• Condividi su Facebook

La Commissione adotta il primo programma di cooperazione transfrontaliera tra Italia e Croazia

  • 34681
  • VARIE - UE 17/12/2015
  • COMUNICATO STAMPA

La Commissione europea ha adottato il Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia che prevede investimenti per circa 237 milioni di euro, di cui 201 milioni provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr). 

"Interreg V-A Italy-Croatia" interessa i territori di 25 province italiane e di 8 contee croate. Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, i territori coinvolti sono quelli di Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

I finanziamenti sosterranno progetti secondo quattro priorità individuate:

  1. innovazione Blu (ricerca e innovazione nei settori della economia blu),
  2. sicurezza e resilienza (monitoraggio cambiamenti climatici, pianificazione misure di adattamento e prevenzione rischi naturali),
  3. ambiente e patrimonio culturale (patrimonio naturale e culturale come leva di sviluppo territoriale, protezione e ripristino biodiversità, qualità ambientale del mare e della costa),
  4. trasporto marittimo (sicurezza e sostenibilità ambientale dei servizi di trasporto marittimo e costiero e degli snodi, multimodalità).

Poiché l'area territoriale coperta è anche parte della regione adriatico-ionica, il programma allinea i propri obiettivi con quelli della strategia dell'UE per la regione adriatico-ionica (EUSAIR). Più in particolare, il programma promuoverà la crescita economica delle regioni transfrontaliere di Italia e Croazia declinata sui quattro pilastri EUSAIR di "Crescita blu", "Collegamento della Regione", "Qualità Ambientale" e "Turismo sostenibile".

Autorità di gestione del Programma Italia-Croazia è la Regione Veneto.

Link
Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea