• Condividi su Facebook

Energia da fusione: approvato dal Consiglio il proseguimento del finanziamento di ITER

  • 50270
  • VARIE - UE 22/02/2021
  • POLITICA GENERALE

Adottata in data 22 febbraio da parte del Consiglio una decisione che garantisce il proseguimento del finanziamento europeo del progetto di reattore sperimentale termonucleare internazionale (ITER) durante il periodo del quadro finanziario pluriennale (QFP) 2021-2027.

L'Europa contribuirà al progetto con un budget di 5.61 milioni di euro a prezzi correnti.

Il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea la decisione del Consiglio entrerà in vigore.

--

Euratom, Stati Uniti, Federazione russa, Giappone, Cina, Corea del Sud e India hanno firmato nel 2006 l'accordo sul reattore sperimentale termonucleare internazionale (ITER). L'Euratom, che in forza dell'accordo ITER è la parte ospitante, ha assunto la guida del progetto. Tale progetto internazionale di energia da fusione è il primo a lungo termine per la costruzione e il funzionamento di un reattore destinato a testare la fattibilità della fusione come fonte di energia.

La Commissione prevede che la realizzazione del primo plasma avverrà nel 2025, con il raggiungimento della piena operatività nel 2035.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea