• Condividi su Facebook

I leader UE ritardano l'accordo sul budget a lungo termine

  • 45252
  • VARIE - UE 21/06/2019
  • POLITICA GENERALE

I leader europei hanno ancora una volta rinviato l'azione sul bilancio a lungo termine dell'UE, spostando importanti decisioni su agricoltura, sviluppo e ricerca a non prima del prossimo inverno.

Il ritardo ridurrà il tempo a disposizione della Commissione europea per preparare il prossimo ciclo di programmi di spesa a lungo termine, con inizio previsto a gennaio 2021.

Il budget proposto dalla Commissione comprende 94.1 miliardi di € in sette anni per la ricerca e l'innovazione, nell'ambito del programma Horizon Europe, ma gli Stati membri e il Parlamento dell'UE sono divisi sia su questa proposta che sull’autorizzazione del bilancio complessivo UE di 1.1 trilioni di € per il 2020.

In un vertice del Consiglio europeo del 20 giugno, i primi ministri e presidenti hanno deciso di discutere nuovamente il bilancio in ottobre e puntare a un accordo entro la fine dell’anno.

La domanda più urgente è se Horizon Europe, il prossimo programma di finanziamento alla ricerca dell'UE, potrà essere avviato non appena l'attuale programma, Horizon 2020, scadrà alla fine del prossimo anno. Sebbene i temi e la struttura di Horizon Europe siano per lo più condivisi e i preparativi per l'attuazione siano già iniziati, il programma non può essere avviato finché non è stato raggiunto un accordo di bilancio generale per il 2021-2027.

Bilancio a parte, i leader europei non sono riusciti ad accordarsi neanche sulla scelta dei successori degli attuali presidenti della Commissione Jean-Claude Juncker e del Consiglio europeo Donald Tusk.

Link
Area di interesse
  • Unione Europea