• Condividi su Facebook

MISE - Nuova Sabatini: nuovo iter semplificato per la richiesta di erogazione del contributo

  • 45478
  • Governo Italiano 23/07/2019
  • INFORMAZIONE

Nell'ambito della misure Beni strumentali - Nuova Sabatini sono state introdotte nuove modalità operative per la richiesta di erogazione del contributo.

Il nuovo iter di richiesta di erogazione consente alle PMI beneficiarie, previo accesso alla Piattaforma Informatica, la compilazione guidata della:

  • Dichiarazione di ultimazione dell’investimento (DUI)
  • Richiesta Unica di erogazione (RU)
  • Richiesta di Pagamento (RP)

Al fine di agevolare la fase transitoria, le PMI che abbiano già richiesto una o più quote del contributo sulla base delle modalità operative previgenti alla data del 22 luglio 2019 devono compilare e trasmettere al Ministero, in via esclusivamente telematica attraverso la procedura disponibile nella piattaforma, la Richiesta di erogazione delle Quote di contributo Rimanenti (RQR).

Inoltre, in seguito al recepimento del decreto legge n.34 del 30 aprile 2019 (decreto Crescita), per le domande di agevolazione che presentano un finanziamento deliberato di importo non superiore a 100.000 €, presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019, il contributo è erogato dal Ministero alla PMI beneficiaria in un’unica soluzione, con le modalità e nei termini previsti dalla vigente disciplina della misura agevolativa per l’erogazione della prima quota.

Infine, l’articolo 20 del decreto legge n.34 del 30 aprile 2019, ha innalzato da 2 a 4 milioni di euro l’importo dei finanziamenti concedibili a ciascuna impresa. Le imprese possono presentare domanda di agevolazione utilizzando il nuovo modulo disponibile nella sezione Presentazione domande. Le domande di agevolazione presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019 (data di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 34 del 30 aprile 2019), qualora comportino, in via cumulata, il superamento del precedente limite di finanziamento di 2 milioni di euro, saranno comunque accettate dal Ministero dello sviluppo economico, anche se presentate utilizzando il precedente modulo di domanda.

Link
Quadro di finanziamento
  • MISE : Ministero dello sviluppo economico
Area di interesse
  • Territorio nazionale