• Condividi su Facebook

Clima e materie prime: verso un impegno dell'UE per un Artico più verde, pacifico e prospero

  • 52712
  • Press Corner - Commissione europea 13/10/2021
  • COMUNICATO STAMPA

mountainsL’Alto Rappresentante e la Commissione hanno delineato la strada europea verso un maggiore impegno per un Artico sostenibile, prospero e pacifico. È stata infatti presentata una comunicazione per fronteggiare le sfide e cogliere le opportunità ambientali, geopolitiche ed economiche di una regione strategicamente importante per l’UE, tenuto conto delle materie prime, del cambiamento climatico e dell’influenza geostrategica.

Tra le azioni previste, verrà istituito un ufficio della Commissione in Groenlandia, ed i finanziamenti dell’UE saranno anche orientati a guidare la transizione verde nell'Artico, in modo che le popolazioni artiche possano beneficiarvi.

L’Unione europea, infatti, è impegnata nello sviluppo sostenibile globale, che include dunque anche la regione artica, e nel sostentamento dei suoi abitanti. L’Artico sta adesso fronteggiando la grande minaccia del cambiamento climatico e l’UE, avendo un impatto non indifferente sulla regione artica attraverso la sua impronta ambientale e la domanda di prodotti e risorse, deve assumersi le sue responsabilità globali. Si inserisce qui l’obiettivo dell’Unione di diventare neutrale per il clima entro il 2050 e provvedere alla riduzione delle emissioni di gas serra del 55% entro il 2030, come indicato nella nuova legge sul clima e nell’ European Green Deal. Quest’ultimo in particolare, con la sua serie di proposte legislative, sarà cruciale nel guidare l'impegno dell'UE nell'Artico.

Gli obiettivi chiave stabiliti per rafforzare ulteriormente l’impegno dell’UE nell’Artico sono i seguenti:

  • Intraprendere un'azione significativa per affrontare l'impatto sociale, ecologico, economico e politico del cambiamento climatico e del degrado ambientale. Rendere l'Artico più resiliente spingendo affinché petrolio, carbone e gas rimangano nel terreno;
  • Contribuire a un dialogo costruttivo e alla cooperazione internazionale per mantenere l'Artico sicuro e stabile, intensificando la cooperazione regionale, sollevando le questioni artiche nei suoi contatti esterni, e monitorando e anticipando le sfide in materia di sicurezza;
  • Sostenere uno sviluppo globale, inclusivo e sostenibile dell’Artico a beneficio della sua popolazione presente e futura, investendo, tra gli altri, in posti di lavoro orientati al futuro, anche nell'economia blu.

La politica europea per l’Artico è stata per la prima volta messa a punto nel 2008, ed è stata poi aggiornata regolarmente. L’Unione europea ha un interesse fondamentale nel portare avanti la cooperazione multilaterale nella regione artica. Per questo motivo, si impegnerà costantemente a cooperare con tutti i partner e le parti interessate principali nell'Artico e oltre.

Per saperne di più sulla strategia dell’UE nell’Artico, visitare la pagina dedicata della Commissione europea. 

Link
Area di interesse
  • Unione Europea