Accesso alla finanza

FASI DI VITA E FABBISOGNI FINANZIARI DELL’IMPRESA

Alle diverse fasi di vita dell'impresa, corrispondono diverse attività da finanziare, fabbisogni da affrontare e fonti di finanziamento disponibili.

L'identificazione dello stadio di sviluppo del progetto imprenditoriale aiuta ad individuare le fonti di finanziamento più appropriate e i soggetti finanziatori idonei a fornirle. Risulta quindi molto utile per l'imprenditore identificare in quale fase di sviluppo si trova il progetto imprenditoriale: Ideazione (Seed) Sviluppo, Start up, Espansione.

Ideazione (Seed)
Fase di generazione, di analisi e di valutazione dell'idea in cui si sostengono spese per l'elaborazione del prodotto, la ricerca del personale, la formazione del team, le prime analisi di mercato ed il primo business plan (per maggiori informazioni). È caratterizzata da incertezze relative ai futuri sviluppi della idea imprenditoriale e da difficoltà nel reperimento di risorse finanziarie.
I finanziamenti arrivano in genere da:

  • settore pubblico: strumenti di finanza agevolata, incubatori/parchi scientifici
  • privati (3 F: Family, Friends and Fools)

Sviluppo
Quando il progetto raggiunge la fase in cui può essere realizzato il prototipo, oltre al settore pubblico ed alle aziende private che continuano a finanziare la ricerca, possono iniziare a manifestare interesse ad investire due tipologie di fondi:

  • fondi di seed capital, in genere nella forma di prestiti da convertire in quote di partecipazione al capitale al momento della costituzione della società
  • fondi di venture capital, nel caso di una società esistente che cerca ulteriori finanziamenti a supporto di uno specifico progetto.

Start up
L'idea viene presentata sul mercato e il fabbisogno finanziario nasce dalla necessità di investimenti, per esempio, per attività di ricerca, marketing/pubblicità, a fronte di una sostanziale assenza di ricavi.
In generale, però, il sistema bancario tende a non concedere fondi ad aziende "senza storia" e "senza garanzie reali".
In taluni casi, anche alle start-up sono dedicate linee di credito particolari.
Possono essere interessati a progetti in questo stadio di sviluppo:
  • business angels: fonte di finanziamento più adatta per richieste di somme relativamente piccole e progetti al di fuori del campo dell'alta tecnologia;
  • fondi di venture capital: sebbene la maggior parte si concentri su grandi investimenti, alcuni sono interessati a finanziare start up apportando anche esperienza manageriale;
  • finanza agevolata: il settore pubblico può mettere a disposizione contributi, opportunità di finanziamento a fondo perduto o partecipare con fondi di investimento.

Espansione
L'impresa ha raggiunto la piena operatività commerciale con incremento delle capacità di autofinanziamento, a fronte di un fabbisogno finanziario collegato, per esempio, all'esigenza di sviluppare una rete distributiva e investimenti in capacità produttiva.
In questa fase, i finanziamenti provengono generalmente da:

  • banche
  • fondi di venture capital
In questo stadio di sviluppo, la società può anche valutare di raccogliere risorse finanziarie attraverso la quotazione in borsa.