, trasporto, energia, telecomunicazioni, difesa, spazio e digitalizzazione
INFORMAZIONE - 12/12/2018

Quadro di valutazione annuale su donne ed economia digitale: in UE ancora bassa partecipazione femminile

Il Quadro “Donne nel digitale” 2018 rileva una scarsa partecipazione delle donne in settori come ICT e STEM e disuguaglianze nella retribuzione in molti paesi europei
PUBBLICAZIONI - 12/12/2018

Online la pubblicazione del JRC: "Artificial Intelligence: a European Perspective"

Il report fornisce un’analisi delle opportunità e delle sfide dell’IA indirizzando l’azione europea nello scenario globale
INFORMAZIONE - 12/12/2018

Intelligenza artificiale “made in Europe”: presentato il nuovo piano coordinato della Commissione

La Commissione Europea e gli Stati membri presentano nuove azioni volte a rafforzare ed espandere l’utilizzo dell’intelligenza artificiale in Europa
INFORMAZIONE - 04/12/2018

Nuovo programma Europa digitale: adottata la posizione del Consiglio

Europa Digitale sarà finalizzato a incrementare l'implementazione su vasta scala delle tecnologie digitali chiave e a incoraggiarne l'adozione nuovo settennio di programmazione 2021-2027
INFORMAZIONE - 28/09/2018

APPROFONDIMENTO - Il Piano Juncker: risultati e futuro

Il cosiddetto Piano Juncker è stato lanciato nel 2014 con l'obiettivo di rilanciare l’economia europea e attivare nuovi capitali, per sostenere la crescita in Europa: quali sono alcuni dei risultati raggiunti? cosa si prospetta, invece per il futuro rispetto agli strumenti per gli investimenti?
INFORMAZIONE - 28/09/2018

Digital Europe 2021-2027: il nuovo programma europeo dedicato alle future sfide digitali

Per allineare il prossimo bilancio a lungo termine dell'Unione europea per il periodo 2021-2027 alle crescenti e nuove sfide digitali, la Commissione europea ha proposto di istituire un nuovo programma europeo denominato Europa digitale (Digital Europe
INFORMAZIONE - 02/07/2018

Verso il nuovo Bilancio europeo 2021-2027: le proposte della Commissione

La proposta di Bilancio europeo è stata pubblicata dalla Commissione il 2 maggio 2018
INFORMAZIONE - 18/06/2018

Intelligenza artificiale: la Commissione ha nominato il gruppo di esperti e avviato un'Alleanza europea

La Commissione ha nominato 52 esperti che le forniranno consulenza in materia di intelligenza artificiale (IA) e ha instituito una piattaforma di collaborazione per contribuire a creare una comunità di parti interessate: l'Alleanza europea per l'IA
INFORMAZIONE - 06/06/2018

Bilancio dell'UE: la Commissione propone di investire 9,2 miliardi di € in un nuovissimo programma digitale

La Commissione europea propone di istituire il nuovissimo programma Europa digitale e di investire 9,2 miliardi di € per allineare alle crescenti sfide digitali il prossimo bilancio a lungo termine dell'UE per il periodo 2021-2027